Home » Archive by categorypolitica interna (Page 98)

Blindati ma ad "alta caratura tecnica"

Habemus gubernum. Sarò lombrosiana ma solo a vedermeli apparire davanti agli occhi,  i dodici apostoli del nuovo governo Monti, sono presa da una desolante sensazione di rigor mortis. E se i cialtroni di prima (governo ed opposizione) facevano pensare ai personaggi di una commedia di Dino Risi o di Monicelli, quelli che abbiamo davanti sembrano il governo dei morti viventi.…
Continue reading

Un governo che nessuno ha votato (2)

Pd, Udc e Fli esultano per il nuovo esecutivo di Raffaello Binelli

L’opposizione al governo Berlusconi – Pd, Udc e Fli in primis – esulta già per la nuova squadra di governo appena varata da Mario Monti. I commenti sono entusiastici. “È un grande risultato essere riusciti a varare un governo autorevole, una grande squadra di servitori dello Stato che può davvero salvare questo paese”, dice il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa.…
Continue reading

E questi chi li ha mai eletti?

Ore di convulse e febbrili consultazioni, scenari in spostamento, pressioni su Napolitano riconosciuta massima autorità presidenziale  dalle élites eurocratiche, forse perché è l’unico che si fa sempre fotografare coronato di dodici stelle sul drappo azzurro come la Madonna della Guardia. Mai è stata varata una riforma per trasformare la nostra Repubblica Parlamentare in Repubblica Presidenziale.…
Continue reading

Democratici cristiani

Braccio di ferro Pdl-Dc di Alessandro Sallusti
Sono passati quasi trent’anni da quando Luigi Pintor, fondatore del quotidiano il Manife­­sto , scrisse un celebre articolo inti­tolato: «Non moriremo democri­stiani». Ne era sicuro, ma la storia ha avverato solo in parte quella si­nistra (di provenienza) profezia. Finita ingloriosamente la glorio­sa stagione di comando, i demo­cristiani superstiti alla scompar­sa della Dc sono stati salvati dalle ciambelle di salvataggio lanciate da Berlusconi.…
Continue reading

Disarmanti ovvietà

Il governo tecnico è una rapina di Francesco Forte
Si riparla di continuo di governo tecnico, presieduto da un’eminente personalità del mondo finanziario a cui la sinistra ha dato la sua disponibilità, come il vero modo per risolvere i problemi del nostro debito pubblico. Il cittadino normale potrebbe essere stupito di questa alleanza, apparentemente anomala, tra il Pd, Nichi Vendola e il cosiddetto salotto buono del mondo degli affari.…
Continue reading

L’Italia che si sbriciola

Se dovessi stabilire  un indice di gravità di quanto è accaduto venerdi 4 novembre non saprei dire qual è la peggiore: la fatale alluvione a Genova che ha cagionato sei vittime, o l’altra alluvione, quella metaforica a Cannes al G20. In entrambi i casi, constato solo che pezzo per pezzo l’Italia se ne va alla deriva  e che rischia di essere solo una bella cartolina illustrata di “come eravamo”.…
Continue reading

E Di Pietro dove sta?

Casini e Fini guidano le grandi manovre: poltrone ai dissidenti Pdl di Paolo Bracalini
Un gioco di squadra perfetto: in attacco i deputati di Fini, che passano la palla al presidente della Camera dietro cui c’è Casini, contenitore dei delusi Pdl. Si gioca sui numeri, ne bastano due, forse anche uno solo e salta il banco.…
Continue reading

Due pesi, due misure

Mi piacerebbe sapere dove sta ora l’onorevole Di Pietro. Perchè sarebbe lo stesso mercato delle vacche che ogni tanto denuncia alla magistratura…
Il mercato di onorevoli che non dà scandalo di Salvatore Tramontano
Sono tutti Scilipoti. Questo è un Parlamento dove i confini tra uno schieramento e l’altro non sono di granito, si viaggia, si passa, si cambia colore, casacca, c’è un traffico da autostrade di Ferragosto.…
Continue reading

Il bacio letale del Drago agli Indignados

C’è qualcosa di inquietante nel constatare che quando lo sinistra non sa che pesci pigliare, ruba il vento ai temi cari alla destra. Sta avvenendo con temi come il Debito, la finanza, la sovranità monetaria. Avesse almeno l’onestà di citare Ezra Pound o Giacinto Auriti o il grande Chesterton…Macché! Quattro slogan letti frettolosamente sul Bignami di Twitter, e via coi cortei e le occupazioni.…
Continue reading

Orgasmi finiani e non solo…

Ancora una volta Fini non è superpartes
Ancora una volta Gianfranco Fini dimostra di non essere un presidente della Camera super partes e di approfittare della sua carica istituzionale per condizionare la vita politica del Paese. Oggi sulla sua pagina pubblica di Facebook (e su Twitter) è apparsa una frase che non lascia equivoci: “Nel pomeriggio salirò al Quirinale per spiegare come sia diventato difficile, vista la situazione in cui versa la maggioranza, garantire il normale andamento dei lavori parlamentari”.…
Continue reading