Home » 2014 » maggio

Il cambio di passo di Renzi

La quasi totalità della stampa italiana, con la sola eccezione di Libero e Il Giornale e, forse, qualche altro quotidiano di cui però non ho contezza, ha sostenuto con ripetute marchette la campagna elettorale di Renzi, occultando quello che il putto fiorentino stava preparando ai danni degli Italiani, a cominciare da quegli elettori che gli hanno creduto e da quelli che, astenendosi, gli consentono oggi di sbandierare percentuali elevate di consenso.
Continue reading

Renzi l’ autarchico: subito aumenta il costo del Passaporto…

Tasse, tasse, tasse: SSC, Sono Sempre Comunisti.Subito aumenta il costo del rilascio del Passaporto, che passa da 73,50 euro per il rilascio del documento (al posto dei 42,50 attuali), più il costo del libretto, più il bollo annuale di 40,29 euro che verrà esteso a tutti, sia che si viaggi in Europa che altrove.

Continue reading

Il Grande Male è Renzi, non Grillo

Ieri ho postato un commento ne Il Giornale online.
Mi sono stancato di veder sprecare parole per attaccare Grillo, continuando in una politica sbagliata che pensa solo a picchiare su Grillo, mentre tratta con i guanti bianchi il Grande Male: Renzi.
Le tasse che andiamo a pagare nelle prossime due settimane, non ce le ha imposte Grillo, ma Monti e Letta e Renzi si è ben guardato dal toglierle.
Continue reading

Pravettoni e il Renzusconi

Dove non arriva la politica e il giornalismo (quasi sempre prezzolato), sovente ci arriva la Satira. Questo è Carcarlo Pravettoni, che rappresenta  il personaggio dell’industrialotto  becero e senza scrupoli interpretato dal comico Paolo Hendel.
Ierisera a La Gabbia su La7, Pravettoni ne ha detta una semiseria: Matteo Renzi ha preso non il 40% come si dichiara ufficialmente ma addirittura il 56%.…
Continue reading

Arrivano le tasse di Renzi

Passata la festa, ingannato il santo.
Nell’Italia del 2014 il “santo” è l’elettore, il cittadino che, dopo il voto, si vede arrivare le tasse di Renzi (sono “di Renzi” anche se imposte da Letta, visto che Renzi si è ben guardato dal ridurle o cancellarle, anzi di suo ha aggiunto il 26% di rapina sui risparmi, persino superiore a quel che proponeva la Camusso !).
Continue reading

Cronaca del complotto contro l’Italia

Da mercoledì 21 maggio si può acquistare, a soli €. 5,90, in edicola l’instant book di Renato Brunetta “Berlusconi deve cadere. Cronaca di un complotto“.
La sua lettura, ancorchè non dica nulla di nuovo su un evento che solo uno sciocco o uno in malafede può negare sia avvenuto o poteva irridere mentre era in corso, mi ha fatto venire voglia di votare Forza Italia (poi ho votato Lega come deciso da tempo e con due preferenze secche “al maschile” alla faccia delle “quote rosa”).
Continue reading

Europee italiane, problemi di comunicazione…

Elezioni europee 2014, dalla Germania all’Uk gli italiani che votarono due volte. Il direttore di Die Zeit Giovanni Di Lorenzo, italo-tedesco, racconta in tv di aver espresso le sue preferenze sia al consolato, per le liste italiane, sia ad Amburgo, per quelle tedesche. Ma la legge lo vieta e la Procura apre un’inchiesta.…
Continue reading