Home » Archive by categoryislam

Su Barcellona

“Non ci faremo prendere dalla paura, le nostre vite continueranno comunque”. La Incontrada (in un tweet) dice che le sue lacrime grondano sangue (che cazzo significa?), Madonna è andata in chiesa in puglia (dove stava in vacanza) a pregare… La Lucarelli in un post delirio dice che la colpa è nostra… Oggi, nella Sagrada Familia si prega per la pace… Gentiloni vuole accelerare sullo ius soli, secondo lui, è la soluzione di tutti i mali.…
Continue reading

Sull’immigrazione selvaggia

La polizia tedesca ordina: non dite la verità sul terrorismo islamico di Marcello Foa
Il Corriere del Ticino, principale testata del gruppo che dirigo, ha pubblicato questa mattina un documento riservato del Bundeskriminalamt (BKA) la Polizia criminale tedesca. Si intitola «Come agire in presenza di attacchi terroristici» e contiene le linee guida sulle informazioni da trasmettere alla stampa in queste circostanze.…
Continue reading

Sadiq Khan e la sicurezza…

Sadiq Khan dice che il problema è l’ondata antimusulmana a Londra… Deve difendere i suoi correligionari. Finché sono morti i non musulmani,  il sindaco taceva e non condannava, era tutto normale, secondo lui e bisognava abituarsi all’idea che in una grande città, possono accadere simili attentati. Morto un musulmano, bisogna difendere tutti i musulmani di Londra dall’ondata di odio antiislamico e chiede più sicurezza.
Continue reading

Qualcuno con un pò di cervello…

L’ex Smith, dopo la strage al concerto di Ariana Grande, si è scagliato contro i poteri forti: “Theresa May dice che attacchi come questi ‘non ci spezzeranno’, ma la sua vita è in una bolla antiproiettile. La regina non ha neppure cancellato il ricevimento”
“Facile per i politici dirci di ‘non aver paura’ ma qui la gente muore”: l’ex leader degli Smiths, Morrissey, va controcorrente rispetto alla retorica dell’essere forti che pervade la Gran Bretagna in queste ore dopo la strage avvenuta al concerto di Ariana Grande, a Manchester.…
Continue reading

Trump piegato da Obama

Nel giro di poche settimane ci sono stati ben tre attentati islamici: a Londra, a San Pietroburgo e in ultimo, nella civilissima e multiculturale Stoccolma. E si continua a parlare di integrazione… Ma, come disse il sindaco musulmano di Londra? Bisogna accettare che nelle grandi città europee accadano questi fatti. E si dimenticò di condannare…
Attenti: hanno normalizzato Trump di Marcello Foa

Verrebbe da dire: c’era una volta Trump.

Continue reading

Sull’attentato di San Pietroburgo

Per i precedenti attentati, tutti si sono vestiti delle bandiere degli altri stati, tutti hanno pianto, si sono indignati, hanno fermamente condannato rendendosi talora assolutamente ridicoli. le tv, tante tv, hanno fatto scorrere a random, migliaia di immagini di corpi, di caos, di sangue e di macerie, di fiori, di lumini, di pianisti e di gessetti colorati.…
Continue reading

Sull’attentato di Londra

Bufera sul sindaco musulmano. “Non condanna gli integralisti”. Non nomina mai l’Isis e i jihadisti. E il mondo si indigna per le frasi di Khan. Attaccato anche dal figlio di Trump di Valeria Robecco

A ventiquattr’ore dall’attacco terroristico che ha di nuovo insanguinato Londra è il primo cittadino della capitale britannica Sadiq Khan a finire al centro dell’attenzione.

Continue reading

Governo Gentiloni.

Governo Gentiloni: chi ben comincia…Ministro Istruzione: Valeria Fedeli. Elementari e Medie, fatte. Di più, nin so…Ma non si dimette.Ministro Lavoro: Giulio Poletti. Insulta i giovani che vanno a lavorare all’ estero. Ma non si dimette.Ministro Interni: Marco Minniti. Fornisce nome e cognome dei 2 eroici poliziotti protagonisti contro l’ assassino islamico di Berlino.

Continue reading

ULTIMA ORA sulla morte del terrorista Amri.

Aperto un fascicolo sui 2 agenti che hanno ucciso la Risorsa tunisina a Sesto San Giovanni, Avrebbero dovuto infatti scortarlo, dopo averlo rifocillato, consegnandogli una scheda telefonica ed i primi 35 euro per le prime spese, verso un Centro di Prima Accoglienza. L’ ANPI ha preso le distanze dall’ uso delle armi, che dovrebbero essere gestite solo dai Tribunali del Popolo.

Continue reading

A favore dell’islam, in silenzio…

La notizia dal facebook di Sherif El Sebaie: “L’Italia è pronta a riconoscere ufficialmente e regolare la presenza della religione islamica senza passare per la via maestra prevista dall’articolo 8 della Costituzione dell’intesa con la confessione religiosa (quella che regola i rapporti con la Chiesa cattolica e con gli altri culti ammessi).
Continue reading