Sui presunti stupri di Firenze

Un paio di cose. Se a Firenze, è davvero stata una cosa consensuale, l’imbecillita’ dei due carabinieri va punita in un determinato modo. Gli va tolta la divisa e vanno rimandati a casa. Se fosse stupro, li si condanna a 20 anni. Finora, le prove, pare che portino alla consensualità non troppo sobria.…
Continue reading

Fiano rivitalizza il Fascismo

In genere sono contrario a fare pubblicità al nemico, ma in questo caso, nonostante Montanelli dicesse che anche a parlarne male è sempre pubblicità, nell’accostare il nome del signor Fiano al disegno di legge che porta, per sua sventura, il suo nome, non gli faccio certo un favore.
Prendiamo atto che in parlamento c’è chi non ha altro da fare nella vita che cercare di proibire al prossimo di pensare, di gesticolare, di esprimere, di fare propaganda a delle semplici Idee.

Continue reading

La buia notte in cui tutte le vacche sono nere

Ritorno a parlare di stupri etnici (sì, inutile non volerne vedere la connotazione) legati ad un’invasione-occupazione del nostro suolo. Ma anche a come il sistema mediatico al servizio di questo governo si difende con la teoria del “questo o quello per me pari sono”. Alludo alla provvidenziale notizia dei due carabinieri caduti tragicamente nella trappola al miele delle due studentesse americane ubriache.…
Continue reading

Tutto fa brodo contro lo ius soli

Non credo nell’efficacia delle petizioni online, delle sottoscrizioni online, delle baggianate dei social media, perchè ciò che conta è il voto, nero su bianco, alle elezioni, come ben sa la moglie di Clinton che si illudeva di rientrare alla Casa Bianca dalla porta principale.
Non ho quindi particolare fiducia nella
iniziativa promossa da Il Giornale per raccogliere adesioni contro lo ius soli, tanto quelli di Destra firmeranno, quelli di sinistra firmeranno una raccolta opposta e quelli che “tengono famiglia” aspetteranno comunque la cabina elettorale per pronunciarsi in segreto e senza rischi.

Continue reading

Prendere esempio da Forza Nuova

Forza Nuova è uno di quei (troppi) movimenti identitari che raccolgono, legittimamente, l’eredità dell’Msi.
Logica vorrebbe che si rinunciasse all’individualismo del minimalismo, per aggregarsi, anche in forma federativa, soprattutto con il movimento maggiore.
E che la forma federativa sia quella più produttiva lasciando ad ogni singolo movimento aderente la libertà di manifestare le proprie individualità che sono un arricchimento per tutti, lo dimostra Forza Nuova con una serie di iniziative che hanno costretto la stampa serva di regime a darne conto.

Continue reading

Attualità dell’11 settembre

Ero incerto se ricordare anche quest’anno l’11 settembre: non vorrei ridurmi come i comunisti che, andando oltre il ridicolo, hanno elevato a festa nazionale l’anniversario, ormai ampiamente ammuffito, di una sconfitta.
Mi sono convinto, ancora una volta, pensando a come il nemico esterno trovi inconsapevole (almeno nella base) complicità in tutti coloro che sono oggi le quinte colonne interne.
Continue reading

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione

di Giulio Meotti Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin è stato fermato all’aeroporto di Salonicco e gli è stato comunicato che il suo ingresso all’interno dei territori della Ue gli era interdetto.…

Continue reading

Sarà vero stupro ?

Con una inquietante consecutio con il violento stupro ai danni di una giovane polacca compiuto da quattro africani (un “profugo” e tre “nati in Italia” e candidati ad acquisire la nostra cittadinanza se passerà lo ius soli) quasi a voler dimostrare che anche gli Italiani stuprano e persino quelli che dovrebbero difenderci, ecco il grande spazio riservato alla denuncia di due studentesse americane a Firenze che accusano due Carabinieri.

Continue reading

Blindatura completa o quasi

Stiamo assistendo ad una progressiva blindatura di tutti gli spazi di democrazia e  di partecipazione in senso fisico, morale e intellettuale. Non bastasse ciò, ci sono commissioni al lavoro per mettere le mani sul web con la scusa dell’Hate Speech (commissione Jo Cox, voluta dalla Boldrini, estensioni della legge Mancino  volute da Fiano, altri controlli sulla rete voluti da Orlando, ecc).…

Continue reading