Home » 2013 (Page 230)

Con la retroattività

Approfondimenti Cento voci per valutare dichiarazioni e tenore di vita. Lenzuola, pentole e circoli esclusivi. Ecco i parametri del redditometro. I controlli del Fisco scatteranno a partire dai redditi del 2009

ROMA – Adesso il Fisco ha un’arma in più contro gli evasori. Potrà controllare i redditi, dal 2009 (dichiarazioni 2010) in poi, con il nuovo redditometro, lo strumento che attraverso l’analisi di più di cento voci di spesa verifica se c’è compatibilità fra il reddito dichiarato dal contribuente e il suo tenore di vita.

Continue reading

Antieurpeismo e antiamericanismo

L’antieuropeismo necessario, l’antiamericanismo indispensabile di Gianni Petrosillo
Essere antieuropeisti e, pertanto, decisamente recalcitranti alla concretizzazione di questa Unione, basata su trattati ed accordi sconvenienti per i popoli che ne fanno parte, da quelli economici a quelli politici (con commissioni che si occupano della grandezza dei piselli e teste di pisello che non arrivano a capo di nulla), non significa essere contro l’Europa.…
Continue reading

L’ episodio di Busto Arsizio:strumentalizzazioni, ragioni, errori ed omissioni.

Pronti, via, siamo già in campagna elettorale, come si evince dalla gran cassa data agli episodi di Busto Arsizio. Vediamo di analizzare i fatti senza che il solito Dodo di passaggio non dica bestialità fuori luogo, come avvenuto di recente per Don Piero Corsi.1)Hanno sbagliato in pieno i tifosi (probabilmente accorsi dalla vicina Varese, specializzati in queste cose…) che hanno voluto creare un caso, sapendo il notevole risalto che la cosa avrebbe avuto.

Continue reading

Monti getta fumo negli occhi

Non mi sorprende la squallida ironia di Monti sulla statura di Brunetta che è allo stesso livello dei cori, definiti con indignazione in tutti i notiziari “razzisti”, di Busto Arsizio.
Non mi sorprende perchè la sua mentalità snob, superba e arrogante è uguale a quella di D’alema che se la prese con Brunetta (“energumeno tascabile”) e dei comunisti che si sono sbizzarriti, non avendo altri argomenti, a mettere in evidenza i “difetti” fisici di Berlusconi (statura, calvizie).
Continue reading

Coincidenze strane… e l’imbroglio dello spread

Lo spread in campagna elettorale di Eugenio Orso
Forse c’è qualcuno che trova alquanto strana la discesa dello spread del btp con il bund, fino a 284 punti, centrando l’obiettivo dichiarato da Monti, proprio nel momento in cui Mario Monti scende nell’arena elettorale, “salendo” in politica per lordarsi le mani. Gli onnipossenti mercati finanziari hanno cessato il fuoco contro l’Italia?…
Continue reading

Il maiale di Orwell

Monti: “Non sono tassatore cattivo”. E a Bersani: “Tagliare le ali estreme”. Ospite a Uno Mattina: “Vorrei una sorta di “Monti due” per far vedere che nel mio volto non c’è la cattiveria del tassatore”. A Bersani: “Silenziare parte conservatrice e tagliare ali estreme” di Domenico Ferrara
A muso duro. Contro tutti.…
Continue reading

Berlusconi aveva ragione

Inizio di anno col botto in una borsa euforica e con lo spread in calo.
Eppure l’Italia è 
senza governo
a meno di due mesi da elezioni incerte
con una probabile situazione di inesistenza di maggioranze univoche nelle due camere
con Napolitano in scadenza di mandato
senza una linea certa per il futuro.
Continue reading

Fenice e fenicotteri tra mito e natura

Post fata resurgo

Tra i miti che mi hanno sempre affascinato fin da giovanissima c’è quello della Fenice, l’uccello che risorge dalle sue  stesse ceneri. Tanti sono stati i cantori di questo mito e molteplici le civiltà da Occidente a Oriente, che l’hanno declinato a  seconda delle loro culture. Cominciamo con la mitologia greca.…

Continue reading

La luce, il tunnel, le tasse e le droghe pesanti

Lo spread senza il salvatore della patria.
Il premier a «Radio anch’io». Monti: «Commissione d’inchiesta? Idea stravagante, ma ben venga». «Berlusconi mi confonde sul piano logico e contro di me ha usato armi improprie. Spero gli elettori meno confusi di me»
«Un’idea interessante, stravagante, tardiva. Ben venga». È il giudizio di Mario Monti sulla promessa di Silvio Berlusconi – nel caso di sua vittoria elettorale – di istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sul «complotto» internazionale che avrebbe a suo parere portato nel novembre 2011 alla caduta del governo del Cavaliere e l’affidamento di Palazzo Chigi a Monti.…
Continue reading