Home » Archive by categorypolitica interna

Lo stellone del Cavaliere

Avete notato che è tornato di moda Berlusconi ?Apparizioni televisive, interviste, riabilitazioni politiche e, per finire, pure il rientro di qualche decina di milioni che si era precedentemente accaparrati la ex moglie.Poi, ancora, buoni risultati elettorali e una prospettiva da king maker per il dopo elezioni.Che, poi, è quello che mi preoccupa vista la sua evidente ed insana simpatia per Renzi.

Continue reading

Non cadiamo nella trappola del politicamente corretto

Ho letto una brevissima intervista con il leader di Casapound di Ostia, nella quale invita i suoi elettori a non votare nessuno al ballottaggio di domenica 19 novembre perché il Centro Destra si vergognerebbe di loro.
Errore.
Se Casapound non voterà la candidata del Centro Destra, vincerà la grillina, anche sull’onda emotiva orchestrata dopo il naso rotto di un giornalista rai.

Continue reading

Solo gli Elettori decidono chi è impresentabile

Gli sconfitti non si rassegnano, così gioiscono quando qualcuno di parte avversa viene arrestato, mentre pretendono garantismo (e magari cambiano i propri regolamenti) se ad essere indagato è qualcuno dalla loro parte.
Dopo il voto siciliano che ha visto prevalere il candidato di Centro Destra Nello Musumeci (credo in quota Fratelli d’Italia), un eletto dell’Udc è stato messo agli arresti domiciliari per presunta evasione fiscale.

Continue reading

Attenzione ai colpi di coda

I Romani ne avevano viste di tutti i colori e la loro esperienza, tradotta in un agile brocardo, ci viene sempre ad ammonire: in cauda venenum.
Il veleno è nella coda e, ormai, siamo ai titoli di coda di una legislatura in cui la sinistra ha fatto il bello e brutto tempo con tre suoi esponenti (Letta, Renzi e Gentiloni) a palazzo Chigi esattamente come accadde nella disastrosa legislatura 1996-2001 (Prodi, D’alema e Amato) che riconsegnoò una grande maggioranza al Centro Destra, facendo risorgere, alla grande, Berlusconi.

Continue reading

Le consorterie spingono verso l’inciucio

Leggere i quotidiani e ascoltare i giornali radiotelevisivi ci consente di capire dove vorrebbero spingere l’Italia le consorterie affaristico finanziarie, la Spectre mondiale che ha nell’unione sovietica europea, nell’FMI, nella Banca Mondiale i propri kapò.
Preso atto della incapacità degli uomini da loro investiti del ruolo di vicere italiani (da Monti a Prodi a Renzi) di imbrogliare il Popolo fregandolo con il suo consenso elettorale, si sono adattati al piano “B” che, casualmente, significa anche “Berlusconi”.

Continue reading

Vittoria dei moderati? No, grazie!

C’è una frase che ricorre in queste ore sui titoli dei giornali (e del Giornale) dopo lo spoglio che sancisce la vittoria del centro-destra in Sicilia: “Vittoria dei moderati“.

Moderati?!? Una crisi di questa portata che dura da quasi 10 anni  messa in atto bell’apposta,  con punte esasperate dal 2011 ad oggi, e con quattro governi non eletti e imposti “dal Presidente”,  sarebbe forse “qualcosa di moderato”?…
Continue reading

Chi l’avrebbe detto un anno fa ?

In Sicilia ed a Ostia il pci/pds/ds/pd di Renzi ha collezionato altre due sonore sberle.
Ormai non si contano più.
Eppure, fino a meno di un anno fa sembrava che Renzi dovesse fare polpette di chiunque lo contrastasse.
D’alema e Bersani erano stati emarginati nel loro stesso partito, Berlusconi era stato fregato almeno tre volte dalle furbizie del bulletto di Rignano che aveva anche fatto stare definitivamente sereno e all’estero Letta.
Continue reading

Si scelga su Valori, Progetti, Idee

Mentre siamo in attesa di conoscere l’esito delle elezioni in Sicilia ed a Ostia, si scaldano i motori per la campagna delle politiche.
La stampa serva preferisce, comodamente, puntare sulle contrapposizioni personali e va in brodo di giuggiole per il dibattito tra Renzi e Di Maio, tra due personaggi, cioè, di cui non si conosce alcun merito lavorativo e che hanno “trovato l’America” con la politica.

Continue reading

Colpi bassi di fine legislatura

Come nelle migliori situazioni di guerra (e questa lo è anche se attuata con “altri mezzi” e non dichiarata ) i periodi peggiori avvengono quando sta per finire. Il governo Gentiloni sta per avviarsi a fine legislatura. Ma non possiamo permetterci di tirare il fiato. Le cose peggiori ci verranno riservate entro la fine dell’anno, magari sotto l’albero di Natale: ius soli ed eutanasia con nome camuffato in qualcos’altro (legge di fin di vita, testamento biologico, biotestamento e/o altro eufemismo).

Continue reading

Anche Salvini doma la Latella

Sky Tg 24 è notoriamente schierato con Renzi.
I suoi servizi giornalistici sono costantemente orientati a difenderne l’operato governativo, ad accentuare i “successi” (come certi dati Istat) e ad occultarne gli scivoloni, le sconfitte e certi altri dati Istat.
I giornalisti italiani pretendono di essere considerati al di sopra delle parti e chiedono che venga loro riservato il monopolio dell’informazione (si battono infatti per mettere dei paletti alla libertà di internet) ma in realtà sono politicamente schierati e difendono tesi di parte (provare a leggere gli editoriali di Bruno Vespa al sabato sul Carlino, per credere).

Continue reading