Home » Archive by categorypolitica estera (Page 24)

Villaggio italia, vacanze all inclusive

Lampedusa, per gli immigrati in arrivo c’è posto solo negli alberghi dell’isola. Mentre alto commissariato Onu per i rifugiati e sindaco chiedono la riapertura del centro di accoglienza MILANO – In attesa che arrivino in massa si decide di non decidere e per i disperati che attraversano il Canale di Sicilia c’è posto solo in albergo o nei villaggi turistici.…

Continue reading

S ricomincia…

… e ricomincia l’ “accoglienza” forzata. Se un anno fa era la volta di tunisini, marocchini e nord africani, stavolta arrivano addirittura da somalia e corno d’africa… e, come al solito, noi dobbiamo prenderceli a forza, perchè l’onu, perchè l’europa e perchè i terzomondisti hanno deciso per noi.Lampedusa torna l’emergenza, 5 morti.…

Continue reading

Toh, la Goldman sachs

Lettera di un banchiere al New York Times. «Pensano soltanto a fare soldi. Ecco perchè lascio Goldman Sachs». «Ambiente tossico. Arricchirsi unico credo. I clienti? Pupazzi». La replica del numero uno del colosso bancario: «Falso» MILANO – Lettera choc al New York Times di un banchiere dimissionario sulla vita in Goldman Sachs una delle prime banche d’affari nel mondo, il gruppo finanziario che ha dato tanti “tecnici” ai governi americani (e non solo americani), in particolare all’amministrazione Obama, a partire da Tim Geithner, il ministro del Tesoro.…

Continue reading

Dall’india

Marò, l’armatore si difende E gli indiani ora chiedono la testa del comandante. La società proprietaria della Enrica Lexie: “Attraccare era l’unica cosa da fare”. La famiglia dei pescatori chiede l’arresto del comandante della nave di Clarissa GiganteDopo le dichiarazioni del ministro degli Esteri, Giulio Terzi, secondo cui a consentire ed autorizzare il rientro in acque indiane della Enrica Lexie era stato innanzitutto l’armatore, ora Luigi D’Amato, presidente della Dolphin Tanker e della Fratelli D’Amato e proprietario della nave, si difende.…

Continue reading

La censura della Divina Commedia

Incarcerate Dante che è pericoloso e diseducativo! Ah, no… Dante è da mò che è morto… e allora, si dia fuoco alla Divina Commedia, si fa prima…

In alternativa alcune parti del capolavoro andrebbero espunte dal testo. «Dante antisemita e islamofobo. La Divina Commedia va tolta dai programmi scolastici». L’accusa di Gherush92 organizzazione di ricercatori consulente dell’Onu.MILANO – La Divina Commedia deve essere tolta dai programmi scolastici: troppi contenuti antisemiti, islamofobici, razzisti ed omofobici.…

Continue reading

Sulle banche, affari e strozzinaggio

Andare in rosso sul conto corrente costa 50 euro al giorno.Quello che non si dice sugli affari delle banche. Un dossier europeo rivela che i costi dei conti correnti italiani sono i più salati Ma Bankitalia sostiene l’opposto. Gli stratagemmi applicati sulle commissioni di Renato Brunetta Si tranquillizzino i lettori e i banchieri che dovessero, per caso, imbattersi in questa lettura.…

Continue reading

Figuracce e arroganza del ministro in loden

Politica estera da horror tutti i pasticci di Monti. Dai marò al caso Urru fino al blitz in Nigeria, il mese nero della Farnesina. L’Italia in politica estera conta zero E’ il mese nero della Farnesina targata Giulio Terzi. Un mese da dimenticare, che si è aperto con l’arresto dei due marò ostaggi dell’India dallo scorso 15 febbraio, è proseguito con le notizie sulla liberazione poi smentita della cooperante Rossella Urru rapita in Algeria, e quindi con l’uccissione in Nigeria dell’ingegnere italiano Franco Lamolinara.…

Continue reading

Prestigio e credibilità…

Dopo la caduta del satiro-dittatore e l’arrivo di Mario Monti e i suoi uominicchi in loden, l’italia ha riavuto prestigio e credibilità nel mondo… Qui e anche Qui. E, nel frattempo che i nostri due soldati aspettano di poter continuare a vivere o di morire, il ministro Terzi (colui che li dovrebbe seguire) sfrutta come può, tutti i privilegi che ha acquisito da quando ha messo piede dentro montecitorio… tanto, a lui dei soldati che gliene frega?…

Continue reading

L’irlanda, il referendum e il fiscal compact

L’irlanda di nuovo al referendum. SE non dovesse accettare il fiscal compact (ossia la morte totale della tigre celtica), l’unione europea imporrà un nuovo referendum per fare in modo che il fiscal compact venga accettato a forza. Infondo, gli ultimi referendum che sono stati fatti in irlanda, andavano contro la ue e poi… bhe, poi le cose sono cambiate.L’Irlanda va al referendum sul ‘fiscal compact’ e l’UE trema (di nuovo)…

Continue reading