Home » Archive by categorycomunisti (Page 2)

La demenziale follia di madonna boldrini

La presidente della camera alla presentazione del rapporto che registra il crollo dell’afflusso turistico. «Non si può offrire servizi di lusso ai turisti e trattare male i migranti». Boldrini: «Le politiche per il turismo andrebbero pensate in modo integrato con le altre politiche»

Un’affermazione da interpretare. E che sicuramente farà discutere.

Continue reading

Non arrivare a metà mese…

Il comunista Rizzo si lamenta: “Dopo 20 anni di parlamento vivo con 4.500 euro al mese”. Il 55enne Rizzo si dice ancora “marxista-leninista” ma si lamenta del vitalizio. Rivolta sul web: “Dopo 42 anni di contributi, prendo 1200 euro” di Sergio Rame

Il comunista Marco Rizzo finisce impallinato in rete. A far infuriare gli internauti alcune dichiarazioni rilasciate all’Espresso in una recente intervista.

Continue reading

Scouting con cani e porci

De Petris (Sel),numeri per governo scopo. Con dissidenti M5S, per modificare Porcellum

MILANO, 1 OTT – Ci sono i numeri per un governo di scopo con Sel e dissidenti di M5S per cambiare il Porcellum e affrontare le emergenze economiche. E’ quanto ha detto la senatrice Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto e dei senatori di Sel a palazzo Madama, intervistata da Radio Popolare.

Continue reading

Continuità (mortale) post-Monti e post-Letta?

Il Colle: se salta Letta tocca a Saccomanni. Napolitano manda il premier a caccia di voti. Il piano B? Governo di scopo per salvare i conti e rassicurare Ue e mercati di Massimiliano Scafi

Roma – «Non ho più voce», dice rauco Giorgio Napolitano alle sei di sera scendendo dal treno che lo ha riportato a Roma.

Continue reading

Quando la parentopoli è loro… allora è corretto

Nomine e contratti in campidoglio: la cappon chiamata dall’assessore Flavia Barca. E il Comune di Roma assume l’«occupante». Contratto a tempo determinato per Benedetta Cappon (figlia dell’ex dg Rai): era portavoce del Teatro Valle occupato

ROMA – Da portavoce del teatro Valle occupato a impiegata nelle istituzionali e austere stanze del Dipartimento alla cultura del Campidoglio.

Continue reading

I vermi e il letta-bis

Le trame. Letta-Bis, e la cena a casa Scalfari

Una cena a casa di Eugenio Scalfari per “apparecchiare” il Letta-bis. Un secondo mandato che dovrebbe vedere la luce a metà della prossima settimana grazie ai senatori “responsabili” e ai senatori a vita appositamente nominati da Napolitano. D’altronde sono molti i senatori azzurri che stanno via via prendendo le distanza da Berlusconi e a dimostrarsi disponibili a dare la fiducia a un Letta o a un Letta-bis.

Continue reading

L’hanno fatto!

Mentre qualcuno ha finalmente avuto le palle di dimettersi, il nipote dello zio accusa gli avversari di essere folli… la verità è che folli siamo stati noi italiani ad aver sopportato tutto ciò. L’arrivo di Monti, la stracciatura della costituzione e l’arrivo di Letta e tutto lo schifo della criminale Ue che non sto ad elencare ora.…
Continue reading

Dal nulla, nel nulla…

Bray, il ministro del nulla raccomandato da D’Alema. Il titolare dei Beni culturali, paracadutato dal Salento al governo, ha un curriculum indecifrabile e amici nei salotti progressisti di Giancarlo Perna

Mentre mi accingo a scrivere di Massimo Bray, neo ministro pd dei Beni Culturali, ho come la sensazione che, per parlarne, dovrò spesso ricorrere alla parola: nulla.

Continue reading

La marchetta di Delrio

La proposta di Delrio: “Voglio un ministro di colore all’Economia”. Il ministro agli Affari territoriali vuole un ministri “neri e gialli” nei dicasteri chiave: “Solo così l’Italia può essere un Paese normale…”

“Cècile Kyenge dovrebbe guidare il ministero dell’Economia, solo così l’Italia può diventare un Paese normale”. Il ministro per gli Affari Territoriali, Graziano Delrio ha già iniziato il suo personalissimo “rimpasto” di governo.

Continue reading

Sul buttare soldi e sugli psicocrimini*

No femminicidio, corso Consiglio regione. Assemblea toscana: per prevenire fenomeno, rivolto a dipendenti

FIRENZE, 19 SET – Un corso di formazione, per il contrasto del femminicidio, rivolto ai propri dipendenti. A lanciarlo il Consiglio regionale della Toscana che, si spiega, e’ la prima istituzione pubblica in Italia a varare una simile iniziativa.

Continue reading