Home » Articles posted by Nessie

Iconoclastie prenatalizie

Rieccoci qua come ogni anno a parlare di presepi buttati all’aria o rifatti con gommoni, o con relitti di barconi. Di preghiere cristiane revisionate da papi in odore di apostasia, di Celentani imbecilli ospitati da giornali di grido  con sciapi articoli formato-lenzuolo, per spiegarci che è giusto “ritoccare” la traduzione  del Pater Noster (che fine teologo!) perché altrimenti si “cade in tentazione”;  di poveri Gesù riletti in chiave islamica, di chiese che si fanno non solo sempre più deserte, ma quelle moderne sul piano  architettonico vengono edificate  brutte che più brutte non si può (fatte a capsula spaziale, altre fatte a ciminiera, a fisarmonica,  altre ancora simili a igloo degli eschimesi ecc.).…
Continue reading

Requiem per Johnny Hallyday con i tre Presidenti

Ogni tanto,  siamo costretti a tralasciare di parlare di  cose serie e perfino gravi, per  occuparci di  Soap Opera. E dato che ci spostiamo a Parigi, chiamiamola pure Soap Opéra (con l’accento sulla a). Già la Tour Eiffel in queste notti dal 6 dicembre in poi mostrava la sua scritta luminosa “Merci Johnny” (con l’accento sulla i) quale tributo alla star, dopo la sua scomparsa.  Aver visto i politici francesi ansiosi di tuffarsi nel “bagno di folla” non sua, stiparsi nelle cattedrali, fa scompisciare dalle risate.…
Continue reading

Mors tua vita mea

Pare che non ci siano i tempi tecnici per far passare lo ius soli. Ma la verità è che il PD non poteva sopportare una sconfitta proprio a fine legislatura, rischiando che il governo andasse sotto.  In compenso è arrivato il sostegno immediato dei PentaGrulli (PD2) sul biotestamento, chiamato ormai  dai suoi obbiettori, “via italiana all’Eutanasia”.

Continue reading

Salvini passi all’attacco e non giochi in difesa

Avete sentito tutti come i sepolcri imbiancati  di governo e della falsa opposizione abbiano redarguito Salvini, reo di aver detto – a proposito dell’eutanasia chiamata ipocritamente biotestamento – che lui si occupa dei vivi e non dei morti. Costi quel che costi, l’Agenda di fine legislatura deve andare avanti e ius soli ed eutanasia sono ordini “dall’alto” impartiti a Gentiloni.  Il quale, fa capire che per completare la famigerata Agenda eurocratica potrebbe prolungare pure il suo mandato.  Pare  che qualche notiziario non si sia limitato a decontestualizzare la frasetta incriminata e che abbia  trasmesso la voce di Salvini con l’intera dichiarazione: io vorrei un parlamento che si occupasse della buona vita e non della buona morte.…
Continue reading

C’era una volta una volta la Bella Addormentata

C’era una volta un Re e una Regina, c’era una volta un Principe e una Principessa… In un castello vivevano… Cammina, cammina… strada facendo…. E vissero felici e contenti… sono le formule magiche che servono a spalancare al bambino quel mondo incantato di cui ha bisogno per crescere sicuro e  diventare a sua volta fantasioso e creativo.…
Continue reading

Piccoli Lothar crescono

Avete sentito le ultime dichiarazioni di Di Maio, il piccolo Lothar dei poteri d’Oltreatolantico, durante il suo viaggio statunitense? Potete leggerle voi stessi sul Blog di Grillo. Il Moretto diligente parla con il Vice Assistente Segretario, Conrad Tripple. Poi dichiara di aver avuto un incontro anche con il majority whip della Camera dei Rappresentanti Steve Scalise e si mostra soddisfatto da questi incontri.

Continue reading

Oltre le nubi…la Dichiarazione di Parigi

Il 7 Ottobre di quest’anno  un gruppo di intellettuali europei ha ideato e pubblicato un manifesto conservatore  con 36 punti che difendono la “Vecchia Europa” (così come la conoscevamo prima della Ue e dell’entrata in vigore dell’Euro)  che intendo riportare in versione integrale e che propongo ai lettori e visitatori di questo blog quale argomento di discussione.  Avrete notato come  sia  stato completamente ignorato dai media.  Pregherei di leggere con attenzione tutto il documento nei vari punti.

Continue reading

…ed è già Dittatura

Troppi segni di cose che collassano  un po’ come avviene per un castello in rovina  dove tutto rotola in un solo colpo. Le dittature non sono mai ufficiali, ma reali;  non si dichiarono, le si vivono. E le si sentono a pelle,  perché lo sono.   A Roma Minniti non ha concesso il diritto di manifestazione a FN, ma il centenario della Rivoluzione di Ottobre ha ottenuto piena visibilità, pompa magna e onori dappertutto (in primis sulle reti Rai, nel nome della “Storia”) come neanche nella Russia di Putin è avvenuto.   Qui la lettera di Forza Nuova al Ministro dell’Interno Marco Minniti, nel nome di una “libertà d’espressione”, con ogni evidenza, non destinata a loro.A Milano Magdi Allam non ha potuto promuovere il suo libro Maometto e il suo Allah e, per timore di rappresaglie islamiche, gli è stata negata una sala.…
Continue reading

Vittoria dei moderati? No, grazie!

C’è una frase che ricorre in queste ore sui titoli dei giornali (e del Giornale) dopo lo spoglio che sancisce la vittoria del centro-destra in Sicilia: “Vittoria dei moderati“.

Moderati?!? Una crisi di questa portata che dura da quasi 10 anni  messa in atto bell’apposta,  con punte esasperate dal 2011 ad oggi, e con quattro governi non eletti e imposti “dal Presidente”,  sarebbe forse “qualcosa di moderato”?…
Continue reading

E’ feccia!

La Raggi, che ha fatto fino a poco tempo fa la “reginetta misericordiosa degli zingari”, la Teresa di Calcutta dei “migranti”,  ora si trova a dover far fronte all’orrendo stupro dei due sinti (“nuovi italiani” anche questi, suppongo. Anzi no, Cacciari sostiene che siano sempre stati italiani!),  a nome  Mario Seferovic di 21 anni e di Bilomante Maikon Halilovic di 26, accusati di violenza sessuale e sequestro di persona. Eppure tace la Sindachella e non la si sente esternare ai microfoni della tv.…
Continue reading