Home » Archive by categorycronaca (Page 6)

Caso Virginia Raggi, l’affaire s’ingrossa

Voglio credere ancora che la Raggi sia vittima di un complotto (il famoso gomblotto) a sua insaputa, ma troppi ne abbiamo visti di questi complotti ad insaputa dell’interessato beneficiario… Ora basta!. Continua a leggere

Continue reading Caso Virginia Raggi, l’affaire s’ingrossa at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

Con la Raggi indagata tutti adesso si sentono in regola

Spero che tu, Beppe, sia più fortunato coi collaboratori, in seguito, e ti faccia più valere nelle scelte. In fondo sei il creatore del Movimento e il garante di un qualcosa che comincia appena adesso a camminare sulle strade tortuose della politica. Onestà sì, ma competenza e nessuna ingenuità gratuita. Continua a leggere

Continue reading Con la Raggi indagata tutti adesso si sentono in regola at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

Rula Jebreal, altro premio Pulicess

Sarebbe inutile tentare di fare capire a un personaggio simile che Trump suo malgrado (malgrado la Rula) è stato eletto col sistema previsto negli Usa, lo stesso sistema di quando vincono gli Obama e i Clinton, che quando vincono i democratici è perfetto, ma quando vincono gli altri evidentemente no. Continua a leggere

Continue reading Rula Jebreal, altro premio Pulicess at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

#PremioPulicess per Giovanna Botteri

“Complimenti! Sei un esempio per tutti i piddini del mondo, dai democratici italiani ai democratici Usa. La tua disinformazione è metodica, professionale, costante. Continua a leggere

Continue reading #PremioPulicess per Giovanna Botteri at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

Ezio Pascutti

Dopo Bulgarelli, Tumburus, Furlanis, Haller e Nielsen, un altro dei grandi giocatori del Bologna dello scudetto (sarebbe il settimo ufficiale, ma per noi è sempre “lo” scudetto) del 1964 ci ha lasciato.
Immagino che sulla stampa venga pubblicata la famosa fotografia del tuffo plastico con il quale anticipa Burgnich colpendo di testa il pallone (e mi ricordo di aver letto una volta una sua dichiarazione che diceva di non ricordarsi se poi avesse segnato o meno), ma io preferisco ricordarlo con la “figurina” degli album.
Continue reading

Un Bolognese fuori dal coro

«Ho sempre avuto il mito dell’America, adesso ammiro molto Putin. Perché è uno che ha carattere, sa quello che vuole e non ha paura a lottare per il proprio paese. Ultimamente le diverse elezioni mi stanno andando bene: se avessi potuto, avrei votato per Trump, e l’hanno eletto. Avrei votato per la Brexit, e l’hanno fatta, in Inghilterra.
Continue reading

Ieri sera a teatro per vedere Beppe Grillo

Ma tra un successo e qualche schiaffo ha indirizzato la sua vita e la sua attività all’impegno civile. Gli capitò di leggere un libro di un certo Casaleggio e lo volle conoscere. Si entusiasmarono, diventarono amici, Dario Fo era con loro… Il resto è storia. Continua a leggere

Continue reading Ieri sera a teatro per vedere Beppe Grillo at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

Il NO ha vinto, il Bomba è riuscito a autorottamarsi

C’è da dire che mentre la gente sana di testa pensa che quel 40% sia frutto di un voto composito, proveniente da tante fonti, come del resto lo è stato il 60% dei SI’ (ma noi non ce lo nascondiamo, anzi ne siamo fieri), la gente un po’ cretinetta ci può cascare Continua a leggere

Continue reading Il NO ha vinto, il Bomba è riuscito a autorottamarsi at Il Cronista Mannaro.…

Continue reading

NO all’abbraccio mortale dell’Economist

La stampa serva di regime sta dando spazio alla esternazione dell’Economist a favore del NO.È strano perché potrebbe sembrare un attacco alla stellina Renzi.Ma se ci pensiamo bene, scopriamo che sono le consorterie di cui l’Economist, come il Financial Time e il Wall Street Journal, fa da megafono internazionale, che cercano artatamente di orientare il voto degli Italiani.Per il sì, però, non per il NO.L’Economist, come tutta la stampa serva, sostenne il remain del Regno Unito e la moglie di Clinton per la presidenza statunitense.Fallendo, perché i popoli inglese e statunitense non si lasciarono fregare.Allora oggi provano a dare una mano a Renzi, sostenendo il NO, sperando che per reazione il Popolo Italiano voti si per contrastare le consorterie.Ma l’unico voto contro le caste, le consorterie, gli squali della finanza, il soviet europeo è il NO, a prescindere dalle astuzie dei megafoni di quelle stesse consorterie.…
Continue reading