Arrivano proprio tutti qui

La sudanese già condannata a morte per apostasia è libera e ne sono lieto.Meno lieto del fatto che abbia scelto l’Italia come primo scalo libero, con un pessimo messaggio rivolto a tutti quelli che cercano un porto di mare.Naturalmente è stata accolta con la fanfara dal Pittibimbo di palazzo Chigi che, però, farebbe meglio ad occuparsi dei nostri Maro ancora sequestrati dagli indiani. Ma sui Maro il chiacchierone fiorentino tace sempre.  Entra ne

Bene per Meriam. Ma i Marò ???

Ho da poco scritto su Renzi/Nembo Kid nel post precedente, ed ecco che il governo di Fonzie ne combina un’ altra. 
Ma che governo è mai quello che porta in Italia una cittadina americana torturata in Sudan di nome Meriam, Cristiana Ortodossa, ma che invece se ne STRAFREGA di 2 Soldati italiani torturati prima da uno stato socialcomunista come il Kerala (il PC Indiano è nato nel Kerala, e questo stato ha avuto solo governi o socialisti o comunisti) ed ora trattenuti illegalmente da un governo di estremisti indù ? 
Senza uno straccio di prova !
A CASA I MARO’  !!! BASTA !!! VERGOGNA !!! 

L’Asinistra di Banca e di Stato

Buttiamola sul ridere per non piangere. Dalla lotta di classe alle guerre di Borsa. Dal sol dell’Avvenire, al Crepuscolo delle Caymanlà dove il Denaro non dorme mai. Dalla lotta al Capitalismo, al Capitalismo finanziario come strumento di Lotta e  d’Esproprio delle  masse. Questa è l’Asinistra di Banca e di Stato, di lotta e di Sgoverno. Non vince mai, ma non importa: poiché crede nella “democrazia”, può andare al governo senz’essere eletta. I numeri si trovano sempre. Soprattutto, si danno sempre. Qui una rassegna dei suoi esponenti, vecchi e nuovi,  trapassati, passati, presenti e futuri .

Berty Nights e le folli notti romane. Preferisce le Nobildonne alle cassiere della Coop. Questione di classe!

Saturday Night Communist Fever
Bersani sul tetto che scotta per immergersi in  un  rigenerante bagno di giovinezza studentesca . Poi l’estromissione dalla sua leadership e…il coccolone !

Don’t let me down /dleng! dleng! dleng! dleng! dleng! Don’t let me down/…  
D’Alema:  Dall’azzurro volo dello yacht Icarus, all’atterraggio nel podere vinicolo umbro. A lui il latifondo con pregiato vino di qualità (Cabernet francese), mentre il Principe Carlo d’Inghilterra alleva galline. La vita è fatta a scale…Reali che scendono, Proletari senza rivoluzione che salgono.
D’Alema. dal lancio delle molotov alle gioie bucoliche del Latifondo
Niki Vendola vestito del suo solo…orecchino. Mancano le  fatidiche gocce di Chanel n.5 per ogni lobo d’orecchio.

Laura Boldrini, mises griffate, ostriche e champagne, suite alberghiere a 5 stelle, stipendi onusiani da Mille e Una notte. I dannati dell’Africa se li piglino pure gli Italiani poveri. E chi non salta, un razzista è!

Fornero , very choosy! Oh yeah! Banca Mondiale  e Banca Intesa le hanno suggerito che i pensionati  non si riformano, si ammazzano.

Camusso a Villa d’Este di Cernobbio per lauto banchetto collaborazionista col Potere.


Tosto che cibo avanza, crepi panza!

Matteo Renzi: dalla Ruota della Fortuna alla Fortuna d’esser Premier senza  passare dalle urne.

Discorso amletico renziano in Inglese-bantù: To Ban- too  or not to Ban-  too?
Filmato sottotitolato per non udenti
 
Napolitano il comunista preferito dal cleptocrate  Kissinger (e da altri oligarchi)

Lilli Gruber-Berg, nota esponente della gauche au Botulin. La sua informazione è ancora più gonflée di Telekabul



Mi fermo qui anche se il Bestiario sarebbe assai più  numeroso. Costoro non li eviti nemmeno se li conosci.  Peggio del virus HIV.

Renzi dal pianeta Krypton.

Ecco arrivato dal Pianeta Krypton l’ uomo destinato a mettere a posto l’ Italia. E’ lui che farà conoscere al mondo intero, attraverso Expo 2015, le eccellenze del Bel Paese. E’ lui che, legatosi in vita i cavi d’ acciaio, porterà a Genova (a Piombino, no, eh ?) in salvo la Concordia. E’ lui il nuovo padre della costituzione (volutamente minuscole, alla faccia dei Raphus Cucullatus che ignorano i linguisti Ghiselli & Casalgrande), che ci renderà tutti più liberi, sani e belli. E’ lui che darà i matrimoni agli invertiti, alla faccia di Noi Cattolici. E’ lui che darà la cittadinanza a migliaia di clandestini per averne i voti, le case gliele sta dando già. 
Un vero Superman ! 

Continua a Mosul la strage dei Cristiani.

Questo simbolo è la N dell’ alfabeto arabo. Come Nazareno, seguace di Gesù, segno con cui a Mosul, i terroristi mussulmani contrassegnano le case dei Cristiani, per individuarli ed ucciderli. Nella totale indifferenza del mondo, attento solo alla Palestina ed alle famiglie degli assassini legati ad Hamas.
Ringraziamo i Media italiani che ci ricordano OGNI GIORNO, come PRIMA NOTIZIA e con ampi servizi quello che sta succedendo ai Cristiani di Mosul….
Domani, in tutto il mondo, sarà celebrata una giornata di Preghiera per i Cristiani di tutto l’ Irak. 

Razzisti e xenofobi

Alfano, pensando di offendere, ha definito Salvini e la Lega razzisti e xenofobi, per la loro volontà di far cessare l’invasione propiziata da mare nostrum di cui Alfano stesso è strenuo difensore.
A parte il fatto che come Salvini e la Lega la pensano milioni di Italiani veri e gli stessi siciliani fanno di tutto per rifilarci i loro indesiderati ospiti coattivamente assegnati da Alfano, è poi così sicuro che essere definiti, da lui, dal “ministro dell’invasione”, razzisti e xenofobi sia un’offesa ?
O, piuttosto, non è che un prendere atto che Alfano, dopo aver tradito Berlusconi uscendo da Forza Italia, dopo aver fallito come guardiano antitasse (le tasse aumentano con Renzi come attesta la tassa sui risparmi al 26%) , dopo aver fallito come guardiano della morale (veggasi la questione droga e i continui riconoscimenti dei “matrimoni” omosessuali come accade a Bologna) , dopo aver fallito elettoralmente (il suo 4,1%  è stato appena sufficiente – grazie ai voti di Casini Udc – a superare il quorum per le europee) , anche sulla questione dei clandestini abbia miseramente fallito, mettendosi a novanta gradi rispetto alle pretese della sinistra sublimate dalle assurde teorie boldrinianbergogliane ?
Se Berlusconi vuole ricostruire il Centro Destra, lasci perdere Alfano, alla perenne ricerca di consolidare la sua poltrona, e stringa accordi con Lega e Fratelli d’Italia, abbandonando anche Renzi e la sua gaia svolta che sono un ostacolo oggettivo per un Centro Destra alternativo ai comunisti.

Entra ne

La Terra gira anche quando siamo in vacanza

Il periodo è di vacanza (e anche il meteo è la rappresentazione di questa brutta Italia renziana) ma il mondo gira e gli eventi si susseguono.
Ovviamente l’occhio guarda con attenzione maggiore ai fatti che ci riguardano da vicino e non possiamo che confermare l’apprezzamento verso la Lega di Matteo Salvini che ha finalmente pronunciato parole chiare sui temi oggi qualificanti e discriminanti per l’appartenenza al Centro Destra:
         no alle tasse di Renzi e della sinistra
         no all’immigrazione, a mare nostrum, allo ius soli
         no al “matrimonio” omosessuale.
Tutti “no” che rappresentano un progetto positivo per l’Italia che vuole rinascere dopo questi tre anni disastrosi con tre presidenti del consiglio (Monti, Letta e Renzi) tra i quali è impossibile scegliere chi preferire.
Ma anche la politica estera ci fornisce motivi di riflessione, soprattutto considerando che sono temi che dividono trasversalmente.
In Medio Oriente non si ferma il tentativo dei palestinesi di cacciare gli Ebrei di Israele e per quante lezioni subiscano, insistono nel lanciare missili su Israele e poi berciare se gli Israeliani reagiscono.
E ci sono persino alcuni che li sostengono nella loro pretesa, stravolgendo completamente chi sia l’aggressore e chi l’aggredito (del resto sono gli stessi che gettano la croce sui commercianti che reagiscono sparando ai rapinatori …).
Vorrei vedere ognuno di noi se dovesse essere svegliato ogni notte o interrotto nel suo lavoro ogni giorno per rifugiarsi e proteggersi contro i missili tirati dai propri vicini.
Credo che ciascuno di noi vorrebbe che il proprio stato reagisse con tutti i mezzi disponibili per annientare il pericolo, a qualsiasi costo.
Nell’est europa un incapace che da sei anni gli Americani hanno voluto alla Casa Bianca ha prima sostenuto una rivolta di piazza contro il presidente legittimamente eletto dell’Ucraina, costringendolo alla fuga, poi si rifiuta di riconoscere una ben più legittima proclamazione di indipendenza dei territori a maggioranza di popolazione russa di etnia e di lingua.
E un ambiguo terrificante evento fornisce nuova benzina alla propaganda antirussa, cioè contraria a chi,in questo momento, rappresenta uno degli ultimi baluardi contro la deriva morale e il sovietismo economicorappresentato dagli Stati Uniti di oggi e dall’unione sovietica europea.
Ognuno, evidentemente, trae le sue personali conclusioni.
Per tornare quindi in Italia, con temi locali o di nicchia, tra i quali prevale la questione della sicurezza personale (veggasi in 
e della libertà di opinione (veggasi in 
Una passeggiata nel bosco sembra fermare il tempo in un momento felice e bucolico, purtroppo c’è sempre chi lavora per romperci le scatole, cercando di imporre le sue visioni totalitarie e totalmente irrispettose della nostra Libertà (personale, economica e di opinione) e la nostra Sicurezza.
Per questo abbiamo l’obbligo morale di contrastarli, di interessarci alla politica,  di votare, perchè il porci sprezzantemente sull’Aventino lascia spazio a chi vuole solo usarci come sudditi, per produrre quel denaro che viene sottratto con le tasse e disperso per i loro capricci.

Entra ne

Basta piagnistei,occorre agire

Il Resto del Carlino, da alcuni giorni, tratta il problema della vivibilità di via Indipendenza, piena di questuanti.
I commercianti della zona si lamentano per il calo delle vendite causate dalla fretta con la quale i cittadini (bolognesi e turisti) passano per quella che dovrebbe essere una delle strade più nobili della città.
Il comune tace e si preoccupa di adattare l’ex CIE di via Mattei per accogliere altri clandestini, senza alcuna limitazione nella loro agibilità della città e con la prospettiva di restare a lungo anziché essere tempestivamente rimpatriati.
Ogni giorno io percorro via Indipendenza, in lungo e in largo, almeno quattro volte.
Il degrado lo vedo, come è acuto, soprattutto al mattino, il cattivo odore delle necessità fisiologiche espletate negli angoli.
Ma è necessario fare delle differenze.
Molti mendicanti sono bolognesi.
Sono persone che hanno perso il lavoro, sono divorziati e con la casa concessa alla ex moglie, sono disperati per i quali il comune dovrebbe trovare un alloggio, nella loro piena libertà di movimento, invece di preoccuparsi dei clandestini che nulla hanno dato (e nulla mai daranno) alla nostra città.
Queste persone, questi nostri concittadini sfortunati, sono discreti e mai insistenti, meritano ogni aiuto.
Ben diversa invece la figura di quegli immigrati (clandestini o meno) che importunano il passante : ehi, capo, compra fazzoletti !
Ancora peggiori le zingare che si attaccano letteralmente mentre si cammina o cercano di impedirti il passaggio per poter, con una insistenza che loro riescono benissimo a rendere ancor più intollerabile, chiedere denaro senza offrire nulla in cambio o, magari, individuare dove teniamo il portafogli.
E queste “signore e signorine” spesso si presentano mentre allattano un bambino, cosicché dobbiamo anche trattenerci dal dare loro uno spintone o uno schiaffo (meritatissimi !) perché in tal caso comincerebbero a strillare come se le avessimo torturate e ci denuncerebbero, trovando sicuramente qualche avvocato e magistrato compiacente che ci condannerebbe ad un risarcimento a loro favore: la vittima che deve pagare per aver reagito !
E non si vede mai un poliziotto, che sia municipale (quelli sono impegnati a darci le multe per divieto di sosta o per aver violato la zona vietata alle automobili !) o di stato.
Allora ci si domanda legittimamente cosa paghiamo a fare le tasse, se non veniamo tutelati e protetti e se la sicurezza è diventata un optional che l’attuale giunta non vuole garantire.
Sì, perché i commercianti hanno un bel da piagnucolare, ma chi ha votato per questo sindaco e per questa giunta ?
Chi ha votato per un assessore che ha esultato, come è scritto oggi sul Carlino, per l’aver trasformato il CIE di via Mattei in un accogliente ostello per i clandestini ?
Non io di sicuro.
Allora smettiamola con i piagnistei e cominciamo ad agire insieme, contro il degrado.
Benissimo le passeggiate di Bignami e Lisei con i militanti di Forza Italia.
Ma non basta, come non basta la voce solitaria e di buon seno della Lega e della consigliera Borgonzoni.
Le elezioni non sono lontane, Merola ha fallito e il salotto di Bologna è sporco e da restaurare, cosa che un sindaco non bolognese non potrà mai fare.
Soprattutto non lo potrà fare un sindaco ideologicamente portato a stare dalla parte di chi quel salotto infesta e non sono certamente i nuovi poveri bolognesi ai quali, anzi, dovrebbe essere destinato tutto quel che viene sperperato per i clandestini.
Se continueremo a sopportare senza reagire, i nostri spazi saranno sempre più ridotti e sempre più insicuri.
Agiamo, prima che sia troppo tardi perchè possa essere sufficiente una semplice azione politica.



Entra ne