Home » Archive by categorypolitica interna (Page 96)

L’Italia che si sbriciola

Se dovessi stabilire  un indice di gravità di quanto è accaduto venerdi 4 novembre non saprei dire qual è la peggiore: la fatale alluvione a Genova che ha cagionato sei vittime, o l’altra alluvione, quella metaforica a Cannes al G20. In entrambi i casi, constato solo che pezzo per pezzo l’Italia se ne va alla deriva  e che rischia di essere solo una bella cartolina illustrata di “come eravamo”.…
Continue reading

E Di Pietro dove sta?

Casini e Fini guidano le grandi manovre: poltrone ai dissidenti Pdl di Paolo Bracalini
Un gioco di squadra perfetto: in attacco i deputati di Fini, che passano la palla al presidente della Camera dietro cui c’è Casini, contenitore dei delusi Pdl. Si gioca sui numeri, ne bastano due, forse anche uno solo e salta il banco.…
Continue reading

Due pesi, due misure

Mi piacerebbe sapere dove sta ora l’onorevole Di Pietro. Perchè sarebbe lo stesso mercato delle vacche che ogni tanto denuncia alla magistratura…
Il mercato di onorevoli che non dà scandalo di Salvatore Tramontano
Sono tutti Scilipoti. Questo è un Parlamento dove i confini tra uno schieramento e l’altro non sono di granito, si viaggia, si passa, si cambia colore, casacca, c’è un traffico da autostrade di Ferragosto.…
Continue reading

Il bacio letale del Drago agli Indignados

C’è qualcosa di inquietante nel constatare che quando lo sinistra non sa che pesci pigliare, ruba il vento ai temi cari alla destra. Sta avvenendo con temi come il Debito, la finanza, la sovranità monetaria. Avesse almeno l’onestà di citare Ezra Pound o Giacinto Auriti o il grande Chesterton…Macché! Quattro slogan letti frettolosamente sul Bignami di Twitter, e via coi cortei e le occupazioni.…
Continue reading

Orgasmi finiani e non solo…

Ancora una volta Fini non è superpartes
Ancora una volta Gianfranco Fini dimostra di non essere un presidente della Camera super partes e di approfittare della sua carica istituzionale per condizionare la vita politica del Paese. Oggi sulla sua pagina pubblica di Facebook (e su Twitter) è apparsa una frase che non lascia equivoci: “Nel pomeriggio salirò al Quirinale per spiegare come sia diventato difficile, vista la situazione in cui versa la maggioranza, garantire il normale andamento dei lavori parlamentari”.…
Continue reading

Giù le mani dalle case degli Italiani!

Questa è una rapina. Pertanto prego tutti i blogger che transitano da queste parti, di non limitarsi a linkare questo post con la notizia ivi inclusa, ma di copiaincollare e  diffondere, quale che sia il loro orientamento politico. Il ragioniere di stato Monorchio di concerto con l’altro  “esperto” Salerno Aletta, hanno messo a punto un modo per raggirare l’odiosa “patrimoniale” attaccando direttamente il patrimonio abitativo  privato degli Italiani:  cioè le loro case, frutto di risparmi, rinunce e sacrifici.…
Continue reading

Per la serie "senti chi parla": la meritocrazia secondo Ale-Danno

Il sindaco pro tempore della capitale, Ale-Danno, ha tenuto a farci sapere che in futuro non ci saranno più “casi Minetti”. Per chi non lo sapesse, Nicole Minetti è l’igienista dentale del premier nonché sua presunta tenutaria di bordello, inserita all’ultimo minuto nel listino bloccato di Roberto Formigoni per non meglio specificati meriti.…

Continue reading

Gli avvoltoi

Fini: nuovo governo, con un nuovo premier. l’immagine dell’italia si aggrava. Inchiesta su escort e appalti, le opposizioni: il premier si dimetta. Il leader Idv Di Pietro: pronti a governare con Pd e Sel. Cesa (Udc): governo di responsabilità nazionale
MILANO – «Il premier si dimetta». È compatta la reazione delle opposizioni di fronte ai nuovi dettagli riguardanti Silvio Berlusconi, emersi dall’inchiesta su escort e appalti della Procura di Bari.…
Continue reading

I $oldi degli Altri

Prelevo dal blog di M. Foa questo divertente specchietto di Fausto, un lettore che è transitato anche qui su questo blog.
il 12 agosto la manovra conteneva:
– contributo di solidarietà (raddoppiato per i parlamentari)
– abolizione delle province sotto i 300 mila abitanti
– festività infrasettimanali «non concordatarie» spostate a domenica
– via gli enti di ricerca e cultura sotto i 70 dipendenti
– tredicesima degli statali a rischio per amministrazioni che non abbiano centrato i risparmi attesi
Al 3 settembre, invece, tutto cambiato:
– via il contributo di solidarietà (tranne che per parlamentari – ma non è più doppio – e dipendenti pubblici)
– abolizione delle province rimandata all’approvazione di una legge costituzionale
– ripristino delle feste del 1 maggio, 25 aprile e 2 giugno
– restano gli enti di ricerca e cultura sotto i 70 dipendenti
– la tredicesima degli statali non è a rischio.

Continue reading

L’ennesimo, inutile e dispendioso partitino

Prima, un pò di notizie riguardanti il tizio dal doppio cognome e le sue grandiose imprese finora, qui. E lui dovrebbe essere il primo a tacere sull’argomento “fallimenti“. Concordo con Calderoli, Montezemolo è una delle tante “scorregge dell’umanità“… italica.
Montezemolo in politica? E’ già tutto organizzato: in autunno vara il partito di Laura Cesaretti
Roma – Un vero e proprio «programma di governo»: è lui stesso a definire così, nei colloqui privati, quel piano in dieci punti che la sua Fondazione Italia Futura ha lanciato in questi giorni come alternativa alla manovra tremontiana.…
Continue reading