Home » 2015

L’anno che vorrei che fosse

Come tutti non ho la palla di vetro e non vedo il futuro, quindi non mi resta che pensare e sognare al meglio possibile.
Per me stesso, prima di tutto e di tutti, poi per i miei amici e famigliari, quindi per i miei concittadini, poi per tutti i connazionali, infine per tutti gli altri.

Continue reading

Il conflitto di interessi non c’è più

Il consiglio superiore della magistratura ha deciso che il procuratore di Arezzo, incaricato delle indagini sulle vicende di Banca Etruria, non sia incompatibile con il suo ruolo di consulente del governo in cui c’è una ministra il cui paterno genitore è stato anche l’ultimo vicepresidente e nel cda della medesima Banca Etruria.

Continue reading

Chi fa più schifo ?

Renzi non mi piace.
Mi disgustano le sue balle, nel tono e nel contenuto, il suo modo di parlare e non mi piace la sua stessa faccia.Provo nei suoi confronti un senso di repulsione anche quando afferma, come per l’abolizione della tasi, principi a me congeniali e propri della Destra (perchè se le tasse sono di sinistra, la loro riduzione è di Destra).

Continue reading

Il Centro Destra alla prova delle amministrative

Il pallonaro fiorentino non è riuscito a stare lontano da radio e televisioni neppure per due giorni interi e i giornalisti di stato hanno fatto le loro brave marchette sia nei primi notiziari di Natale, riportando le ultime fantasie malate di Pittibullo, sia nella serata di Santo Stefano con le anticipazioni sulla conferenza stampa di fine anno (come se non parlasse già abbastanza).

Continue reading

Piccoli segni di sovranità ritrovata

Voglio scrivere l’ultimo post di un anno difficile come il 2015  che ci sta lasciando, con un piccolo segno di speranza. E’ ancora poco, lo so,  ma il poco si conta. Il nulla, invece no. E del resto sarebbe ingiusto chiudere un anno faticoso e duro come quello che ci sta lasciando, con l’immancabile cahier des doléances di tutto quello che non va.

Continue reading

Per la serie: Dio li fa e il diavolo li accoppia

E’ Natale, non bisognerebbe parlar male, ma quando ho letto questo articolo di Giancarlo Marcotti per Finanza in Chiaro non ho potuto farne a meno.
Nel leggere il curriculum vitae di questa vice-ministra sono trasalito: …se questi sono i nostri vice-ministri, che Dio ce ne scampi.
Questa è anche colei che, se non ricordo male, era stata l’autrice del disegno legge per far pagare l’IMU sulla prima casa per chi avesse Rendita Catastale superiore a 750 €.…
Continue reading

Il mio Canto (libero) di Natale

A Natale è uso essere tutti più buoni e vedere il bene anche dove c’è solo il male.
Certo che ci vuole una indomita forza di volontà per vedere del bene nel pallonaro fiorentino che spaccia come sue idee, le uniche degne di nota, che però ha mutuato dal Centro Destra: l’abolizione della tasi (allora, compagni, decidetevi: perchè siete insorti quando il Cav abolì l’ici tanto da rimetterla appena tornati al potere e adesso la spacciate come prima perla della vostra manovra ?

Continue reading

Antivigilia di Natale.

Spesa fatta (tranne il pane…), a Natale Faraona ripiena. 2 ossa giganti a Tatone e Bubu dopo che avrò fatto il brodo domani. E domani pure preparazione prima parte del Panettone farcito, seconda parte la mattina dopo.. Confessato, son confessato.Domani sera infine arriva la Figlia. Se non mi parlate di comunisti, bergogliosi, renzinanti, neo-badoglianti verdini dipendenti, ecumenisti, radicali eutanasiaci, invertiti, imam e partigiani, passerò un Natale in Santa Pace. 

Continue reading