Siamo solo piccole parti infinitesimali di un mondo fisico senza dimensioni…

 Recensione sul libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano rizza

Ho voluto usare come titolo della mia recensione proprio alcuni scritti dell’autore, perché credo siano le parole più adatte per racchiudere anche se in minima parte ciò che ho potuto cogliere in questo libro stupendo che aggiungo è ben fatto, certo non di facile lettura ma di grande significato e spessore.…

Continue reading

Non delegare la difesa ad altri

Quando l’Impero di Roma ha cominciato a vacillare ?
Quando i cittadini Romani, invece di impegnarsi (e sacrificarsi) per la Patria, hanno cominciato a perdersi nella filosofia e nei perversi appagamenti della carne.
Allora hanno delegato la politica e la propria difesa a chi Romano non era o a chi lo era diventato, con un tratto di penna, da poco, senza peraltro assimilarne la Cultura, la Civiltà e l’Essenza.

Continue reading

Santificazione dei rom e altri casi di xenofilia

Premetto che c’è ancora un’indagine in corso. Che la  brutta faccenda  di Centocelle (Roma), del camper bruciato con dentro tre sorelle di una famiglia rom, sta escludendo la pista “razzista”. Eppure quando accade qualcosa a questa etnia superprotetta, si sentono circolare le peggiori scempiaggini: in primis quelle di Mattarella dall’Argentina. Era avvenuto anche in passato che dei poveri piccoli in un campo nomadi nei pressi di Livorno fossero morti  bruciati vivi,  a causa dell’incuria dei loro “genitori” (si fa per dire) in tutt’altre faccende affaccendati.

Continue reading

Se ci riesce ritiro tutto

Ascoltando le trasmissioni che inneggiano al nuovo dio del politicamente corrotto, il Micron che ha vinto le elezioni francesi, ho scoperto che il suddetto avrebbe promesso di :
– ridurre la spesa pubblica di 60 miliardi di euro in cinque anni;
– ridurre il debito pubblico sotto il 3% già nel 2018;
– ridurre il personale pubblico di 120mila unità;
– ridurre le tasse.

Continue reading

La chiarezza è vincente

Bene, benissimo ha fatto Salvini a dire, chiaro e tondo, a Berlusconi che se la pensa veramente come ha dichiarato (sulla vittoria di Micron) allora non c’è spazio per alcuna alleanza.
Bene, benissimo ha fatto Salvini a ribadire che non c’è più spazio per i Verdini, i Casini, i Fini, gli Alfano, la cui presenza indebolisce e costringe a continui compromessi a perdere.

Continue reading

Per fare cosa ?

La vittoria di Macron ha ringalluzzito i modesti moderati che si sentono tutti predestinati a fare altrettanto.
Così vediamo Casini che strizza l’occhio al Cav, cercando di sedurlo prospettandogli un 20% di voti.
Domenica ho visto su Sky una intervista a Flavio Tosi ed alla sua fidanzata ora candidata sindaco a Verona, che, leccando per il verso giusto Berlusconi, auspicavano venissero abbandonati gli estremisti per costruire un Centro Destra moderato.

Continue reading

Sottomessi

Se qualcuno volesse capire perchè i francesi sono stati costretti ad inventarsi Asterix per nascondere la disfatta dei loro “campioni” contro i Romani e oggi celebrano, come unico loro “eroe” reale, un tiranno sanguinario come Napoleone (sconfitto dall’Inglese Wellington a Waterloo) potrebbe limitarsi a confrontare le risposte che hanno dato Inglesi e francesi davanti alle pretese della congrega internazionalista di dominare i rispetti vi Popoli.

Continue reading

Sottomissione: siate coglioni fino in fondo!

Già si sapeva che i poteri finanziari optavano e spingevano ad ogni costo per Macron, oggi investito nel ruolo inconsueto di Lolito for President. Dovremo abituarci ad avere sua moglie come prémière maman di Francia. Una “famiglia rivoluzionaria”, si scrive  già da più parti, una famiglia “allargata” coi tre figli di lei alcuni dei quali maggiori di lui, il più giovane presidente di Francia.

Continue reading

Reagire

L’inganno che viene tentato dalla propaganda della congrega ha visto nei giorni scorsi due nuovi tentativi rivolti contro gli Italiani.
Sabato in radio è stata intervistata la cofondatrice di una ong chiacchierata che ha ci ha scaricato altri 400 clandestini, portati nei nostri porti ben più lontani da quelli più vicini dei paesi africani.

Continue reading

La congrega dei peggiori

Domani i francesi potrebbero realizzare una svolta epocale per se stessi e per tutti i Popoli e le Nazioni di quella espressione geografica che è l’Europa.
Ma non lo faranno.
Non ho fiducia in quel popolo che, più di altri, si è sradicato con la massiccia invasione di stranieri, sopratutto africani.

Continue reading