La colpa non è solo di Monti

Così l’Italia si svenderà a Berlino. Monti sta sacrificando la sovranità nazionale per ingraziarsi la Merkel e la tecnocrazia europea di Magdi Cristiano Allam
Dopo il diktat della Merkel alla Grecia ormai siamo in guerra. Non con i carri armati ma con la finanza, che è pur sempre un’arma di distruzione di massa che a livello globale sta destabilizzando gli Stati sovrani, estromettendo dal potere governi democraticamente eletti, costando cifre da capogiro a causa della speculazione e mietendo milioni di vittime.…
Continue reading

Ma Berlusconi cosa vorrà sulla sua bara?

Preciso subito che non voglio essere assolutamente irriverente nei confronti dell’ex presidente della repubblica Scalfaro, perchè ognuno ha diritto, nel giorno del suo funerale, di essere lasciato in pace. Ciò non toglie che mi abbia stupito la scelta di porre una corona di peperoncini sulla sua bara, la bara di cotanto uomo dello stato e […] …

Continue reading

Sovvertire gli schemi culturali

Da tempo propugnamo su queste colonne la sovversione degli schemi culturali in questo paese. La vulgata marxista, gramsciana, femminista e ambientalista ammorba come un filtro magico l’intero pensiero collettivo degli italiani  e ne governa i codici, anche quelli più elementari. Tanto è vero che il verbo dominante si è appropriato della canzone leggera, dei comici mentecatti che si credono profeti, dei registucoli in casacca rossa e, dulcis in fundo, degli organizzatori culturali.…

Continue reading

Quando la terra trema

E anche il nord Italia viene scosso dal terremoto o dalla paura di esso, il nord Italia che per la maggior parte è statisticamente meno predisposto ad attività sismiche in rapporto al centro ed al sud. Tremano varie regioni tra cui la Liguria e soprattutto Genova che ha testimoniato nell’arco di tre giorni due scosse abbastanza violente ed intense.…

Continue reading

Come cambiare la politica genovese?

In fondo gran parte di tutto quel che diciamo su Genova, qui sul Culturista, è orientato verso il problema fondamentale: come far ripartire Genova e come realizzare un cambiamento politico che aiuti Genova a mutare mentalità e questa stessa venga potenziata dal cambiamento stesso governato dal nuovo modo di fare politica.…

Continue reading

Meglio il boia che i mandanti

Mi sembra chiaro, ma sarà bene ripeterlo: sono comunque contro questo governo che ha esordito nel suo mandato prendendosela coi soliti e additittura – d’accordo con l’ex governo, con l’ex opposizione, con gli ex sindacati, con il reuccio della Fiat e con la stronza della Confindustria – togliendoci quello che avevamo conquistato, in civiltà e […] …

Continue reading

Enrico Vezzalini, Prefetto di Novara. Ed i Martiri di Scalfaro

Mentre domani i giornali ed i politici (mi dicono già persino Alemanno) incenseranno un presidente discutibilissimo come Oscar Luigi Scalfaro, oggi voglio invece ricordare Enrico Vezzalini insieme ai suoi commilitoni.Già Prefetto di Ferrara, Vezzalini ottenne lo stesso incarico a Novara, che svolse con perizia, conducendo non solo la lotta contro le bande armate irregolari, ma anche contro la borsa nera ed i delinquenti di vario genere che in tempo di guerra non mancano mai.Dopo un rapido processo a guerra ampiamente conclusa, durante il quale non gli fu permesso di schierare nessun testimone a discarico, il Pubblico Ministero Oscar Luigi Scalfaro chiese ed ottenne la Pena Capitale per lui e per altri cinque fascisti: Arturo Missiato , Domenico Ricci, Salvatore Santoro, Giovanni Zeno e Raffaele Infante.

Continue reading

Non dimenticare i martiri di Scalfaro.

Ho appena scritto in “Morti Dimenticati” le 8 sentenze a morte ottenute dal PM Scalfaro a guerra terminata. Sette furono eseguite senza appello. Scalfaro nel 1943, entrando in Magistratura, giurò fedeltà al Fascismo:

I Morti Dimenticati.: Enrico Vezzalini, Prefetto di Novara. Ed i Martiri di Scalfaro

Non dimentichiamoli, oggi.

Continue reading

Berlusconi, torna in trincea !

Mentre Monti, accompagnato dalle servili lodi dei “grandi” giornali italiani che hanno mobilitato all’uopo le loro penne più pagate, continua renderci sempre più poveri e sudditi degli stranieri, gli esponenti di maggior senno del Pdl cercano di scrollare Berlusconi dalla sua apatia.
Come ha fatto Daniela Santanchè quando, parafrasando una frase divenuta celebre nella sceneggiata andata in onda tra il comandante Schettino e il capitano De Falco, questi ordinò al primo di tornare a bordo.…
Continue reading

Sex and the City. Ma è il caso?

Non vorrei apparire come l’ennesimo puritano perchè non credo di esserlo ma, visto come vanno le cose, forse un po’ di puritanesimo ci vuole. E’ la seconda o terza volta che mi capita di vedere alla Tv degli episodi di una serie televisiva che prima mi era completamente sconosciuta mentre, pare, a molti altri milioni […] …

Continue reading