Home » Archive by categorymagistratura (Page 13)

Il partigiano Ingroia

Ingroia si confessa dai comunisti: “Mi sento un magistrato partigiano” di Domenico Ferrara
Lo abbiamo visto partecipare ai convegni di partito, stringere la mano al presidente della Camera Gianfranco Fini, intervenire alla manifestazione dell’Idv di Di Pietro e Travaglio contro il bunga bunga per sbeffeggiare Berlusconi, sedersi sullo scranno di Annozero insieme con Ciancimino, parlare dal palco delle festa bolognese della Fiom.…
Continue reading

Due pesi due misure…

Di Pietro ricorre ai pm: Berlusconi continua a comprare parlamentari di Andrea Indini
Se un parlamentare del Pdl passa ai futuristi di Gianfranco Fini o ai centristi di Pier Ferdinando Casini, piovono gli applausi e i complimenti da un’opposizione che spera in continuazione che a Silvio Berlusconi venga a mancare alla Camera o al Senato la maggioranza.
Continue reading

L’ennesimo imbecille che non pagherà

Catania, il Gip scrive la sentenza in ritardo: nove condannati per mafia tornano in libertà di Mariateresa Conti
Non sono i tempi biblici di Edi Pinatto, il giudice-lumaca per antonomasia che per scrivere una sentenza ha impiegato ben otto anni, e infatti, unicum nel panorama delle toghe che di solito si salvano a vicenda, è stato condannato (otto mesi, pena sospesa) e radiato dall’ordine giudiziario.…
Continue reading

Sulla magistratura italiana

Ripubblico il post dove c’è il link dell’intervista al giudice (ormai ex, credo) Edoardo Mori che ha scelto di andare in pensione perchè “tra i suoi colleghi c’è troppa idiozia“.
Processo Meredith: Csm e Anm contro Alfano. La difesa: “Volevano un colpevole a tutti i costi” di Chiara Sarra
Perugia – Amanda e Raffaele sono innocenti, secondo la Corte d’appello del Tribunale di Perugia, ma la loro libertà dopo quattro anni dall’omicidio di Meredith Kercher infiamma il dibatto sulla giustizia italiana.…
Continue reading

Sentenze… e magistratura

La prima sentenza. E la seconda sentenza. Attenzione, sono due casi diversi tra di loro… ma entrambi i casi fanno riflettere sul fatto che c’è più di qualcosa che non va nella magistratura italiana.
Continue reading

Giustizia, tremenda giustizia!

In queste ore c’è una domanda che aleggia in tutti noi. Una domanda a cui la macchina giudiziaria non è stata in grado di fornire una risposta esauriente. Ci chiediamo cosa sia accaduto veramente in quella maledetta sera, tra l’uno e il due novembre  del 2007, in quella casa, in Via della Pergola, a Perugia.…

Continue reading

Coop, Esselunga, togherosse e censura

Le toghe danno ragione alle Coop: censurato il libro Falce e Carrello di Francesco Maria Del Vigo
Milano – Guai a chi tocca le cooperative: la guerra della mozzarella finisce nelle aule di tribunale. Ve lo ricordate il libro Falce e Carrello? Il volume, pubblicato nel 2007, fece molto scalpore: era la denuncia di Bernardo Caprotti, fondatore del gruppo Esselunga, nei confronti della politica che attraverso le cooperative mette le mani sulla spesa degli italiani.…
Continue reading

Un cruciverba per il Cavaliere

Locandina dell'omonimo porno-film

Orizzontali –  L’inizio del Bunga Bunga: BUN.

Ora nel bel mezzo della crisi finanziaria, ce n’ è un’altra: Berlusconi si attribuisce il  merito di un’intera manovra che  è, a detta sua,  un “capolavoro”. Che modestia, però! Avrebbe almeno potuto dire noi, visto che si tratta di una squadra governativa e che Tremonti superministro dell’Economia non ancora spacchettata, ne è l’artefice numero uno. …

Continue reading

Genova è in preda al disordine

Che in determinate zone della nostra città, la sicurezza sia diventata un problema a causa di episodi ripetuti che lasciano intendere che la situazione tenda ad andare fuori controllo, è un dato di fatto. Purtroppo i fatti sono soggetti a interpretazioni del tutto diverse e pertanto non pochi genovesi appaiono scettici.…

Continue reading

Imbecillità terzomondiste e multikulti

Il giudice mette al bando la parola extracomunitari: “Espressione negativa”
Savona – Quando si parla di immigrazione, e in generale di categorie deboli della popolazione, bisogna sempre confrontarsi con lo spinoso problema dell’uso dei termini. Così, all’insegna del politically correct, il procuratore di Savona Francantonio Granero ha deciso di chiedere a tutti i dipendenti degli uffici di polizia giudiziaria e alle forze dell’ordine di non usare più la parola “extracomunitario”.…
Continue reading