Home » Archive by categoryimmigrazione (Page 3)

Vacanze con sogno

Prima notte di vacanza e primo sogno roseo.
Gli Italiani, all’ennesima presa per i fondelli del governo di sinistra consisente in un aumento del debito pubblico per pagare i costi di accoglienza di decine di migliaia di clandestini, finalmente si ribellano.
Prendono d’assalto gli hotel a cinque stelle dove i clandestini sono alloggiati come satrapi a spese nostre, requisiscono tutte le navi delle ong dove caricano tutti gli immigrati e li riportano in Africa, chiudendo quindi ermeticamente ogni porto di partenza.

Continue reading

L’uomo venuto dal Kremlino

Alla fine degli anni sessanta (o primi settanta) Anthony Quinn fu protagonista di un film che Bergoglio, Galantino e i loro sodali dovrebbero guardare attentamente perchè ne avrebbero solo da imparare.
Il film era “L’uomo venuto dal Kremlino” ed era tratto da un romanzo di Morris West.
La trama, molto semplice e perfettamente parametrata sull’epoca della guerra fredda, quando il comunismo sembrava inarrestabile, narra di una crescente tensione tra l’Occidente e la Russia, con una Cina sempre più povera, affamata, che si affacciava con il suo miliardo (allora) di persone sulla scena mondiale.

Continue reading

Bonino e gli immigrati

Ho trovato un commento interessante su un post di Maurizio Blondet che trattava altro argomento. E rendetevi conto, qualora non lo avreste già fatto, in che mani siamo…
La senatrice Emma Bonino è ora impegnata nella raccolta delle firme per la legge di iniziativa popolare, dal titolo “Nuove norme per la promozione del regolare permesso di soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari”.
Continue reading

La bugia sull’isolamento di Trump

Il vertice G20 di Amburgo senza alcun epocale accordo.
Sul commercio, la dichiarazione finale contiene una petizione di principio per il libero scambio e un’altrettanto scontata e sacrosanta affermazione sul diritto degli stati di difendere la propria produzione dalle pratiche commerciali scorrette.
In parole povere se in Cina e altrove il costo del lavoro è un decimo di quello delle nazioni occidentali perchè c’è un regime tirannico che schiavizza i lavoratori e, quindi,i prodotti (peraltro di qualità inferiore) costano un decimo dei nostri, è legittimo imporre dazi che riequilibrino la concorrenza.

Continue reading

Effetto serra nella testa di Renzi

Renzi è il tipico esponente di quei cattocomunisti che nella democrazia cristiana esprimevano opinioni in base alla platea, alle circostanze, alla convenienza.
Non ha idee sue, tranne la maggior gloria di se stesso.
Gioca quindi a tutto campo.
Lui vorrebbe che tutti, a Destra come a sinistra, si riconoscessero nella sua guida.

Continue reading

Dal vertice di Tallinn sull’immigrazione: nulla!

Chi si aspettava qualcosa di concreto e fattivo dal vertice di Tallinn sull’immigrazione ha avuto la risposta che si meritano i creduloni piddioti: nulla di fatto. E non c’era bisogno di andare in Estonia. Minniti è tornato  umiliato e con le pive nel sacco, costretto ad ammettere: “Ci sono posizioni diversificate, se ne discuterà con molta franchezza”.

Continue reading

Bill Gates si redime, Bergoglio persevera diabolicamente

Tutti sanno chi sia Bill Gates.
Ricco sfondato, usa parte delle sue ricchezze per aiutare i poveri.
Lui conosce bene, perchè finanzia aiuti e progetti per l’Africa, quale sia la risposta degli africani.
Bill Gates ci ammonisce quindi a smetterla con l’accoglienza, perchè più ne accogliamo, meglio li trattiamo, più ne verranno, attirati come le api dal miele.

Continue reading

Lo ius soli è peggio della corazzata Potemkin

Il grande Paolo Villaggio, tramite la sua creatura Ugo Fantozzi, con poche parole riuscì a demolire un castello di carte costruite da intellettuali di sinistra, finti colti come tutti gli intellettuali, per i quali più un qualcosa era noioso e incomprensibile, più bello era.
La corazzata Potemkin era il simbolo dell’Italia socialcomunista, in cui la Libertà era intesa solo a senso unico (un po’ come oggi con le varie leggi Mancino, Scalfarotto, Pacifici etc.

Continue reading

Il buco di Boeri

Ha fatto notizia l’affermazione di Boeri, presidente intellettuale di sinistra dell’inps, che ha dichiarato in 38 miliardi la perdita per l’inps nel caso si dovessero rimandare a casa tutti gli immigrati.
Il corollario è stato: gli immigrati pagano le nostre pensioni.
Falso.
Il dato di Boeri è parziale e riguarda i soli accrediti per contributi.

Continue reading

La confessione sugli sbarchi

La vecchia befana che in gioventù praticava aborti clandestini, si confessa e ci fa sapere che: “Abbiamo chiesto NOI che TUTTI gli sbarchi avvenissero in italia andando contro il patto di dublino ma quella è un’altra storia”. Noi chi? Vecchia bagascia. A che pro e senza pensare alle conseguenze? Dovresti essere condannata per alto tradimento verso la patria… e invece il cancro, purtroppo, ti sta risparmiando.…
Continue reading