Home » Archive by categoryreligione (Page 3)

Islàm, religione di pace.

Sanguinoso attacco da parte di un commando terrorista di probabile matrice islamica contro il giornale laicista, ateo e sovente blasfemo contro tutte le religioni, Charlie Hebdo. Morte almeno 12 persone, tra cui i disegnatori Charb, Cabu, Tignous et Wolinski (noto anche in Italia perchè pubblicato da “Linus”), il giornale aveva in passato pubblicata una vergognosa vignetta omosessualista contro la Santissima Trinità.  I Cattolici Francesi che si indignarono, furono zittiti dalla gauche caviar in nome della libertà di stampa.

Continue reading

Ad ogni paese, la religione che si merita…

Michel Houellebecq, scrittore anarchista Fascista cui piace da anni scandalizzare i sinistri franzosi alla maniera di Cèline, nel suo prossimo libro in uscita, ipotizza un presidente mussulmano nella Francia del 2022.Embè, noi non abbiamo da anni un presidente comunista, che sempre religione resta ?

Continue reading

Io Credo in Dio, e nella Chiesa Cattolica, Apostolica, Romana.

Mi sa che tra poco aboliranno l’ Avvento.Già, perchè bisogna CREDERE che Gesù è VERO DIO e VERO UOMO.Che è venuto come UNICO DIO a completare il Vecchio Testamento.E che se abbiamo in comune con i soli Ebrei questo Credo di partenza, NULLA abbiamo con altre divinità, siano Odino, Khrisna, Allah, Giove, Zoroastro e Pincopallo.

Continue reading

La tolleranza non basta

Oh, allora si presume che il vaticano, come l’italia abbia abolito il reato di clandestinità. O quantomeno sia in procinto di abolirlo se, secondo lui bisogna accoglierli tutti… E’ facile parlare quando sono sempre gli altri a pagare, eh e le porte del vaticano, pardon, i confini del vaticano restano chiusi?…
Continue reading

Almirante ed i Terroristi italiani.

In questo momento in cui si prospetta una possibile ventata di terroristi jihadisti che vivono nel Belpaese, ancora una volta mi viene in mente Giorgio Almirante e, parafrasando una sua vecchia opinione sui NAR, ribadisco che: “I Terroristi allevati in Italia sono da condannare a morte due volte: prima perchè Terroristi; eppoi perchè di (eventuale) cittadinanza italiana”. 

Continue reading

Non basta solo pregare…

Non basta più pregare, ma forse è troppo tardi.Non basta pregare, ma come avvenne in Libano, l’ Occidente laicista abbandona i Cristiani Irakeni al Sacrificio.Poi, quando avverrà per l’ Europa, quando l’ orda assassina fondamentalista mussulmana penetrerà fino a Roma, Parigi, Londra, Madrid, non ci sarà più nè scampo nè tempo.

Continue reading

L’ Italia spaccata e mai pacificata, dal 1945.

Questa è una nota difficile, a molti forse non piacerà. E molti, come è capitato, non la capiranno. Ma vabbè…Questa Italia è spaccata, e non si aggiusta. Italia che si odia, che non si capisce, che non cerca di vedere il punto degli altri, le ragioni del nemico, come scriveva la Fallaci, anche se io, immeritatamente, la precedetti.

Continue reading

Ma si, suvvia, è una nuova era…

Scola: minareto sì, ma non in Duomo. Ma l’arcivescovo avverte: “Attenti a chi ci sta dietro, ai Paesi stranieri e alla lingua in cui predica l’imam” di Sabrina Cottone

Il cardinale Angelo Scola dice sì alla moschea. E anche al minareto. «Non farei grandi problemi per i minareti. Certo, purché non me lo facciano in piazza del Duomo…» sorride alla domanda dei giornalisti che lo interrogano all’Università Cattolica.

Continue reading

Proposta serissima per divorziati, invertiti e compagni…

Chi mi conosce bene, sa che spesso maschero con ironia e satira le mie preoccupazioni, specie per quanto riguarda il recente Vescovo di Roma.Per questo devo sottolineare con forza che questa mia è una proposta seria, serissima, o quasi…Visto che, dato l’ andazzo, Cattolici Adulti e Difensori del Peccato (e non dei peccatori…) sono tornati ad avanzare proposte indecenti già archiviate da Benedetto XVI, chiedendo più Eucarestia per tutti (per molti, non per tutti, come è la Salvezza, direbbe Ratzinger…, che Dio lo Benedica…SEMPRE !), tanto vale ABOLIRE Confessione e ComunioneCosì si fa prima, e risolviamo pure l’ annoso diverbio coi Luterani, diventando tutti Riformati.

Continue reading