Home » 2014 » novembre (Page 7)

I regali di fonzarelli

Dal Senato 426mila euro alla fondazione di Zanda. Nel cda della fondazione anche Onida, Giarda e Bassanini. La moglie di quest’ultimo, la Lanzillotta, è vicepresidente del Senato di Sergio Rame

Forse i più non sanno che Luigi Zanda, capogruppo Pd al Senato, siede anche nel consiglio di amministrazione della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII.

Continue reading

Il Muro a Berlino è crollato, in Italia, non ancora.

Mentre oggi in tutta Europa si festeggia la caduta del Muro di Berlino, simbolo di quel comunismo infame ed assassino sconfitto da Ronald Reagan e da San Giovanni Paolo II, e mentre i nostri Media oggi usano termini vaghi come “dittatura della DDR” e celebrano lo sconfitto Gorbaciov come se fosse lui l’ eroe, in Italia il comunismo è vivo e vegeto, come dimostrato da molteplici fatti:

  • Il presidente della Repubblica è comunista, e benedisse l’ invasione dei carri armati sovietici a Budapest nel 1956.

Continue reading

9 novembre la festa della Libertà … tradita

Il 9 novembre 1989 nessuno credeva che la caduta del muro comunista sarebbe stata definitiva.
Invece il comunismo cadde, la Germania si riunificò e l URSS crollò. 
Dopo 25 anni siamo a denunciare una rivoluzione e una libertà tradita e sacrificata sulla altare della nuova unione sovietica, quella europea, nella piaggeria verso nuovi e perversi tabù,  quelli del politicamente corretto e nella assecondare le pulsioni ora non più tanto segrete di una minoranza che  mina la morale tradizionale.

Continue reading

Il duro Matteo del Giambellino

Caro Salvini,

i sondaggi sono dalla tua parte. Tutti fanno la fila per intervistarti. Cosa succede? Dopo l’intervista di Libero, quella di La Stampa, i Tg… Giovanni Belardelli si sveglia dalle colonne del Corsera per dirci quello che sappiamo da una vita –  che la sicurezza non è un lusso, ma deve essere garantita a tutti, specie ai più deboli.

Continue reading

A Bologna i bravi ragazzi dei Centri Asociali aggrediscono Salvini. Ditelo, a Bergoglio.

Giunge notizia che a Bologna le solite zecche infami dei Centri Asociali, protettori degli zingari, non solo hanno impedito a Matteo Salvini, Parlamentare Europeo, di recarsi a vedere le condizioni del locale Campo Rrom, ma gli hanno teso un vero agguato, sfasciandogli la macchina. Colpendola con calci, pugni e sputi. Questo dopo che già la Consigliera Leghista Borgonzoni era stata presa a sberle al campo da gruppi di zingari.

Continue reading

Il tempo stringe (per Renzi)

Renzi è in carica da quasi un anno.

Come Monti e Letta prima di lui, sperava di agganciare la ripresa non per meriti suoi, ma al traino internazionale.
Così non è. 
Adesso per lui il tempo stringe.
O sarà un secondo Monti capace solo di aumentare le tasse.
Appare disperato il suo tentativo di estorcere alla commissione europea la possibilità di maggiori spese.

Continue reading

Gli eurocrati puliti

Proprio stamattina c’è stata una sorta di dichiarazione che la dice lunga: “Junker resta comunque credibile”. Certo. Era persino ovvio. Sarebbe stato credibile anche se avesse ammazzato migliaia di persone con un colpo alla nuca.
Juncker dava casa agli evasori fiscali. Un’inchiesta svela: nel suo Lussemburgo patti segreti anti tasse per 340 aziende.…
Continue reading

Una coppia per il Centro Destra

Era prevedibile che l’intervista di Salvini a Libero provocasse reazioni.
Prevedibile e comprensibile perchè chiunque abbia un minimo di amor proprio non può rinunciare a proporsi, ugualmente, per la guida del Centro Destra.
Così Tosi (che ho sempre apprezzato) punta i piedi, ma poichè è persona intelligente non potrà che comprendere come le idee espresse da Salvini rappresentano il sentimento profondo del nostro elettorato e, quindi, ogni distinguo aliena voti e partecipazione, favorendo oggettivamente la sinistra.

Continue reading

Gli Americani verso il ravvedimento operoso

Il risultato delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti, con la riconquista repubblicana della maggioranza al Senato e la conferma di quella alla Camera, sembrano indicare che sta passando la follia che portò gli Americani ad eleggere per due volte il Renzi di Washington.
Nel 2008 e nel 2012, con la sostanziale conferma delle elezioni del Congresso nel 2010, gli Americani rappresentarono perfettamente quei soggetti che Giove rende pazzi perchè li vuole distruggere.

Continue reading