Home » 2014 » luglio (Page 7)

Aldo Grasso e il doppiaggio "fascista"

Ne leggo una buona dal critico televisivo Aldo Grasso,   su Sette, l’inserto settimanale del Corriere della Sera: il doppiaggio cinematografico sarebbe un retaggio fascista da eliminare, dato che ormai la generazione Erasmus è tutta anglofona. Suppongo che di questo passo, Grasso, sia favorevole anche a veicolare una lezione di cattedra universitaria in Inglese all’università Cattolica del …

Continue reading

Cieli sporchi

 
 
 
 
Strana estate, questa estate fatta di cieli sporchi, mai sgombri da nubi basse, incombenti e minacciose, con temperature afose che virano in piogge e che mandano in frantumi la stagione balneare italiana.  La storia di aerei scomparsi in volo, o abbattuti in cielo da vigliacchi stragisti che prima uccidono, poi ritirano la mano per incolpare qualcun altro (false flag)   allo scopo di ottenere comodi “casus belli”, è già letteratura legittimata da prove e  controprove.…
Continue reading

Il vaffa della settimana

Non sono per le rubriche fisse che non si riesce mai a rispettare, ma questa mattina al gr1 delle otto hanno lasciato il posto d’onore alla dichiarazione bergogliana di un prelato calabrese. Ovviamente pretendeva che, a spese nostre, si ampliasse mare nostrum. Il vaffa è sorto spontaneo e di cuore. Poi però ho letto che la signorina Pascale ha preteso la istituzione in Forza Italia di un dipartimento sulle cosiddette libertà civili finalizzato alla presentazione di un progetto di legge sulle unioni presunte civili, incluso tra persone dello stesso sesso.…

Continue reading

La Palestina, il Prefetto Mori e la Mafia.

Mentre è in corso la controffensiva di Israele nei territori controllati dai terroristi palestinesi, le tante celebrazioni farlocche che si tengono in Italia per celebrare i troppi caduti tra i Servitori dello Stato, pongono in primo piano il fatto che la Mafia, nelle sue quattro diramazioni, è ancora viva; dormicchia, forse, ma è pronta nuovamente ad espandersi come un cancro.

Continue reading

Un Travaglio lungo per un parto finito male…

Come sapete quasi tutti (o dovreste saperlo…) non ho mai votato Berlusconi.Però dovreste sapere tutti che mi è sempre stato simpatico, nonostante alcune cantonate (tipo quando scelse Fini invece che la Destra. Oppure quelle recenti di apertura a Renzi e pederasti). L’ ho spesso difeso. Ultimamente è mal consigliato da pascalina e checchi pavoncello.

Continue reading

Combattere l’immigrazione

In vacanza è più facile ascoltare la radio, anche se ci sono troppe canzonette in giro.
Ci sono anche trasmissioni di informazione, come Prima di tutto , Radio anch’io, la radio ne parla, che ci dicono dove tira il vento del conformismo e della piaggeria verso i potenti di turno.
Ce lo dicono con gli argomenti scelti e con gli ospiti in studio o in collegamento.

Continue reading

Il dividendo

L’assoluzione piena ottenuta da Berlusconi nel processo di appello per il “caso” Ruby è il primo dividendo personale che il Cavaliere consegue dopo la sua gaia svolta renziana.
L’assoluzione rinforza il patto del Nazareno e mette all’angolo gli esponenti di Forza Italia critici verso l‘esproprio al Popolo del diritto di eleggere il senato e una legge elettorale che sembra uscita da Villa Baruzziana (il vecchio “ospedale dei matti” di Bologna).

Continue reading

L’ennesimo sproloquio della miracolata madonna boldrini

Immigrati, la Boldrini nega l’evidenza: “Nessuna invasione”. La presidente della Camera: “Dobbiamo prendere esempio dall’Africa” di Giovanni Corato

Sulle coste siciliane continuano gli sbarchi (solo ieri sono state soccorse in mare oltre 1500 persone), i centri di accoglienza sono ormai al limite, ma per Laura Boldrini non si tratta di “emergenza”.

Continue reading

Intesa, Mps e Unicredit

Intesa, UniCredit e Mps battono cassa da Draghi. Chiederanno alla Bce 34 miliardi. Le maggiori banche italiane ricorreranno a piene mani alle iniezioni di liquidità decise dall’Eurotower in giugno e subordinate alla concessione di prestiti all’economia reale. Ghizzoni e Viola hanno chiesto, per ora in via informale, 14 e 6 miliardi.…
Continue reading