Home » Archive by categorymagistratura (Page 14)

Coop, Esselunga, togherosse e censura

Le toghe danno ragione alle Coop: censurato il libro Falce e Carrello di Francesco Maria Del Vigo
Milano – Guai a chi tocca le cooperative: la guerra della mozzarella finisce nelle aule di tribunale. Ve lo ricordate il libro Falce e Carrello? Il volume, pubblicato nel 2007, fece molto scalpore: era la denuncia di Bernardo Caprotti, fondatore del gruppo Esselunga, nei confronti della politica che attraverso le cooperative mette le mani sulla spesa degli italiani.…
Continue reading

Un cruciverba per il Cavaliere

Locandina dell'omonimo porno-film

Orizzontali –  L’inizio del Bunga Bunga: BUN.

Ora nel bel mezzo della crisi finanziaria, ce n’ è un’altra: Berlusconi si attribuisce il  merito di un’intera manovra che  è, a detta sua,  un “capolavoro”. Che modestia, però! Avrebbe almeno potuto dire noi, visto che si tratta di una squadra governativa e che Tremonti superministro dell’Economia non ancora spacchettata, ne è l’artefice numero uno. …

Continue reading

Genova è in preda al disordine

Che in determinate zone della nostra città, la sicurezza sia diventata un problema a causa di episodi ripetuti che lasciano intendere che la situazione tenda ad andare fuori controllo, è un dato di fatto. Purtroppo i fatti sono soggetti a interpretazioni del tutto diverse e pertanto non pochi genovesi appaiono scettici.…

Continue reading

Imbecillità terzomondiste e multikulti

Il giudice mette al bando la parola extracomunitari: “Espressione negativa”
Savona – Quando si parla di immigrazione, e in generale di categorie deboli della popolazione, bisogna sempre confrontarsi con lo spinoso problema dell’uso dei termini. Così, all’insegna del politically correct, il procuratore di Savona Francantonio Granero ha deciso di chiedere a tutti i dipendenti degli uffici di polizia giudiziaria e alle forze dell’ordine di non usare più la parola “extracomunitario”.…
Continue reading

La bilancia della giustizia si è rotta

Verrebbe da chiedersi se in Italia la bilancia della giustizia sia scassata, o se siano gli uomini addetti alla pesa inclini ai due pesi e alle due misure. La risposta ha la sua importanza. Le garanzie, e la Giustizia rientra tra queste, costituiscono le basi di un sistema di democrazia liberale.…

Continue reading

Leggi e magistrature italiche

La bigamia dell’immigrato adesso è lecita. Santanché: “L’Italia non diventi un califfato” di Manila Alfano
«È chiaro. Si sta avverando quello che Oriana Fallaci aveva già previsto: la trasformazione dell’Europa in Eurabia. L’invasione degli immigrati ci sta schiacciando. Si sottraggono alle nostre leggi fondamentali. Non possiamo restare a guardare in silenzio.…
Continue reading

Sei parlamentari che vogliono il doppio stipendio.

Mentre i cittadini si preparano a subire le conseguenze di una manovra lacrime e sangue, c’è in Sicilia un piccolo esercito bipartisan di 6 parlamentari che ha fatto ricorso alla Corte dei Conti perché non vogliono perdere la pensione da consigliere regionale che è stata loro tolta perché non cumulabile con lo stipendio di parlamentare.…
Continue reading

Sul divieto di indossare burqa e niqab

… ma sarà che i musulmani moderati non esistono proprio?
I musulmani moderati italiani si lamentano di media e tv che danno spazio solo ai fanatici di Dimitri Buffa
E’ una “vexata quaestio” in Italia, quella di dare spazio in tv e sui giornali quasi esclusivamente ai fanatici dell’Islam piuttosto che alle voci dei moderati che parlano di integrazione, amore e armonia tra i tre monoteismi.…
Continue reading

Difendere i risparmi dal fabbisogno statale

Come era prevedibile, il pregiudizio derivante dagli interessi corporativi (politici, industriali e finanziari) ha fatto sì che il discorso del Premier trovasse una eco critica sulla maggior parte della stampa (quella orientata a sinistra e che nei giorni scorsi ha coperto di elogi l’Amato che, nottetempo, trafugò lo 0,6 per mille dai nostri conti correnti nel 1992).…
Continue reading

Indagato…

… peccato che ancora non si sappia per quale motivo sarebbe indagato. Che ha fatto? Ha forse ammazzato, derubato, seviziato o stuprato qualcuno? No, ha semplicemente detto la sua. Ma di questi tempi pare che bisogna stare attenti a come si parla. Inoltre, su segnalazione della sempre attenta ed efficiente Maria Luisa, neurodeliri, ossia, qualcuno pretende di far tacere l’opinione pubblica che la pensa diversamente: “Basta silenzi, i politici devono agire, c’è troppo odio contro gli immigrati“.…
Continue reading