Home » Archive by categorycronaca (Page 15)

Perchè non darò una lira per il Nettuno

La statua del Nettuno (foto) è uno dei simboli  più conosciuti di Bologna, secondo solo alle Due Torri ed ha necessità di un nuovo restauro dopo quello di appena venticinque anni fa.

Nello stato ideale al quale vorrei appartenere, un simbolo che appartiene alla comunità bolognese come quello del Gigante dovrebbe essere restaurato e curato esclusivamente con fondi privati, attraverso raccolte tra i cittadini, singole donazioni e l’intervento dei cittadini più facoltosi e delle imprese che nella città hanno sede.
Continue reading

Vittimismo immotivato

Al tribunale di Milano una strage compiuta da un soggetto sotto processo per bancarotta, fallito pare ben cinque volte, che è riuscito ad entrare con una pistola carica.
Qualcuno dovrebbe pagare per l’inefficienza dei sistemi di sicurezza.
Leggo, invece, che i magistrati si lamentano di essere lasciati soli, di subire continui attacchi che li delegittimano.
Continue reading

Primi vagiti di reazione

Mentre in Italia, sotto la direzione di Renzi che cerca di accaparrarsi quanti più voti possibile e mentre si fa fotografare a messa, asseconda i capricci delle organizzazioni omosessuali, si procede senza pause verso la più totale devastazione delle fondamenta sociali e morali di una Nazione che voglia essere e restare tale, negli Stati Uniti, che per primi avevano imboccato tale pericolosa china, si registrano i primi vagiti della reazione prossima ventura.
Continue reading

Colpo di grazia

Conan Doyle faceva dire al suo Sherlock Holmes che una coincidenza è solo una coincidenza, ma due coincidenze diventano una possibilità.
Berlusconi, sempre più in balia di un circolo che non mi sembra proprio magico visti i risultati, spinto dalla signorina Pascale invitò a cena il signor Guadagno.
Così si giocò qualche centinaio di migliaio di voti passati a Salvini.
Continue reading

Cronache da una civiltà morente

La cronaca quotidiana, le notizie dei giornali, giornali radio, telegiornali, offrono uno spaccato del viale del tramonto della nostra Civiltà.
Ieri ne Il Giornale, ho letto di una occupazione importante affidata dal governo ad un comitato (immagino lautamente stipendiato …) : redigere le linee guida per un linguaggio rispettoso di entrambi i generi.
Continue reading

Bergoglio a Napoli

Dopo aver guardato l’ennesimo pareggio del Bologna, ho acceso la radio per ascoltare un notiziario.
Parlavano del vescovo pro tempore di Roma in visita a Napoli e dello scioglimento, per metà, del sangue di San Gennaro.
Il commento del vescovo di Roma: bisogna avere più conversioni.
E se avessimo invece una chiesa più in sintonia con i sentimenti profondi di questa Nazione invece di ripetere sempre di accogliere i clandestini (che tali restano anche se il reato è stato cancellato e adesso li chiamate “migranti”) ?
Continue reading

Waterloo e la dignità di una nazione

Sul primo momento avevo sorriso per la richiesta (accolta) dei francesi ai belgi di non coniare una moneta da due euro commemorativa della battaglia di Waterloo del 1815, duecento anni fa.Poi ho capito che la dignità di un popolo, di una nazione emerge anche nella celebrazione delle vittorie e nella volontà di cancellare il ricordo delle sconfitte.Ed ho capito perchè (giustamente) ci disprezzano.Chissà quante risate, infatti, si faranno alle nostre spalle che non solo da settanta anni celebriamo una rovinosa sconfitta, ma ne abbiamo anche elevato la data simbolo a festa nazionale.Loro si oppongono con successo alla commemorazione di una sconfitta di duecento anni fa che divide i francesi dagli altri europei.Noi eleviamo a festa nazionale una data simbolo di una sconfitta di settanta anni fa che divide degli italiani da altri italiani.Chi ha più dignità ?…

Continue reading

Oderzo come apripista

Dopo il caso del benzinaio Stacchio e del gioielliere Zancan, registriamo con piacere la sollevazione di una intera frazione di Oderzo (provincia di Treviso) contro i malviventi che tentavano di depredare un appartamento.
Intervistato dal telegiornale, il “leader” della reazione ha esplicitamente dichiarato che, in assenza di tutele da parte dello stato, i cittadini onesti di quella piccola comunità hanno deciso di difendersi da soli.
Continue reading

Addio al Signor Spock

Ieri gli appassionati di fantascienza hanno perso un attore che aveva saputo magistralmente interpretare un personaggio difficile e che grazie a lui è diventato, nell’immaginario collettivo, il più identificativo di Star Trek: Leonard Nimoy, il Signor Spock.
A me il Signor Spock, con la sua razionalità, logica, non era mai stato molto gradito, ma era necessaria la sua presenza per far risaltare l’umanità del Capitano Kirk, il protagonista della serie classica.
Continue reading

Addio a Spock

Questa mattina, ascoltando la radio, ho appreso della morte a 83 anni di Leonard Nimoy, in dimenticato signor Spock della serie classica Star Trek.Ne parlerò meglio domani su Blackinights ma non volevo rinunciare a postare qui un primo ricordo per un interprete che ha saputo dare a Spock una fama immortale.Adesso si che Nimoy potrà visitare nuovi mondi e andare là dove nessun umano è mai andato prima.…

Continue reading