Home » Archive by categorycronaca (Page 2)

Giornalismo impresentabile

Non sono uno attaccato ai mezzi di informazione, ormai divenuti peraltro megafoni di propaganda, ma vi sono alcune trasmissioni che mi piace ascoltare quando posso.
Tg 24 economia delle 18,30, ad esempio o la rubrica del mattino di radio uno che è passata da un imponente e interessantissimo “prima di tutto” ad un fazioso “6suradio1” con il “6” che vorrebbe rappresentare la seconda persona dell’indicativo presente del verbo essere (“tu sei”) ma soprattutto l’orario di inizio della trasmissione (che però non è alle sei perchè a quell’ora c’è il giornale radio).

Continue reading

Quando lo stato punisce gli onesti

Il cardinale Parolin ha condannato la violenza da qualunque parte provenga, come ha fatto il Presidente Trump.
Però Trump è stato crocefisso e Parolin portato in processione come una madonnina.
La differenza sta nel fatto che mentre Parolin ha condannato la violenza di tutti, dopo il tardivo sgombero di Roma, quindi a sinistra hanno interpretato le sue parole come una condanna dell’uso della Forza Pubblica e così lo hanno applaudito, Trump, condannando tutti, vi ha giustamente compreso i veri violenti, cioè i cosiddetti antirazzisti che volevano impedire la legittima manifestazione di opinione dei Suprematisti Bianchi.

Continue reading

Chi semina vento, raccoglie tempesta

La Boldrini, issata dai voti di Bersani alla terza carica dello stato, ha deciso di denunciare chi scrive “cattiverie” su di lei.
Gli esempi che la stampa ha portato per giustificare la decisione della Boldrini sono essenzialmente un florilegio di volgarità che lascio volentieri ai loro autori.
Ma la Boldrini si è domandata perchè suscita tali reazioni ?

Continue reading

I vitalizi degli ex parlamentari sono un falso problema

Questa estate ci fornisce molti spunti.
Dal Presidente Trump che, nonostante l’evidente tradimento da alcuni eletti repubblicani troppo sensibili agli argomenti delle consorterie che volevano la moglie di Clinton, cerca di por rimedio alla devastazione operata da Obama e cosi, quando non deve sottostare al Congresso, dispone l’esclusione dei transgender dalle Forze Armate, in attesa di disporre altrettanto per gli omosessuali.

Continue reading

L’abito specchio dei tempi

Alcuni giorni fa ho letto che senatrici e deputatesse americane hanno protestato contro il “rigido” dress code del Congresso.
Il modo di vestirsi rappresenta lo specchio della persona e dei tempi.
La decadenza del costume è successiva al famigerato 68 quando, per una sorta di ribellione, capelli lunghi (e spesso non lavati) facevano coppia con un abbigliamento trasandato, come a voler dire: non mi interessa il tuo giudizio.

Continue reading

Si profila la figura di un Leader

Le recenti vicende mi fanno apprezzare sempre di più Matteo Salvini.
E’ intervenuto e promosso un giusto ostruzionismo contro lo ius soli, contro la proposta di legge liberticida di Fiano, ha offerto assistenza legale al bagnino di Chioggia sotto inchiesta per “apologia del Fascismo” (sic !) e ha deciso di denunciare chi raccoglie in mare, vicino alle coste libiche, i clandestini per portarli in Italia.

Continue reading

Una guerra (in)civile che non avrà mai fine

Un tal Fiano, del pci/pds/ds/pd, è sceso in campo per vietare i gadget Fascisti e rinverdire, dopo oltre 70 anni, l’antifascismo da museo.
Un tal Corsaro gli ha risposto a muso duro, sollevando gli strepiti di Renzi, della Boldrini e di tutta l’accolita di sinistra che ne chiedono le dimissioni (e perchè mai ?

Continue reading

Ma qual’è la differenza ?

Leggo che la presidentessa della camera Boldrini interpreta un “disagio” che, in oltre 70 anni, nessuno aveva mai colto: vivere sotto monumenti architettonici opera del Fascismo.
Come è possibile porre rimedio a questo disagio psicologico che limita il godimento della vita e causa notti insonni e irreversibili danni psicobiologici ?

Continue reading

La democrazia dai piedi d’argilla

A più di 72 anni dalla fine della guerra e a quasi 75 anni dalla fine del Regime, il Fascismo fa ancora paura al pensiero debole della sinistra-
A tal punto che, lungi dall’abolire l’anacronistica XII norma transitoria della costituzione del 1948, lungi dall’abrogare la legge Scelba, lungi dal cancellare la legge Mancino, la sinistra ne introduce altre, liberticide, contro la Libertà di Pensiero, di Opinione, di Propaganda, di Stampa e persino contro simboli, gestualità e gadgets che non le sono graditi.

Continue reading

Sprofondo d’Europa

Mentre la stampa di regime si è tuffata a corpo morto sulla vicenda del cardinale Pell, in Germania hanno approvato in due giorni la legge che dà una mano di normalità alle relazioni omosessuali.
Bergoglio e i suoi cloni, così loquaci quando si tratta di immigrazione e di impartire lezioncine di economia marxista, tacciono.

Continue reading