Home » 2014 » agosto (Page 4)

Giusto e sbagliato

Rullano i tamburi di guerra.
L’Italia darà armi per combattere gli estremisti islamici e, contemporaneamente, usa la propria Marina Militare per importare migliaia di musulmani le cui idee ci sono totalmente ignote.
E’ una guerra giusta, lo stanno dicendo in modo bipartisan.
E questo mi preoccupa.
Perchè una parte di quelli che oggi vanno a Bagdad e promettono armi e dicono che è giusto, dieci anni fa furono presi dal ballo di San Vito contro la Liberazione di quello stesso Iraq e organizzarono scioperi e manifestazioni, ostacolando la missione dei nostri Militari.

Continue reading

Stregoni, apprendisti e diaboliche invenzioni



Si può fare!
Ricordate l’urlo del dott. Frankestein “Si può fareeeee!” nel film umoristico di Mel Brooks “Frankestein junior?” Che cosa si poteva fare? La creatura “abnormal” che poi ne ha combinate di tutti i colori. Ovvero quel mostrone che ballava pure il tip-tap ma che ululava alla vista del fuoco.

Continue reading

Ma quale equità fiscale ?

Se due milioni di Italiani non riescono a pagare le tasse, subiscono l’umiliazione di ricevere la “cartella” e sono costretti a chiedere una dilazione, dov’è l’equità fiscale ?
C’è solo una ragione: le tasse sono troppo alte, quindi bisogna ridurle.
E se lo stato non ha i soldi per mantenere il suo apparato e le sue clientele, allora deve tagliare quello, non le pensioni.

Continue reading

Pilato in Vaticano

Le parole del vescovo pro tempore di Roma di ritorno dalla Corea dietro un’apparente chiarezza, nascondono una pericolosa indeterminatezza.
Se bisogna “fermare” un “aggressore ingiusto”, allora vuol dire che esiste un “aggressore giusto” il che mi sembra molto discutibile.
Ma soprattutto mi sembra molto pilatesca la invocazione a fermare l’aggressore ingiusto, senza guerra e senza bombardare.

Continue reading

Arriverà il tempo di Passera ?

Su Libero di Ferragosto è apparso un letterone di Corrado Passera che il quotidiano ha presentato come l’annuncio della scalata alla guida del Centro Destra.
La lunga missiva del non ancora 60enne ex ministro (ahimè per lui) di Mario Monti, dell’ex CEO di Intesa Sanpaolo, dell’ex AD delle Poste, dell’ex AD del Banco Ambrosiano Veneto, dell’ex braccio destro di De Benedetti alla Olivetti, non contiene uno specifico programma, non ci dice dove andrà a toccare per restituire competitività all’Italia, non propone i nomi di chi formerebbe la sua squadra, ma ci informa solo su alcune petizioni di principio e linee guida.

Continue reading

There be dragons: ovvero come fare, da sinistra, un filmaccio su San Josè Maria Escriva de Balaguer.

Ieri sera ho visto, finalmente, l’ annunciato, ma mai distribuito in Italia, film su Josè Maria Escriva de Balaguer.Dunque: nel film, il fondatore dell’ Opus Dei viene fatto passare “quasi” come in disaccordo col Franchismo. Galleggiante tra i repubblicani ed i falangisti. I massacri dei comunisti vengono solo accennati, mentre gli anarchici (distinguibili per la bandiera rossonera CNT/FAI/FIJL) sembrano bonaccioni.

Continue reading

Ma Di Battista ha tutti i torti ?

Siamo proprio tutti convinti che Di Battista abbia torto e che, invece, non abbia detto una ovvietà ? La Storia ci dice di tanti episodi in cui coloro i quali erano definiti “terroristi” dal potere che volevano abbattere, poi hanno ottenuto la legittimazione politica. I rivoluzionari americani e francesi, la cosiddetta “resistenza” italiana, gli stessi palestinesi che pure si sono resi responsabili della strage di Monaco nel 1972 adesso sono ossequiati e venerati da almeno metà Occidente.…

Continue reading

Addio Avvocato Servello, e grazie.

Si è spento nella Nostra Milano l’ Onorevole Franco Servello. Un Missino coerente che, a differenza di molte facce di palta, intervistato dalle Iene non volle definirsi antifascista, come fecero altri aennini.Ma, oltre al suo notevole impegno politico, soprattutto nel Movimento Sociale Italiano, voglio ricordarlo come Avvocato di molti Camerati Milanesi.

Continue reading

Tamburi di Ferragosto

Un momento di rinsavimento di Alfano che, dopo aver importato in un anno centomila clandestini, adesso vorrebbe (ma non può …) dire basta.Un momento di follia per la polizia del Missouri che, costretta dal presidente di Washington (nessun conflitto di interessi ?) dà in pasto alla folla il nome del poliziotto che avrebbe sparato ad un giovane negro.…

Continue reading