Home » Archive by categoryimmigrazione (Page 6)

#Stopinvasione

Nonostante la maggioranza degli Italiani manifestino parere opposto, gli immigrazionisti come la Boldrini, Alfano e ora persino Mattarella (che dovrebbe rappresentarci tutti, ma rappresenta solo una fazione minoritaria) straparlano, offendendo i nostri Morti.
In occasione dell’anniversario della strage di Marcinelle, costoro si sono distinti per aver fatto la marchetta all’accoglienza, paragonando gli Italiani che sono morti nel mondo lavorando, creando ricchezza, per dare un futuro alla nostra Patria, ai clandestini che arrivano in Italia con taxi pagati da noi e qui vengono mantenuti, alloggiati, nutriti, curati e istruiti.

Continue reading

Eugenio Scalfari, il meticciato e il piano Kalergi

Poi uno si domanda perchè ste bestie siano purtroppo ancora vive… bisognerebbe appenderle a testa in giù, in pubblica piazza e senza uno straccio di processo. Non sarebbe l’unico perchè la lista è lunga: Boldrini, Gentiloni, Fonzarelli, Mattarella… una sola piazza non basterebbe a contenerla e a contenere le forche.

Continue reading

Una medaglia per Defend Europe

Se l’italica magistratura, solitamente molto prudente quando deve stuzzicare gli ambienti di sinistra, si è mossa contro le ong a prescindere dal codice Minniti (che vorrei mi si spiegasse a cosa serve, visto che è di ieri la notizia che è stato impedito alla nave di medici senza frontiere di attraccare a Lampedusa, ma i clandestini vi sono stati ugualmente trasportati da due navi della nostra guardia costiera … e allora a cosa serve impedire l’attracco se il “carico” viene comunque consegnato ?

Continue reading

Le mezze misure non servono

Assistiamo quotidianamente agli sbarchi di orde di clandestini che, poi, vengono fatte sciamare per l’intero territorio nazionale, imponendone la presenza, con la forza, anche a quelle popolazioni che non ne vogliono sapere.
Il codice per le ong, peraltro sotoscritto solo da una minoranza, non è chiaro sulle sanzioni e la “missione” navale è tale ma “solo un po’”.

Continue reading

Ma allora cos’è cambiato ?

I media di regime hanno fatto l’ennesima marchetta al governo, strombazzando circa il “giro di vite” contro le ong che non hanno firmato il debole codice di condotta, portando come esempio l’ispezione condotta sull’imbarcazione di una ong tedesca.
Tra le righe hanno dovuto dar conto del fatto che i due clandestini a bordo sono stati prelevati dalla nostra Guardia Costiera e portati in un centro … in Italia.L’imbarcazione è stata poi posta sotto sequestro ma per fatti antecedenti sui quali era già in corso un’inchiesta.…
Continue reading

Gentiloni in ginocchio anche davanti alle ong ?

La lettura dei quotidiani e l’ascolto dei teleradio notiziari non mi hanno risolto il dubbio.
Il famigerato “codice per le ong” è l’ennesimo ruggito del topo o è un inusuale squillo di tromba ?
Ho ascoltato solo esponenti delle ong che, con tono ultimativo, affermavano come il trasbordo dei clandestini su altre navi fosse obbligatorio perché le navi ong sono troppo piccole.

Continue reading

Un governo da operetta

Nel suo editoriale domenicale il direttore de Il Resto del Carlino è stato sin troppo generoso con Gentiloni e il suo governo, parlando di “bluff”.
Il topolino partorito dopo le roboanti affermazioni sulla missione navale nelle acque libiche era atteso.
Quella che doveva essere la missione risolutiva per bloccare l’invasione, appare come l’ennesima bufala di un governo che riesce solo a produrre obblighi (sui vaccinj sottraendo i figli alla legittima potestà dei genitori), divieti (con leggi repressive della libertà ma solo degli Italiani) e sanzioni (per chiunque esprima opinioni che potrebbero stimolare una ripresa della Identità e dell Orgoglio Nazionale).

Continue reading

Punire l’arroganza delle ong

Le ong (organizzazioni non governative) autoproclamandosi benefattrici dell’umanità, credono di essere al di sopra delle leggi e delle Nazioni.
Così, da quando è iniziata la folle corsa a mandare clandestini in Italia, quelle organizzazioni si sono poste in primo piano nello scaricarci immigrati, affinando la tattica per aumentare sempre più la “produzione”.

Continue reading

I negrieri si sono ribellati…

La rivolta degli scafisti di Marco Cedolin

Neppure il nuovo codice di condotta pesantemente annacquato e recentemente stemperato in tutti i suoi punti più salienti, per compiacere la galassia delle associazioni nazionali ed internazionali che sulla tratta dei migranti costruiscono il proprio reddito, sembra soddisfare lo smodato appetito delle ONG. Oggi in una riunione a porte chiuse, durata quasi due ore, tra le organizzazioni non governative impegnate nelle operazioni di ricerca… e soccorso nel Mediterraneo e i funzionari del ministero dell’Interno, le ONG interessate hanno infatti contestato con veemenza quanto non imposto, ma semplicemente proposto nel nuovo codice.

Continue reading

I sottomessi

Lunedì mattina a Radio anch’io trattavano la questione delle nuove violenze a Gerusalemme.
Semplifico il tema, per come lo vedo io, perché non è la ragione del presente commento.
Gerusalemme è la capitale storica degli ebrei che furono dispersi dopo la ribellione contro i Romani.
Adesso è legittimamente la loro capitale.

Continue reading