Home » Archive by categorypolitica interna (Page 4)

L’imbroglio elettorale

Bruno Vespa è, notoriamente, il megafono del potere.
Di chiunque sia al potere pro tempore.
Così i suoi editoriali ne Il Resto del Carlino QN sono emblematici della volontà che pervade le consorterie che quel potere detengono per interposta persona.
E l’editoriale o il corsivo, chiamiamolo come si vuole, di Bruno Vespa di sabato 1 aprile dice chiaramente che il “cuore” (cioè il portafoglio) delle consorterie batte per l’alleanza contro natura tra Berlusconi (che evidentemente pensano abbia “imparato la lezione” dopo che lo avevano destituito) e Renzi.

Continue reading

Sull’affidabilità di Forza Italia

Ma se Cecchi Paone dovesse rappresentare le idee di Forza Italia, dopo la sua piazzata contro la Meloni a Quinta Colonna, dopo il suo appiattimento sulla Germania e sul soviet, allora risolverebbe tutti i dubbi sulla posizione del partito di Berlusconi.

Forza Italia infatti sarebbe da considerare totalmente inaffidabile.

Continue reading

Eppur si muove

La stampa serva e servile ha l’ordine di mettere sotto i riflettori la “grande espressione di democrazia” (sic!) dei cattocomunisti con le primarie malamente scimmiottate dalla parte peggiore degli Stati Uniti e le inettitudini dei grillini che, secondo i sondaggi, sono il primo partito italiano.

Così come ha l’ordine di mettere il bavaglio e far calare il velo del silenzio sul Centro Destra, tranne quando deve obbligatoriamente riferire di Salvini, che andando sopra le righe, obbliga persino i giornalisti con museruola e guinzaglio a darne conto sperando di danneggiarlo o di operazioni che vanno contro il Centro Destra stesso come la svolta a sinistra di Alfano e dei suoi compari.

Continue reading

Gentiloni a caccia di soldi (ma non per noi)

Gentiloni sembra sempre più il clone gentile di Renzi.
Con il suo tono soporifero e la faccia che si ritrova, tende ad addormentare l’interlocutore, creando un falso clima di sicurezza.
In realtà agisce come e peggio, perchè più subdolamente, del bulletto di Rignano e questo ci conferma che al peggio non c’è mai fine.

Continue reading

Affiora un indecente connubio

Forza Italia non voterà la sfiducia al ministro Lotti, fedelissimo di Renzi e, in tal modo, farà mancare i voti necessari a mettere in crisi Renzi e il governo Gentiloni per andare con ogni rapidità alle urne.
Lo hanno esplicitamente detto gli esponenti più compromessi con la sinistra, Romani e la Carfagna, con quest’ultima che, senza alcun pudore, ha rilasciato dichiarazioni contro i “populisti” degne di una qualsiasi Boldrini.

Continue reading

Nel pd il peggio dell’arco costituzionale

Con un “uno-due” impietoso la magistratura torna ad invadere il campo della politica (non che l’avesse mai abbandonato …) inguaiando il pci/pds/ds/pd.
Personalmente ritengo che la politica dovrebbe ripristinare la propria supremazia e lo potrebbe fare solo rivoluzionando la magistratura con l’elettività dei procuratori in modo che rispondano al Popolo delle loro scelte e la nomina dei giudici tra avvocati, giuristi e docenti di diritto di esperienza e chiara fama, abbandonando il reclutamento attraverso il concorso da dipendenti pubblici.

Continue reading

La Meloni sembra aver le idee chiare

Oscurata dagli starnazzamenti della sinistra e dalla apologia del suicidio “assistito”, è stato dato poco risalto alla intervista di Giorgia Meloni a Maria Latella su Sky Tg 24.
Mi dispiace non averla guardata, non sapevo che ci fosse in quanto la pubblicità ricordava solo l’intervista a Speranza, di cui non poteva fregarmi alcunchè.

Continue reading

Svegliamoci !

Bene ha fatto Salvini a mettere a disposizione dei due dipendenti Lidl, ora persino sospesi, che hanno rinchiuso in un gabbiotto due zingare sorprese c’è chi dice a rovistare nella spazzatura del supermercato e c’è chi dice a razziare piccoli oggetti in attesa di essere collocati nei magazzini o negli scaffali, l’assistenza legale.

Continue reading

Farsa comunista

Se di partiti comunisti, anche sotto falso nome, ve ne sono uno, due, dieci o cento, a me non importa nulla.
Per questo condivido l’opinione di Salvini che ha dichiarato di avere il voltastomaco ogni volta che i media si mettono a fare le loro marchette raccontando vita , morte e miracoli dei vari burocrati del pci/pds/ds/pd e assimilabili.

Continue reading

Adesso siamo anche "eurofobici"

Nella loro disperata, patetica e ridicola corsa ad affibbiarci epiteti ingiuriosi (ma che poi si rivelano altrettanti boomerang) la sinistra antinazionalista, gabelliera, serva del soviet europeo e immigrazionista, ha coniato un nuovo termine: eurofobico.
Passati di moda i “Fascisti“, “neo Fascisti“, “Nazi Fascisti“, senza alcun seguito “sessista” e “omofobo“, privi di efficacia, anzi esaltati e rivalutati dal loro abuso “populista“, “razzista” e “xenofobo“, ecco spuntare la madre di tutte le accuse: siamo contro l’europa dei banchieri e del soviet di Bruxelles rappresentato da Juncker e, in Italia, dai vari esponenti di quello che fu l’infame “arco costituzionale” che ebbe nel pci, nella dc e nel piccolo psi gli elemti trainanti ora amorevolmente (?) uniti (?!?) nel pci/pds/ds/pd.

Continue reading