Home » 2014 » marzo (Page 9)

Perché 40 giorni di Quaresima?

San Josemaría scrisse: “La Quaresima ci pone davanti a degli interrogativi fondamentali: cresce la mia fedeltà a Cristo, il mio desiderio di santità? Cresce la generosità apostolica nella mia vita di ogni giorno, nel mio lavoro ordinario, fra i miei colleghi? Ognuno risponda silenziosamente, in cuor suo, a queste domande e scoprirà che è necessaria […]…

Continue reading

I comunisti sono inaffidabili

Mentre subisce l’ennesima persecuzione che viola anche il diritto degli elettori popolari Italiani ad essere rappresentati dal loro Leader a Dublino, Berlusconi continua a fare aperture di credito a Renzi.
L’accordo sulla legge elettorale (che non condivido nel contenuto ma, soprattutto, nel fatto di averlo sottoscritto) poteva essere mandato all’aria se il Cavaliere ne avesse preteso il rispetto.
Continue reading

Perseverare è diabolico… ma perseverano ancora

Ecco i risultati di Kyenge, Boldrini & Co.: triplicati gli sbarchi di immigrati. Le promesse del governo Letta hanno aperto le porte all’Africa: nel 2013 sono sbarcati in Italia oltre 43mila clandestini di Sergio Rame

I numeri non mentono. A distanza di un anno possiamo quantificare i danni degli slogan buonisti del presidente della Camera Laura Boldrini, delle promesse di ius soli e cittadinanza facile dell’ex ministro all’Integrazione Cecile Kyenge e, più in generale, della politica lassista dell’Unione europea.

Continue reading

L’improvvisa cecità di Alfano

Normalmente non mi piace citare o commentare le “epiche gesta” di chi cambia casacca.
Questa volta, però, non è possibile sorvolare sulla macroscopica cecità di Alfano e compagni.
Il giorno in cui il consiglio dei ministri ha approvato la “delega fiscale” (con l’aumento della tasi, la rivalutazione del catasto) poi ancora i milioni elargiti per Roma e l’aumento delle accise sulla benzina, quindi applicando la solita politica della sinistra che significa solo più tasse, il capo del cosiddetto nuovo centrodestra (alleato di governo dei comunisti) ha sproloquiato proponendosi come il guardiano dei ceti medi e affermando che loro sono al governo per abbassare le tasse.
Continue reading