Dal vertice di Tallinn sull’immigrazione: nulla!

Chi si aspettava qualcosa di concreto e fattivo dal vertice di Tallinn sull’immigrazione ha avuto la risposta che si meritano i creduloni piddioti: nulla di fatto. E non c’era bisogno di andare in Estonia. Minniti è tornato  umiliato e con le pive nel sacco, costretto ad ammettere: “Ci sono posizioni diversificate, se ne discuterà con molta franchezza”.

Continue reading

Bill Gates si redime, Bergoglio persevera diabolicamente

Tutti sanno chi sia Bill Gates.
Ricco sfondato, usa parte delle sue ricchezze per aiutare i poveri.
Lui conosce bene, perchè finanzia aiuti e progetti per l’Africa, quale sia la risposta degli africani.
Bill Gates ci ammonisce quindi a smetterla con l’accoglienza, perchè più ne accogliamo, meglio li trattiamo, più ne verranno, attirati come le api dal miele.

Continue reading

Lo ius soli è peggio della corazzata Potemkin

Il grande Paolo Villaggio, tramite la sua creatura Ugo Fantozzi, con poche parole riuscì a demolire un castello di carte costruite da intellettuali di sinistra, finti colti come tutti gli intellettuali, per i quali più un qualcosa era noioso e incomprensibile, più bello era.
La corazzata Potemkin era il simbolo dell’Italia socialcomunista, in cui la Libertà era intesa solo a senso unico (un po’ come oggi con le varie leggi Mancino, Scalfarotto, Pacifici etc.

Continue reading

Oggi ritirato Macinator2. Honda Deauville 650

Oggi ritirato Macinator2. Stupenda, fantastica, la riconosco, è la mia moto! Ho fatto più di 400 km. Metà per portare scooter a destinazione, l’altra metà e passa per portare Mac a casa nostra (fatti più km perché imboccando autostrada del ritorno scoperto di aver lasciato telepass col suo supporto nello scooter, quindi uscito prima uscita e tornato dal concessionario = 50 km in più) Foto Macinator2 ;} Dal concessionario, e a casa 🏡 😉

p.s.…

Continue reading

Il buco di Boeri

Ha fatto notizia l’affermazione di Boeri, presidente intellettuale di sinistra dell’inps, che ha dichiarato in 38 miliardi la perdita per l’inps nel caso si dovessero rimandare a casa tutti gli immigrati.
Il corollario è stato: gli immigrati pagano le nostre pensioni.
Falso.
Il dato di Boeri è parziale e riguarda i soli accrediti per contributi.

Continue reading

La confessione sugli sbarchi

La vecchia befana che in gioventù praticava aborti clandestini, si confessa e ci fa sapere che: “Abbiamo chiesto NOI che TUTTI gli sbarchi avvenissero in italia andando contro il patto di dublino ma quella è un’altra storia”. Noi chi? Vecchia bagascia. A che pro e senza pensare alle conseguenze? Dovresti essere condannata per alto tradimento verso la patria… e invece il cancro, purtroppo, ti sta risparmiando.…
Continue reading

Tasse in agguato

Mattarella e soci sono ormai riusciti ad evitare l’anticipo del voto, tanto che leggo di voto a primavera, che inizia il 21 marzo, quando i cinque anni della legislatura scadono a febbraio.
In modo surrettizio, quindi, prolungano una legislatura inquinata da una valanga di trasformisti che hanno tradito i propri originari elettori cambiando schieramento.

Continue reading

Il buco nel cervallo di Boeri (e del PD)

Inps, Boeri: “Abbiamo bisogno di immigrati”. Il presidente dell’Inps, Boeri: “Non chiudiamo le frontiere. Abbiamo bisogno di immigrati. Rischio buco da 38 miliardi” di Franco Grilli

“Non abbiamo bisogno di chiudere le frontiere. Al contrario, è proprio chiudendo le frontiere che rischiamo di distruggere il nostro sistema di protezione sociale. Siamo consapevoli del fatto che l’integrazione degli immigrati che arrivano da noi è un processo che richiede del tempo e comporta dei costi”.

Continue reading

Come è buono lei …

Ieri mattina la stampa serva ha suonato le trombe perchè Minniti avrebbe ottenuto il pieno appoggio di Francia e Germania sul problema dei clandestini scaricati nei nostri porti dalle ong.
Li respingiamo ?
Li fermiamo ?
Sequestriamo o affondiamo le navi ong come si faceva una volta con i barconi degli scafisti perchè non venissero riutilizzati ?

Continue reading

L’Europa degli smidollati merita di soccombere

Anche un romanzo giallo, peraltro ben costruito nella sua trama, cede al politicamente corretto, facendo la sua marchetta agli immigrati, esaltandone il sacrificio e la generosità
Mi riferisco all’ultimo romanzo di Camilla Lackberg “La strega” dove nell’ambito di una vicenda ben congegnata, l’autrice ha ritenuto di inserire la marchetta filo immigrazionista.

Continue reading