Home » Archive by categorypolitica interna (Page 59)

Contro Renzi

Qualche giorno fa, Nessie  aveva commentato sui post contro Renzi, con l’auspicio che un post al giorno levi il bulletto di torno.
Purtroppo di post ne servirebbero migliaia, milioni e finchè non avremo la possibilità di votare, neppure quelli.
Vedo però che Renzi, grazie ad una martellante campagna stampa, è riuscito ad accreditarsi come “nuovo” e, addirittura, come “uno di noi”, nel senso che non avrebbe le caratteristiche del vecchio comunista trinariciuto, ma sarebbe quasi un Berlusconi collocato a sinistra.
Continue reading

Al lavoro ! Al lavoro !

Da dieci giorni il putto fiorentino non fa altro che “cinguettare”: e adesso al lavoro.
Anche ieri, dopo aver imposto le sue prime tasse-rapina, pagato, a spese nostre, il “pizzo” a Marino e nominato i sottosegretari, ha ripetuto: e adesso al lavoro.
Al lavoro ! Al lavoro !
Continue reading

Tutti gli uomini del Presidente fantoccio

Era già tutto previsto. Non  è solo il titolo di una canzonetta di Cocciante, ma la realtà. Dietro all’abusivo fiorentino stanno facendo un tifo sfegatato un po’ tutti i poteri sovranazionali: dalla Merkel, a Obama, a Tony Blair; dalla Lagarde del FMI, al Time di Fareed Zakaria. Chi è quest’ultimo?  Un pezzo da novanta dei media mainstream statunitensi.

Continue reading

Anche Grillo ha i suoi Fini e Alfano

E’ noto che non condivido la maggior parte dei contenuti di Grillo (sì all’uscita dall’euro, ma non potrei mai e poi mai condividere l’abolizione del rato di clandestinità, lo ius soli, il reddito di cittadinanza, il “matrimonio” tra omosessuali, il no alla Tav e al nucleare) mentre approvo il metodo con cui fa opposizione e lo vorrei vedere applicato anche dal Centro Destra.
Continue reading

Marchette di Renzi all’unione sovietica europea

L’europa non è nostra nemica, dice il bulletto fiorentino inopinatamente nominato presidente del consiglio e che, come tutti i Franti di questo mondo, quando trova qualcuno più minaccioso di lui si accuccia ai suoi piedi.
Padoan “Schioppan” ministro dell’economia quando, per stessa ammissione del ministro, ha incontrato Renzi una sola volta: non c’è che dire, una nomina dettata alla sillaba.
Continue reading

Non siamo il bancomat di Renzi

Mostrando una faccia da schiaffi simile a quella che ricordavo dei (pochi) emuli di Franti alle elementari e dei (troppi) lavativi e imboscati durante il servizio militare, il bulletto fiorentino ha irriso ai senatori dell’opposizione raccontando una favola lunga 71 minuti, senza alcuna concretezza.
Tutti vorremmo che lo stato pagasse i suoi debiti, così come tutti vorremmo che il “cuneo fiscale” fosse severamente tagliato.
Continue reading

Confusione creata ad arte

Cosa pensate di uno che parla veloce avendo l’obiettivo di rincoglionirvi con le sue chiacchiere ?
Che ha qualcosa da nascondere.
Può essere semplice insicurezza, ignoranza della materia o, peggio, la volontà di infliggere una stangata.
Renzi è quel commesso viaggiatore che, appena gli si consente di aprire bocca, non restituisce la parola e ci inonda di un diluvio di parole che, nel suo caso, sono discorsi, “cinguettii”, riforme inventate su due piedi come slogan e da realizzare una al mese.
Continue reading

Renzi: Yanukovich o Allende ?

I comunisti e i loro caudatari come Alfano & C. (che pare abbiano rimosso le opposizioni a ius soli e “matrimonio” omosessuale adesso che hanno conservato tre poltrone ministeriali), concedendo al putto fiorentino di controllare le Forze Armate (armate in senso lato, di tutte le Forze che abbiano in legittima dotazione armi e strutture di reparto) si sono comportati come quelli che mettessero in mano ad un bulletto di periferia una mitraglietta carica.
Continue reading

Un governo peggiore del previsto

Al peggio non c’è mai fine.
Se con Monti e Letta pensavamo di essere arrivati sull’orlo del baratro, dopo aver dovuto sopportare Dini, Prodi, D’Alema, Amato, oggi con Renzi facciamo un passo in avanti.
Per la prima volta la presidenza del consiglio, i ministeri degli esteri, della difesa (una donna !) , della giustizia saranno controllati dal pci/pds/ds/pd.
Continue reading

Nessuna concessione a Renzi

Continuo a non capire Berlusconi e il Centro Destra.
Gal si dichiara disposto a votare (11 senatori) a favore del bulletto fiorentino.
Berlusconi continua ad esprimere simpatia e disponibilità.
Libero e Il Giornale “picchiano” su tutti coloro che creano problemi al futuro “santo subito” battezzato in Arno.
Persino Lega e Fratelli d’Italia esprimono una posizione più da opposizione di Forza Italia, ma sempre molto, troppo rispettosa per il prodotto di un quiz di Mike Bongiorno.
Continue reading