Home » 2014 (Page 3)

Maledetti blasfemi !

Veramente si è passato il colmo: a Piacenza, al Centro Commerciale Galassia, ieri, nel pieno delle frequentazioni delle famiglie per le spese natalizie, è comparso un Presepe odiosamente blasfemo, con al posto di Maria Santissima Madre, un secondo San Giuseppe, in un vergognoso tripudio omosessualista che ha, finalmente e giustamente, scatenato numerosissime proteste da parte della gente, tali da far rimuovere la statuetta, con la ricomparsa della Madre di Dio.Quanto certi imbecilli capiranno che queste cose sono controproducenti e si ritorcono sulla comunità degli invertiti, non sarà mai troppo tardi.…

Continue reading

TRAMA NERA……….

Certo che se il capo dei pericolosi terroristi è Rutilio Sermonti, a 93 anni suonati, e con le stampelle, c’è un acqua che fa più miracoli di quella di Fiuggi… I presunti terroristi, comunque, si sono dimostrati degli autentici geni, da quanto traspare dalle intercettazioni telefoniche, dove trattano l’ acquisto di fucili definendoli “caramelle”.

Continue reading

La modernità di Giorgio Almirante

La lettura di una recentissima biografia di Giorgio Almirante nel centenario della nascita , mi ha indotto a rileggere quella che, nel titolo, risulterebbe l’autobiografia del Leader dell’MSI ma che lui stesso definisce una storia di quanti, come lui, vissero una parte importante della nostra Storia Patria.
“Autobiografia di un fucilatore” fu un libro scritto da Almirante (che, ricordo, fu un giornalista di professione) uscito per le Edizioni de Il Borghese nel 1973.

Continue reading

Il Discanto di Natale – Parte II

Cari Amici, prima di congedarmi da voi per la consueta pausa natalizia, vi dedico il sequel di questo Canto (che poi è un Discanto nato nel disincanto) di Natale. La storia la conoscete già e questa ne è la parte seconda di quella prima che feci nel dicembre 2011. Le varianti della musica, qui….

Continue reading

21 Dicembre 1989 – 21 Dicembre 2014, inizia la fine di Ceausescu.

Nicolae Ceausescu e Giorgio Napolitano 

Dopo gli avvenimenti precedenti di Timisoara ( e quelli meno conosciuti in Occidente di Brasov), oggi alle 12,30 Ceausescu pronunciava il suo ultimo discorso. Ai primi fischi, rispondeva promettendo 200 Lei (una bazzecola..) di aumento del salario minimo, da 2000 a 2200, e delle pensioni minime.

Continue reading

21 Dicembre 1989 – 21 Dicembre 2014

Nicolae Ceausescu e Giorgio Napolitano 

Dopo gli avvenimenti precedenti di Timisoara ( e quelli meno conosciuti in Occidente di Brasov), oggi alle 12,30 Ceausescu pronunciava il suo ultimo discorso. Ai primi fischi, rispondeva promettendo 200 Lei (una bazzecola..) di aumento del salario minimo, da 2000 a 2200, e delle pensioni minime.

Continue reading

Amicus certus, in re incerta cernitur

Giornali radio e telegiornali hanno dato spazio ad una telefonata di un imputato a margine delle inchieste romane, fatta ad un parlamentare di Forza Italia.
Contenuto: la richiesta di intervenire per un arrestato in precarie condizioni di salute.
Non si è parlato di soldi, appalti o altro di illecito.
Al parlamentare di Forza Italia viene imputato di aver parlato al telefono in modo amichevole.

Continue reading

Buffoni

Tagli e tasse sotto dettatura. Lo stop e il ritardo al maxiemendamento ha ragioni più serie di quelle spiegate dal viceministro Morando. Come un intervento a gamba tesa della Commissione Ue di Adalberto Signore

Ventidue ore di ritardo, con l’imbarazzato viceministro Morando a spiegare al Senato che «non è ancora pronta la relazione tecnica» alla legge di Stabilità.

Continue reading

Se c’erano… dormivano

Poletti: “L’appalto a Buzzi? Nessun affidamento diretto”. Il Ministero del Lavoro: “La società è stata autorizzata dal tribinale di Roma” di Chiara Sarra

Un appalto da tre milioni di euro affidato alla cooperativa 29 giugno, guidata da Salvatore Buzzi, per lavori di pulizia all’interno del Ministero del Lavoro inguaia ancora Giuliano Poletti.

Continue reading

Attenti a quei due

Un Presidente degli Stati Uniti (Reagan) assieme ad un Papa (Giovanni Paolo II) e senza dimenticarci del Primo Ministro Inglese Thatcher, sconfissero il comunismo, portando l’Occidente alla più grande vittoria possibile.
Un presidente degli Stati Uniti (Obama) e un papa (Bergoglio) stanno distruggendo quello che i loro predecessori avevano costruito, svendendo Valori, Sicurezza e Benessere.

Continue reading