Home » 2015 » aprile

Più dell’Idea potè la Poltrona

Renzi ha ragione solo su una affermazione: il parlamento, se vuole, può mandarlo a casa.
Ma il parlamento non è una entità astratta, è composto da uomini eletti, spesso grazie unicamente al traino del leader (veggasi alle voci Berlusconi e Grillo) al quale dovrebbero cieca ed eterna fedeltà.
Invece, nel timore di perdere la poltrona così facilmente conquistata, preferiscono abiurare agli Ideali e votare la fiducia al panzerotto d’Arno.

Continue reading

Maestro elementare.Di professione, antifascista.

Foto1 
  

Questo simpaticone al centro della foto n.1 è Paolo Limonta, strettissimo collaboratore di Pisapia, responsabile dell’ Ufficio Relazioni col Pubblico della mia città. Vicinissimo al Centro asociale Leoncavallo, di professione fa il maestro elementare. Per il suo estremismo, gli fu rifiutato il visto USA, due anni fa. Intervistato dal “Fatto Quotidiano”, disse tra l’ altro: “….

Continue reading

IL CRONISTA MANNARO 2015-04-29 10:54:51

Il libro Nato negli anni Cinquanta di Gaetano Rizza in questi giorni ha raggiunto il terzo posto nella classifica dei libri più venduti di letteratura italiana con spedizione oltre i 10 giorni nello store online laFeltrinelli.

IL CRONISTA Nato negli anni Cinquanta tra i libri più venduti IL CRONISTA MANNARO…

Continue reading

Ciao, Sergio, sono quarant’anni…

Quarant’anni fa, oggi concludeva il Suo Calvario Sergio Ramelli, colpevole di non voler asservirsi all’ odio rosso. I suoi assassini oggi sono non solo liberi, ma stimati professionisti. Quelli condannati. Ma, come spesso ricordo, ce n’è uno (o più di uno) che forse è il peggiore di tutti. Quel bastardo che di notte e di giorno spalancava la finestra della Camera di Sergio.

Continue reading

Ciao, Sergio, sono quarant’anni…

Quarant’anni fa, oggi concludeva il Suo Calvario Sergio Ramelli, colpevole di non voler asservirsi all’ odio rosso. I suoi assassini oggi sono non solo liberi, ma stimati professionisti. Quelli condannati. Ma, come spesso ricordo, ce n’è uno (o più di uno) che forse è il peggiore di tutti. Quel bastardo che di notte e di giorno spalancava la finestra della Camera di Sergio.

Continue reading

Le zecche non cambieranno mai…

Nella notte tra lunedì e martedì, infami e vigliacchi senza onore hanno incendiato lo Spazio Ritter, a Milano. Hanno messo a repentaglio la vita di tutti i residenti dello stabile di via Maiocchi 28. Incuranti ed irrispettosi di persone e luoghi sacri. Hanno anche distrutto le vetrate della sede dell’Ugl e lanciato bombe carta contro la sede di Forza Nuova di Milano Sud. Me li vedo ed immagino, incappucciati, striscianti e bisbiglianti, mossi dal miserabile pensiero che le sedi dei Fascisti si chiudano con fuoco, con i Fascisti dentro se non è troppo poco. E mi fanno schifo.

Continue reading

Prima che sia troppo tardi

Sotto silenzio quasi totale la vicenda di Porto Recanati.
Salvini voleva visitare un edificio, l’Hotel House,  pieno di immigrati.
E’ voce comune che in tale complesso l’illegalità la faccia da padrona e, giustamente, Salvini propone le ruspe per eliminare il degrado e bonificare la zona.
A Salvini, che già aveva dovuto per tutta la giornata subire le aggressioni comuniste nelle sue tappe per le Marche, è stato impedito l’accesso da un picchetto formato non solo da immigrati, ma anche, riportano le poche fonti, da comunisti (centri sociali e pci/pds/ds/pd: come si vede non fa differenza) e cgil.

Continue reading

Fanno sempre più schifo!

Quello che  è successo questo pomeriggio intorno alle 15, 30 alla Camera, lo vedete parzialmente in questo filmato. Renzi che twitta tutto il santo giorno, va in tv  in tutti i salotti, ma  che non si fa vedere  mai in Parlamento, ha inviato ad annunciare a Maria Elena Boschi la decisione di porre la fiducia sull’Italicum, un legge elettorale che è una vera  truffa, dato che contempla i capilista bloccati e che col 30% pretende  di controllare tutto il parlamento.…
Continue reading

Quando la rabbia genera violenza

Ieri mattina i quotidiani erano pieni di commenti su quanto accaduto domenica pomeriggio a Torino dove, prima, i tifosi granata hanno preso a calci e lanciato sassi all’indirizzo del pulman della Juventus, poi tifosi bianconeri (ma poi è sembrato che sia scoppiata agli stessi tifosi granata … ma forse no) hanno lanciato una bomba carta sulla curva granata ferendo alcuni tifosi avversi.

Continue reading

Il problema dei problemi

Nonostante le indubbie acrobazie dialettiche del putto paffutello di Firenze, l’economia non ha ancora agganciato la ripresa.
Possiamo solo sperare di essere trainati non per meriti nostri, ma per la capacità delle solite “locomotive” mondiali.
I clandestini stanno invadendo il nostro territorio con l’aiuto delle nostre Forze Armate, difesi dalle cariche istituzionali e benedetti dalla chiesa cattolica che ha abdicato al suo ruolo di prima chiesa nazionale.

Continue reading