Home » Archive by categorysilvio berlusconi

Achtung, Berluskonen !

Un segnale del recupero del Centro Destra e, contemporaneamente, di quanto annaspi il centrino di Casini, Fini e Monti, lo abbiamo dalla dichiarazione del capo gruppo al parlamento europeo del PPE.
Prestandosi a fare il megafono della Merkel, come faceva Gromiko per conto di Breznev nei confronti dei paesi satelliti dell’Unione Sovietica, quel signore, che tradisce la funzione alternativa alla sinistra europea del PPE, ha attaccato Berlusconi, dando indicazione ai sudditi Italiani di votare Monti.
Continue reading

E’ certo, fu un complotto

Silvio Berlusconi ha osato dire quel che, finora, appariva solo nei nostri blog: le dimissioni del Governo Berlusconi nel novembre 2011 e la sua sostituzione con i vassalli dei poteri finanziari internazionali furono le conseguenze di un complotto ordito ai danni dell’Italia e degli Italiani.
Noi lo avevamo subodorato da subito, ieri anche la vittima principale ha trovato il coraggio di dirlo a microfoni aperti.
Continue reading

Provano ad imbavagliare Berlusconi

Da ottobre a novembre abbiamo avuto una orgia a reti unificate dedicata ai comunisti ed alle loro “primarie”.
Questo ha consentito al pci/pds/ds/pd di crescere nei sondaggi con il complice silenzio dei sacerdoti della par condicio.
Da un paio di settimane Silvio Berlusconi ha iniziato una offensiva mediatica fatta di tesi chiare e talmente convincenti che i sondaggi registrano un deciso recupero del PdL.
Continue reading

Oltre ogni limite

Il pubblico ministero di Milano ha chiesto un anno di reclusione per Silvio Berlusconi e tre anni e tre mesi per il fratello Paolo, editore del Il Giornale.
La colpa ?
Aver pubblicato la conversazione telefonica tra l’allora segretario del pci/pds/ds (non ancora pd) Piero Fassino, oggi sindaco di Torino, con l’allora presidente Unipol Giovanni Consorte in merito alla “conquista” di Bnl: il famoso “abbiamo una banca”.
Continue reading

Con Monti un passo avanti …

… direttamente nel baratro.
Mario Monti, occupando la poltrona di Silvio Berlusconi, per giustificare la manovra “Ammazza Italia” disse che eravamo sull’orlo del precipizio.
Adesso, con lui presidente, abbiamo fatto un passo avanti e siamo precipitati nel baratro con la retrocessione in serie “B”.
Dalla crisi si uscirà, come sempre, ma non per merito di Monti, così come in crisi ci siamo entrati non per colpa di Monti o di Berlusconi.
Continue reading

Ue e Ungheria

Ieri l’Italia del Cavaliere ora l’Ungheria di Orban. Ma il vero regime è l’Ue di Giuliano Ferrara 
Chi ha paura di Viktor Orban? Chi aveva paura di Silvio Berlusconi? Chi ha paura dei vescovi cattolici? Chi ha paura che le nazioni, i popoli, i costumi, le culture, le idee, le fedi d’Europa sopravvivano e anzi vivano in modo non folcloristico, come pegno di sovranità, come elemento di diversità e di ricchezza?…
Continue reading

Leccaculerie varie di governo (monti)

Se tutto va bene Monti ci ha rovinati. Paradossi di fine anno: rispetto a Berlusconi l’Italia peggiora ma sinistra, stampa, tv e sindacati sono contenti di Vittorio Feltri
La più bella notizia dell’anno è che siamo ancora vivi. La più brutta è che siamo mezzi morti. Negli ultimi mesi abbiamo assistito a uno spettacolo inimmaginabile fino all’inizio dello scorso autunno.…
Continue reading

Quando i nodi arrivano al pettine

Se la notizia riferita da Affaritaliani.it fosse confermata, il Presidente della Repubblica Napolitano dovrebbe quanto meno dimettersi. Ricordo che presidenti del passato si dimisero in seguito a fatti meno eclatanti.
Che la situazione economica italiana sia molto grave, l’hanno ormai capito anche i bambini dell’asilo, e non sarà certo Monti con le sue manovre da lacrime e sangue a risollevarla.…
Continue reading

Lo spread a 523 punti

Timeline, giorno per giorno le dichiarazioni di Napolitano dalla telefonata della Merkel alle dimissioni del Cavaliere
19 ottobre Giorgio Napolitano: “Le difficoltà sono sotto gli occhi di tutti, se è vero che è trascorso un mese dalla approvazione in Parlamento del decreto di stabilizzazione finanziaria varato alla vigilia di Ferragosto, a queste difficoltà guarda con preoccupazione l’Europa, in attesa dell’attuazione e di ogni necessaria integrazione delle decisioni già adottate e di impellenti scelte di riforma strutturale e di stimolo alla crescita.…
Continue reading