Home » 2014 » dicembre (Page 4)

Chiedete e sarete accontentati…

Immigrati arrivano in Grecia ma rifiutano di sbarcare: vogliono essere portati in Italia. Duecento clandestini recuperati dalla Marina greca al largo del Peloponneso: loro rifiutano di sbarcare in Grecia e ottengono di essere rimorchiati fino in Sicilia di Ivan Francese

L’emergenza immigrazione non si ferma, nemmeno alle porte di Natale. E anche gli immigrati che finiscono in Grecia si rifiutano di sbarcare e vogliono essere portati in Italia.

Continue reading

Ecco perchè questo Nuovo Corso NON mi piace. Ma non solo a me…

Continua la deriva cattocomunista del settimanale che da anni chiamo Famiglia Valdese. Deriva ormai incrementata dal Nuovo Corso che sembra avvolgere sempre più la Curia Romana, appoggiata, volontariamente o involontariamente da Bergoglio. In questo nuovo numero, un ampio servizio è dedicato a Don Fabio Corazzina, il prete bresciano che appoggia no-global e clandestini, facendo apparire il sosia di Caparezza come un martire. Come già scrissi, per inseguire il Figliol Prodigo, la Chiesa trascura troppi altri, e perde i pezzi. 

Continue reading

Terremoti in Toscana…

Continuano le scosse di terremoto in Toscana, particolarmente sentite a Firenze.Forse (e dico forse…) a Qualcuno molto in alto, ma molto molto in alto, non sono piaciuti i X Comandamenti spiegati da Benigni…

Continue reading

Mode e modi.

Una volta in Italia era di moda essere radical chic e sinistro.Ora, con l’ aria che tira, sono di moda due tipi: essere invertiti o essere cattocomunisti.Cose che a volta coincidono…

Continue reading

I tentativi di incatenare l’Orso

In questi giorni assistiamo a una guerra altamente sofisticata quanto sporca per incatenare e mettere al guinzaglio l’Orso russo. Non ultima la pagliacciata di Obama con la complicità esplicita del gesuita Bergoglio  che si recò appositamente a Cuba per cercare di ripianare il conflitto cubo-americano attraverso quella che i media chiamano la “tela diplomatica”.

Continue reading

“Con quella bocca,può dire ciò che vuole”.

“Con quella bocca, può dire ciò che vuole”. Quelli della mia generazione ricorderanno sicuramente lo slogan del dentifricio Chlorodent pubblicizzato in Carosello dalla bella, brava ed intelligente attrice Virna Lisi, scomparsa ieri a 78 anni.Ed è proprio così: pochi mesi fa, in una intervista non conforme, oltre a definire orrendo il film di Sorrentino “La grande bellezza”, ebbe il coraggio di dichiararsi anticomunista da sempre, aggiungendo questa frase: In Italia, se non sei di sinistra, non lavori“. Parole giuste, chiare, sincere.

Continue reading

Oltre ogni ragionevole dubbio ?

Io non sono un estimatore dei magistrati, siano essi giudici o pubblici ministeri.
Non sono neppure un appassionato di cronaca nera che relegherei nelle ultime pagine dei giornali a meri trafiletti di cronaca.
Sulla vicenda di Garlasco e dell’omicidio di Chiara Poggi non ho idee.
Sul come viene amministrata la “giustizia” in Italia sì.

Continue reading

Benigni come Saviano

E’ per me motivo di vanto affermare di non avere mai visto un film, un programma, un intervento di Benigni sin dal suo “Berlinguer ti voglio bene”.
Non posso però cancellare i servizi giornalistici su di lui dei gr e dei tg.
Ieri mattina, al gr1 delle 6, è stato riproposto un pezzo dell’intervento di Benigni della sera prima su rai1 (televisione pubblica, pagata con i soldi di tutti gli Italiani).

Continue reading

Benigni , l’ uomo dei X Comandamenti, su Almirante.

Roberto Benigni,che sulla RAI, profumatamente pagato, ci spiega con amore i Dieci Comandamenti,scrisse questa filastrocca contro Giorgio Almirante.Donna Assunta lo querelò, la causa è tuttora in corso.Pubblico la versione purgata:“Maledetta l’orail giorno il secondo, toh,in cui du’ me****oliti misero al mondo.Maledetta l’orail giorno e l’annatache la tu’ mamma ti dettela su’ prima poppata.

Continue reading

I nodi al pettine

Renzi è in affanno.
Gira come una trottola, le sue chiacchiere sono sempre più alluvionali, fa il bullo con la cgil salvo poi chiamare Prodi a rapporto per fargli balenare il Quirinale e tenere buona la “minoranza” del suo partito che non aspetta altro che un minimo appiglio per salvare la faccia visto che la scissione non la farà mai.

Continue reading