Home » Uncategorized » Se al Liceo la studentessa recita in un video la parte da escort per la propaganda antipremier.

Se al Liceo la studentessa recita in un video la parte da escort per la propaganda antipremier.

Dopo il tema in classe dal titolo “Bunga Bunga”, i bimbi dell’asilo costretti a disegnare striscioni contro il ministro Gelmini e a partecipare a manifestazioni e cortei senza avere coscienza politica, il coro volgare dedicato al “Cavaliere Nano” e fatto cantare da inconsapevoli bambini, ecco un’altra strumentalizzazione politica ai danni di studenti.

Questa volta le vittime sono più grandicelle: la novità arriva infatti dal Liceo Classico-Scientifico Evangelista Torricelli, di Somma Vesuviana, paese in provincia di Napoli.
Alcuni studenti hanno prodotto un video, visibile su youtube, allo scopo di far conoscere i problemi del loro Istituto e la realtà in cui vivono. Un video girato durante le ore di lezione, autorizzato dal dirigente scolastico o quantomeno da qualche professore.
Immancabile, e non poteva essere altrimenti, la satira anti-berlusconiana: nella prima metà del video, uno studente (o professore?) impersona il presidente del Consiglio con una maschera caricaturale, seduto sulla cattedra. Ma prima che inizi a parlare, qualcuno gli dice “Presidente, è in onda” ed una ragazzina, inginocchiata sotto la cattedra e intenta a sollazzare il premier, si alza e fugge via.
Una studentessa, minorenne, si è prestata a interpretare tale scena, per la verità ancora più offensiva nei suoi confronti che nei confronti del premier. Ma quale professore o preside può avere autorizzato qualcosa di simile?
Il video è su youtube e lo proponiamo in allegato, la scena incriminata si può vedere al minuto 1:16-1:18.
I genitori sono contenti di come vengono strumentalizzati, anche in modo volgare e becero, i loro ragazzi? E sono queste le nuove frontiere dell’educazione e degli insegnamenti che i professori forniscono nelle scuole pubbliche?