Home » 2014 » gennaio (Page 3)

Di Francesco in Francesco: c’est rigolo!

 
 
 
Credevo che noi Italiani fossimo messi male, finché non ho dato una sbirciatina a casa d’altri. La Francia ha in François Hollande, un presidente da barzelletta. Una faccia da con  (non traduco in quanto il vocabolo è noto) come la sua è difficile da trovare in giro. Fioccano infatti, vignette su vignette, sulla sua  histoire d’Ho, con tanto di casco e motorino.…
Continue reading

Siamo quello che siamo e siamolo bene

Al di sopra di tutto, la nostra risposta all’amore di Dio si tradurrà nella maniera con cui noi viviamo la nostra vocazione. Questo termine designava allora le occupazioni inerenti alla condizione sociale di ciascuno, e Francesco di Sales l’assimila alla vocazione nello stesso tempo che l’esalta. «Dio ama la nostra vocazione, scrive alla signora Brûlart, […]…

Continue reading

Continuavano a farsi infinocchiare da matrimoni gay e non gay

non possiamo più cadere in queste trappole meschine da gentaglia che continua a prenderci in giro cercando di “risvegliare” un’appartenenza politica di destra o di sinistra da anni settanta che serve solo a loro, ai loro sporchi interessi.

The post Continuavano a farsi infinocchiare da matrimoni gay e non gay appeared first on IL CRONISTA.…

Continue reading

Il wwf delle liste elettorali

Nel leggere il testo integrale del pastone elettorale renziano, bisogna evidenziare un’altra “chicca” che lo (s)qualifica.
Nelle liste elettorali è fatto obbligo mettere un numero pari di rappresentanti dei due sessi e, per di più, non possono esserci più di due persone dello stesso sesso collocate consecutivamente in lista.
Sono le famose quote panda che già portarono al disastro gli Stati Uniti quando, con la Great Society di Johnson, furono imposte le quote per i negri.
Continue reading

L’ennesima fiducia… per l’ennesimo imbroglio

Governo pone fiducia su dl Bankitalia. Proteste in Aula, espulso un deputato. L’annuncio del ministro Franceschini: la votazione si terrà venerdì 24 gennaio. Montano intanto le proteste al provvedimento che prevede la discussa rivalutazione di via Nazionale. Giorgia Meloni: “E’ la rapina del secolo”

Il governo pone la questione di fiducia nell’Aula della Camera sul decreto Imu-Bankitalia.

Continue reading

Privatizzazioni, poste

Saccomanni dà il via alle privatizzazioni: “Si parte con il 40% di Poste, poi vediamo”. Il ministro dell’Economia fa sapere che al Cdm di venerdì ci sarà il tanto atteso decreto. Il premier Enrico Letta aveva annunciato a novembre il piano che punta a raccogliere 12 miliardi 
Fabrizio Saccomanni dà il via alle danze, annunciando i primi dettagli del tanto atteso piano di privatizzazioni con cui lo Stato punta a fare cassa.…
Continue reading

La frustrazione dell’incompetente Bonino

Maro’: Bonino, profonda frustrazione. ‘Scongiurare ricorso a legge che prevede pena morte’

DAVOS, 23 GEN – Emma Bonino ha espresso la “profonda frustrazione” del governo per il caso maro’ incontrando i ministri indiani del commercio e dell’economia a Davos. Lo si apprende da fonti della Farnesina. A loro e’ stato chiesto di attivarsi perche’ non si verifichi l’ipotesi su un possibile uso della legge antiterrorismo che prevede la pena di morte.

Continue reading

Quella sottile linea rossa che divide Abbado dai Sofri e dai Belpiede.

Vedo che alcuni (pochi in verità…) non hanno apprezzato le mie reprimenda contro un “genio” della musica (che non ha composto nulla, peraltro, a differenza di un grandissimo come Andrew Lloyd Webber, che adoro, non perchè Conservatore, ma perchè autore di pezzi memorabili come il Fantasma dell’ Opera ed Evita…). Ebbene, avendo 58 anni ed avendo vissuto gli anni di piombo, io non posso nè dimenticare, nè tacere; troppa gente ha dimenticato, anche quella Maggioranza Silenziosa che, durante quegli anni, per non vedere, pur essendo anticomunista, chiudeva le tapparelle, gli occhi, le orecchie e la bocca, lasciandoci soli nelle piazze, a subire il martirio.

Continue reading

Piccoli favori tra amici

Nuova Rc Auto, Aneis: “Tutta a favore delle lobby assicurative. Ci sia confronto”. L’Associazione esperti infortunistica stradale: “Vicari difende la norma? Riceva una delegazione di esperti professionisti del settore e rappresentanti delle vittime della strada per acquisire maggiori conoscenze ed elementi di valutazione” 
Levata di scudi dell’Associazione nazionale esperti infortunistica stradale (Aneis) contro la riforma della Rc Auto predisposta in fretta e furia dal governo Letta a fine 2013 con una normativa che fa acqua da tutte le parti inserita a forza nel decreto Destinazione Italia.  La protesta è arrivata per bocca del presidente dell’Associazione, Luigi Cipriano, che ha attaccato duramente il sottosegretario allo Sviluppo economico, Simona Vicari, entusiasta sostenitrice della nuova legge contenuta nel decreto in corso di conversione proprio in questi giorni.…
Continue reading