Home » Archive by categoryimmigrazione

Il nemico in casa

Molto buono l’editoriale di ieri del Direttore del Resto del Carlino, Andrea Cangini.
Una verità evidente per cui “non tutti i musulmani sono terroristi, ma tutti i terroristi sono musulmani” come hanno dimostrati gli attentati in Spagna di giovedì e gli accoltellamenti in Finlandia e in Germania di venerdì.
Abbiamo il diritto e il dovere di difenderci e lo stato, tutti gli stati europei, hanno il dovere di mettere i loro cittadini nelle condizioni di potersi difendere dagli attacchi terroristi che, casuali come sono, non sono prevenibili.

Continue reading

E ci voleva così tanto ?

Dopo cinque anni, forse avremo un significativo rallentamento nell’invasione delle orde di clandestini.
Tre ong hanno annunciato il loro ritiro (temporaneo, ma nulla è più definitivo del provvisorio in Italia) dal Mare Nostro e una è esplicitamente sotto inchiesta.
E’ stato sufficiente un codice all’acqua di rose e un accordo con la Libia che è solo la pallida copia di quello ben più efficiente sottoscritto da Berlusconi ?

Continue reading

Sulle ong…

… e la difesa (di troppi) a spada tratta. Enrico Mentana si incazza e lancia anatemi a chi la pensa diversamente. Lancerà anatemi anche contro quella coraggiosa magistratura che sta tirando fuori le peggio cose delle ong?
Scrive Enrico Mentana: 
Una delle grandi menzogne interessate messe in giro contro le Ong, la più vergognosa, si riassume in tre parole “Lucrano sui migranti”.
Continue reading

Cattocomunisti dalla lingua biforcuta

Avete notato l’assenza da alcuni giorni di Galantino dalle cronache dell’immigrazione ?
Nulla ha più detto su ong e codice Minniti, sull’intervento della marina libica che sta riportando indietro i barconi e sulla liturgia dell’accoglienza.
Silenzio anche da parte del suo capo, Bergoglio.
La chiesa ha lasciato al nuovo presidente della cei, di cui al momento non ricordo il nome, il compito di una dichiarazione ambivalente che è stata interpretata dai media come un avallo alla linea Minniti.

Continue reading

#Stopinvasione

Nonostante la maggioranza degli Italiani manifestino parere opposto, gli immigrazionisti come la Boldrini, Alfano e ora persino Mattarella (che dovrebbe rappresentarci tutti, ma rappresenta solo una fazione minoritaria) straparlano, offendendo i nostri Morti.
In occasione dell’anniversario della strage di Marcinelle, costoro si sono distinti per aver fatto la marchetta all’accoglienza, paragonando gli Italiani che sono morti nel mondo lavorando, creando ricchezza, per dare un futuro alla nostra Patria, ai clandestini che arrivano in Italia con taxi pagati da noi e qui vengono mantenuti, alloggiati, nutriti, curati e istruiti.

Continue reading

Eugenio Scalfari, il meticciato e il piano Kalergi

Poi uno si domanda perchè ste bestie siano purtroppo ancora vive… bisognerebbe appenderle a testa in giù, in pubblica piazza e senza uno straccio di processo. Non sarebbe l’unico perchè la lista è lunga: Boldrini, Gentiloni, Fonzarelli, Mattarella… una sola piazza non basterebbe a contenerla e a contenere le forche.

Continue reading

Una medaglia per Defend Europe

Se l’italica magistratura, solitamente molto prudente quando deve stuzzicare gli ambienti di sinistra, si è mossa contro le ong a prescindere dal codice Minniti (che vorrei mi si spiegasse a cosa serve, visto che è di ieri la notizia che è stato impedito alla nave di medici senza frontiere di attraccare a Lampedusa, ma i clandestini vi sono stati ugualmente trasportati da due navi della nostra guardia costiera … e allora a cosa serve impedire l’attracco se il “carico” viene comunque consegnato ?

Continue reading

Le mezze misure non servono

Assistiamo quotidianamente agli sbarchi di orde di clandestini che, poi, vengono fatte sciamare per l’intero territorio nazionale, imponendone la presenza, con la forza, anche a quelle popolazioni che non ne vogliono sapere.
Il codice per le ong, peraltro sotoscritto solo da una minoranza, non è chiaro sulle sanzioni e la “missione” navale è tale ma “solo un po’”.

Continue reading

Ma allora cos’è cambiato ?

I media di regime hanno fatto l’ennesima marchetta al governo, strombazzando circa il “giro di vite” contro le ong che non hanno firmato il debole codice di condotta, portando come esempio l’ispezione condotta sull’imbarcazione di una ong tedesca.
Tra le righe hanno dovuto dar conto del fatto che i due clandestini a bordo sono stati prelevati dalla nostra Guardia Costiera e portati in un centro … in Italia.L’imbarcazione è stata poi posta sotto sequestro ma per fatti antecedenti sui quali era già in corso un’inchiesta.…
Continue reading

Gentiloni in ginocchio anche davanti alle ong ?

La lettura dei quotidiani e l’ascolto dei teleradio notiziari non mi hanno risolto il dubbio.
Il famigerato “codice per le ong” è l’ennesimo ruggito del topo o è un inusuale squillo di tromba ?
Ho ascoltato solo esponenti delle ong che, con tono ultimativo, affermavano come il trasbordo dei clandestini su altre navi fosse obbligatorio perché le navi ong sono troppo piccole.

Continue reading