Home » 2014 » agosto (Page 2)

Frontex plus non basta,occorre il respingimento

Il coniglio bagnato che abbiamo al ministero degli interni canta vittoria perchè l’unione sovietica europea gli ha promesso di subentrare con Frontex plus a Mare Nostrum, anche se ancora non sappiamo chi metterà soldi e navi, visto che su 28 stati dell’unione, solo 10 sono disponibili all’accoglienza dei clandestini.

Continue reading

Quando il male si mette in posa

Dall’Isis, il Califfato di Abu Bakr al-Baghdadi, giungono di continuo racconti e filmati di violenze estreme, inaudite: persone crocifisse, sepolte vive, mutilate, sequestrate e vendute, decapitate a coltellate, torturate a morte, costrette a scavare la propria fossa prima di essere uccise. Una brutalità selvaggia, esibita, compiaciuta ne è diventata il tratto distintivo.
Continue reading

Nessuno lo dice ma in Iraq e Siria è guerra di religione

Che fare in Iraq e Siria? Che l’Occidente non abbia una strategia per affrontare il rapido precipitare della guerra irachena e di quella siriana, ormai unificate, è un fatto reso ancor più evidente dalle timide e incerte iniziative di europei e statunitensi. Abbiamo rimosso la guerra dal nostro linguaggio e anche se disponiamo paradossalmente della … continua
Continue reading

Quella piccola Santa e Sana Follia di tutti i giorni. Se possiamo…

Il 25 agosto, nella mia precedente nota sulla Santa Follia, tra le varie cose, così scrivevo:
“noi così  spesso troppo pavidi a mostrarci Fieramente Cattolici in una società allo sbando, preda dell’ egoismo/egocentrismo che crede tuttosia lecito in nome di una falsa libertà.“. Anche perchè, io per primo, non abbiamo quella grande Fede in nome della quale Cristo domandò a tanti di lasciare tutto e seguirlo. Quella Fede che è in regalo solo ai Santi, come ricordai. 
Eppure, possiamo, se vogliamo, essere un poco Folli, in questo mondo, nelle Piccole Grandi Cose.
Continue reading

La spending review secondo Matteo

Renzi assumerà centomila nuovi dipendenti pubblici per la scuola.
Come se i dipendenti pubblici non fossero giù un esercito infinito e come se l’istruzione non fosse, subito dopo la sanità, il principale centro di costo di uno stato indebitato fino all’estremo e che continua a fare debiti, aumentando spesa e disavanzo.

Continue reading

Sbarcano gli alieni

Pare che la Nasa, nella convinzione che entro 20 anni atterri la prima astronave aliena, stia studiando come farsi capire, elaborando un linguaggio ed un modello di ospitalità.
Dopo il corso di teoria a Houston, pare abbia intenzione di mandare i suoi addetti in Sicilia e Calabria, per testare gli insegnamenti con i clandestini che sbarcano da noi.

Continue reading

Attali e il "poliamore" ai tempi della crisi

Credevo ci fossero  i polimeri, le fibre poliammidiche o il polipropilene quand’ecco venir avanti  un nuovo vocabolo: poliamore, un temine che sembra quasi un suo derivato chimico.  Heathcliff e Cathy in “Cime tempestose” e l’amore esclusivo che trascende e  travalica perfino la morte? Vecchie favole letterarie, secondo Jacques Attali,  l’economista di Mitterand cooptato anche da Sarkozy (ah, i tecnici bipartisan!).…
Continue reading

Si ha bisogno di cretini

Padoan: “ci siamo tutti sbagliati”. No, tutti no di Maurizio Blondet

Grande il Ministro Pier Carlo Padoan: «Ci siamo tutti sbagliati. Intendo organizzazioni internazionali, Governi e via di seguito. Tutti prevedevamo una crescita maggiore per quest’anno nella zona euro e nessuno fino ad ora ci ha visto giusto». È recidivo: il 12 febbraio scorso, quando era ancora l’economista-capo dell’OCSE (l’organizzazione dei Paesi più industrializzati, grande ente sovrannazionale di imposizione delle politiche economiche), ammise candidamente che l’OCSE – cioè lui – avevano sbagliato totalmente le proiezioni, e per conseguenza avevano imposta all’Europa in recessione una cura che aveva aggravato la malattia.

Continue reading

Il fallimento di Obama

Ho sempre sostenuto che Obama fosse un bluff ed in questi giorni ne abbiamo avuto le prove.
Negli Stati Uniti non è stato capace di restituire fiducia e con la sua presidenza sono anche ricominciati gli scontri razziali, mostrandosi così parziale da imporre di dare in pasto alla folla il nome dell’Agente che avrebbe sparato a Ferguson.

Continue reading

La Sana Follia di Noi Cattolici.

Qualche giorno addietro ho dovuto cancellare un contatto laico e troppo liberal (che non coincide con liberale…), con un po’ di dispiacere. Ma quando arrivo a leggere: “…Non faccio distinguo fra religioni. Non esiste, per come la penso io, alcuna religione privilegiata dallo Stato. Qualunque legge proceda in questa direzione e’ indubbiamente immorale, indipendentemente dalle sue ragioni o dalla religione colpita.”, “.

Continue reading