Home » Archive by categorypolitica interna (Page 61)

E noi continuiamo a sopportare ?

Grasso crede di essere il nuovo “Unto dal Signore” e si permette di alzare la voce “minacciando” di spostare la discussione sulla legge elettorale alla camera bassa (ma poi dovrà pur tornare a quella alta … alta … si fa per dire) se non verranno esauditi i desiderata del vecchio comunista che risiede al Quirinale.

Continue reading

Io voto perchè …

Negli anni settanta, durante una campagna elettorale, apparvero manifesti, studiati dal Partito Liberale Italiano, con una grande scritta: tu voterai liberale perchè.
L’idea era di produrre una seconda tornata di manifesti con tutti i perchè per cui si dovesse votare liberale.
Il vecchio PLI non ne ebbe il tempo perchè l’incivile comportamento dei comunisti, abituale in ogni elezione quando distruggono i manifesti altrui quando non cercano di impedirne l’affissione, aveva smontato la campagna con le aggiunte tramite bombolette di vernice, delle più improbabili offese.
Continue reading

Risus abundat …

La fotografia riprodotta è stata pubblicata oggi ne Il Giornale.
Si riconoscono i ministri Quagliariello, Lupi, Alfano, De Girolamo e Lorenzin, transfughi dal Centro Destra ma non dimissionari oltre all’ “imbucato”, non si sa bene a quale titolo, Schifani.
Ridono, forse compiaciuti per aver conservato la poltrona e chissenefrega se il governo di sinistra che loro sostengono assieme alle solite stampelle dei senatori a morte nominati da Napolitano ha ripristinato parte dell’imu 2013 come antipasto all’indigestione di tasse (rifiuti, sui risparmi, sulle case, sui redditi) che ci aspetta, nel dispiegamento della più feroce politica di repressione fiscale e di impoverimento sociale ed economico tipica dei regimi comunisti.
Continue reading

Grillo non é né identitario né sovranista

Con quella carta geografica dell’Europa sbarrata da una svastica, Grillo ha finalmente e definitivamente gettato la maschera. A tutta prima, senza aver letto il suo post credevo che  Grillo avesse  lanciato l’allarme nei confronti di una Ue legata alle oligarchie finanziarie. E siccome abbiamo detto dozzine di volte che il progetto europeo è totalitario,  pensavo si trattasse di questo.…
Continue reading

Nel Centro Destra non c’è posto per Alfano

Oggi un mio vecchio amico mi ha chiesto se volevo partecipare alla costituzione del circolo degli alfaniani a Bologna.
Naturalmente, conoscendomi da più di quaranta anni non è riuscito a finire la frase senza mettersi a ridere, tanto è assurda l’ipotesi, per chi mi conosce dai tempi del liceo, che io possa collocarmi a sinistra.
Continue reading

Occasione sprecata

La mozione di sfiducia individuale dei grillini contro la Cancellieri, al di là della inconsistenza e strumentalità delle motivazioni, poteva essere l’occasione per liberarsi dei “tecnici” rivelatisi peggio dei politici.
Via la Cancellieri e via Saccomanni con le loro pappagorge che danno proprio l’idea di come la casta esista solo per crapulare.
Continue reading

Forza Italia Nuova

Anni fa scrissi che il dopo Berlusconi avrebbe provocato una serie di scomposizioni e ricomposizioni del quadro politico.

La fuoriuscita di vecchie cariatidi socialiste e democristiane che hanno rotto l’unità del fu PdL nel momento in cui avrebbero potuto rilanciare in grande stile Forza Italia preparando una successione graduale a quel che l’età, più che i magistrati, rende inevitabile, ha accelerato il processo.
Continue reading

Fuori i tecnici dai governi

Il caso che coinvolge la Cancellieri è solo l’ultimo tassello di una presenza tanto ingombrante, quanto inutile: quella dei “tecnici” al governo.
Gente priva di consenso popolare, chiamati alla guida di un ministero in base ad una percezione di competenza in materia, ma che non si sa bene a chi rispondano, visto che del Popolo non si interessano, snobbando ripetutamente il dovere di presentarsi con la propria faccia per ottenere voti.
Continue reading

Adesso inventeranno il reato di populismo ?

Enrico Letta, nonostante i gravi problemi dell’Italia, sproloquia sui giornali esortando i suoi sodali europei a combattere contro il populismo crescente che vede anche (magari così fosse !) in Berlusconi e in una parte del PdL.
Dopo le leggi Scelba e Mancino, la belinata calcistica della “discriminazione territoriale” e il tentativo di introdurre reati balenghi come l’omofobia e il negazionismo che, introducendo il reato di opinione, si traducono in una limitazione della Libertà tout court, ecco che si prospetta il nuovo reato sempre di opinione: populismo !
Continue reading

Indietro tutta

Le cronache o, meglio, i pettegolezzi di cui la stampa è prodiga sul futuro del Centro Destra, si arricchisce di una nuova, interessante “notizia”: Al-Fini e Lupi sembrano essere andati a Canossa da Berlusconi, abbandonando al loro destino Quagliariello e la Lorenzin (la Di Gerolamo, no, mi pare che abbia sempre tenuto in piedi in equilibrio su due staffe e sembra proprio che ci riesca con successo).
Continue reading