Home » 2015 » marzo (Page 4)

Dieci piccoli alfaniani

E dopo la De Girolamo, si apprestano a far fuori anche Lupi.
Barricato Alfano al Viminale, l’unica che sembra abbia capito che aria tira è la Lorenzin che si è immediatamente costituita nella corrente renziana degli alfaniani.
E, infatti, nonostante guidi un dicastero tra i più esposti al clientelismo, alle inefficienze e alle inchieste, vive beatamente tranquilla la sua gravidanza.

Continue reading

E’ ora di chiudere i confini!

Attentato al Museo del Bardo di Tunisi. 22 vittime tra le quali tre sono italiane. Nel  giro di poco tempo  i 3 sono diventati 4 o forse 5 con numerosi feriti che crescono di ora in ora.   In queste frenetiche ore l’informazione fa cilecca, la Farnesina con il pesce in barile Gentiloni, pure.…

Continue reading

Lo schiaffo di Netanyahu ad Obama ed Hamas

A differenza dei sondaggi e dei babbaloni internazionali e nostrani, ero invece sicuro che alla fine Bibi Netanyahu, fratello dell’ Eroe di Entebbe avrebbe vinto le elezioni in Israele. Non pensavo così ampiamente. Evidentemente la non-moderazione paga, a differenza di quanti in Italia vogliano sostenere il contrario, come dimostrato dalla sua visita a sorpresa negli Stati Uniti con particolare riguardo verso esponenti del Partito Repubblicano che tanto infastidì il sinistro pacifinto Obama.

Continue reading

Da due volte innocente a mostro

Lunedì e martedì telegiornali, giornali radio e quotidiani hanno commentato e declinato le motivazioni con le quali è stato condannato Stasi per l’omicidio di Garlasco, dopo che altre due corti lo avevano pienamente assolto.
Non è mia intenzione valutare nel merito la colpevolezza o l’innocenza di Stasi, non sono appassionato di cronaca nera reale (mentre adoro i gialli di fantasia).

Continue reading

Storiellina futura

Siamo nel 20…..Elton John muore. Allegro e vispo, si presenta ai Cancelli del Paradiso, sicuro che lui, con tante belle canzoni d’amore e la dedica a Sant’ Anna d’ Inghilterra, sarà accolto con ogni onore. Suona, ed esce San Pietro che lo carica lesto in una fiammante Rolls Royce rosa. Piano piano, la vettura scende tutte le strade, oltrepassando prima il Purgatorio di gran carriera, eppoi dirigendosi a spron battuto verso un cancello fiammeggiante,dove messer Satanasso lo aspetta a braccia aperte.Il cantante inglese, spaventato, si mette a piagnucolare con San Pietro: “Ma…ma..ma questo non è il Paradiso !”

E San Pietro, prontamente: “Come no, è un Paradiso Sintetico.…

Continue reading

Fonzarelli eliminava i corrotti…

Tangenti, Lupi si difende: “Mio figlio? Mai chiesto nulla” Anm: “Carezze ai corrotti”. Il ministro: “Dimettermi? E perché?”. Magistrati all’attacco: “I magistrati sono stati virtualmente schiaffeggiati e i corrotti accarezzati” di Chiara Sarra

“No, le dimissioni no. Anche se, per la prima volta, vedendo tirato in ballo ingiustamente mio figlio, mi sono chiesto se il gioco valga la candela”.

Continue reading

Alfano pone l’aut aut a Berlusconi

Pare che Alfano, dimostrando una assoluta coerenza ideale e una profonda affidabilità nelle scelte, chieda a Berlusconi di rompere con la Lega se vuole che sia appoggiato Caldoro in Campania.
Programmi di governo ?
Persona da stimare ?
No, solo una questione di schieramenti e di poltrone.
Berlusconi mi sembra molto incerto, allora mi permetto di dargli un suggerimento gratuito.

Continue reading

La vana rincorsa del PIL al DEBITO

A gennaio, in un solo mese, il debito pubblico italiano (Il Fatto Quotidiano) è cresciuto di ben 31 miliardi rispetto a dicembre, arrivando alla cifra stratosferica di 2.166 miliardi di euro, a soli 2 miliardi dal massimo storico registrato nel luglio dello scorso anno. In gennaio anche l’attività industriale ha registrato un inatteso calo.…
Continue reading

Via Venezia, Genova

Quando siamo andati ad abitare in via Venezia avevo circa tre anni e mia mamma gestiva una portineria. A modo mio – sempre ligio al dovere fin da allora – pensavo di doverla aiutare. Così capitava spesso che io fossi il più pronto a rispondere alle telefonate di chi chiedeva di chiamargli qualche inquilino.…

Continue reading