Si sposta l’asticella della ricchezza

Entro venerdì 15 la triplice sindacale avrà effettuato in tutta Italia scioperi locali di quattro ore contro la legge di stabilità.
Anche io sono contro tale legge, ma auspico provvedimenti che andrebbero nel senso esattamente opposto a quello della Trimurti che, tra l’altro, non ha detto “beo” sulla proposta di no tax fino a dodicimila euro: forse perchè quando i cittadini stanno meglio guardano altrove e non ai sindacati di regime ?
Comunque i triplicisti dovrebbero spiegare perchè dovrebbe scioperare uno che è riuscito a risparmiare qualcosa durante trenta e più anni di lavoro e che loro vorrebbero tassare al 25%, per poi elargire quanto estorto SOLO a chi percepisce un reddito basso.
Ora su tale livello, che evidentemente divide il povero dal ricco, ne ho sentite tante e, ultima, un ulteriore abbassamento dell’asticella: dai ventottomila euro lordi annui della prima proposta, ai 15-20mila letti oggi.
Ora se uno che ha un reddito superiore a ventimila euro deve essere considerato ricco, sappiamo come vorrebbe trasformare gli Italiani la Trimurti: una massa di poveri, malvestiti e malnutriti, pronti a bersi le sue frottole.
Perchè invece non si prende esempio dalla Irlanda dove hanno draconianamente tagliato la spesa pubblica e le tasse invece di depredare i risparmi che, prima o poi, finiranno ?



Entra ne

GRILLINI COERENTEMENTE PARTIGIANI.

Vi ricordate quello che ho scritto ieri ?


“Ieri ho invitato a pregare per i Nostri Martiri di Nassirya.
Ma possiamo farlo veramente tutti ?
C’è un’ Italia massonica, Cattofoba, laicista che considera i bombaroli Monti e Tognetti degli eroi. C’è pure un’ italia sinistra, rancorosa ed antifascista di maniera che, grazie anche a sentenze della magistra
tura, qualifica l’ attentato di Via Rasella un “legittimo atto di guerra”.
Come possiamo condividere la Nostra Storia con chi fa queste differenze ?
Con chi bruciava fino a ieri il Tricolore ? Quale pacificazione è possibile ?”.

Ebbene il parlamentare grillino che ieri ha ricordato il terrorista marocchino autore della strage di Nassirya si è dichiarato coerente, cavalcando il messaggio imposto dall’ ANPI e dai giudici rossi che vuole che l’ attentato di Via Rasella (che uccise oltre ai riservisti ed anziani militari altoatesini, tre civili compreso un ragazzo che ebbe la testa mozzata) sia considerato un atto di guerra. Che mi preclude di scrivere quello che penso sugli attentatori che, non consegnandosi, diedero il via alla rappresaglia.
Per questo mi viene la nausea quando vedo farisei sinistri celebrare Nassirya: i sinistri stanno coi bombaroli, sempre. 

Stanno perpetrando il mio omicidio politico: Matteotti o Berlusconi?

matteotti

“Non si può stare al governo con chi sta perpetrando il mio omicidio politico”. Ma non è un Matteotti che dice questo, bensì così dice Berlusconi ai suoi fedelissimi e anche ai suoi meno fedeli che preferiscono la poltrona del potere piuttosto di continuare a sostenerlo a tutti i costi

The post Stanno perpetrando il mio omicidio politico: Matteotti o Berlusconi? appeared first on IL CRONISTA.

Patente di corsa

Nel milleseicento, anno più, anno meno, le guerre si combattevano anche con l’uso dei pirati, i corsari, che colpivano i bastimenti battenti bandiera nemica per depredarli delle ricchezze che trasportavano dalle colonie alla madre patria.

Il corsaro forse più noto fu Sir Francis Drake, che ebbe parte anche nella vittoria dell’Inghilterra di Elisabetta I contro la Invincibile Armata spagnola e con la sua patente di corsa aveva negli anni arricchito la corona di Sua Maestà a scapito della Spagna.
Oggi la figura del pirata e del corsaro è ammantata da un alone di mistero e romanticismo, grazie anche a grandi Autori come Emilio Salgari, ma, purtroppo, l’abitudine a depredare inermi e pacifici cittadini è rimasta, come è rimasta la patente di corsa.
Una patente di corsa che oggi è rappresentata dalle leggi finanziarie e di bilancio, dai diktat di Bruxelles e dalle gabelle e balzelliche la sinistra impone ogni volta che arriva al potere, spesso con la complicità di fuoriusciti o fuoriuscendi del Centro Destra.
Non può infatti che essere rubricata tra le rapine la tassa sulla casa, priva di sottostante perchè tutti, ma proprio tutti, i servizi che interagiscono con una abitazione (sia la prima, la seconda, la centesima) sono ampiamente pagati con bollette e tasse a parte.
Come è attività predatoria la tassa sui risparmi, cioè la tassa che sottrae la rendita al denaro investito, denaro che è quanto abbiamo salvato da tutte le altre tasse.
Una volta si celebrava il risparmio, ora il risparmio viene depredato per legge.
E che dire delle pensioni, spesso unico mezzo di sostentamento per i nostri Vecchi, sempre obiettivo di ladrocini al cui confronto scompaiono pirati e corsari.
Magari un giorno ci sveglieremo e, come un sol uomo, reagiremo alla tracotante prepotenza dei nuovi corsari che con le loro gabelle e i loro balzelli impoveriscono la nostra vita e cancellano il nostro futuro.
Sognare non è ancora vietato e neppure tassato …



Entra ne

Latrati lontani

Originally posted on Berlicche:
“Ladran Sancho, luego cabalgamos”. (Ci abbaiano, Sancho, vuol dire che cavalchiamo) Mia figlia ha undici anni e la sua lettura prevalente è “Topolino”. Anche se non possiede la bibliomania che mi piaga fin da ragazzo, non dispero prima o poi di riuscire a farla diventare una discreta lettrice: ne ha la…

Caserma Serristori, Via Rasella e Nassirya.

Ieri ho invitato a pregare per i Nostri Martiri di Nassirya.

Ma possiamo farlo veramente tutti ?
C’è un’ Italia massonica, Cattofoba, laicista che considera i bombaroli Monti e Tognetti degli eroi. C’è pure un’ italia sinistra, rancorosa ed antifascista di maniera che, grazie anche a sentenze della magistratura, qualifica l’ attentato di Via Rasella un “legittimo atto di guerra”. 
Come possiamo condividere la Nostra Storia con chi fa queste differenze ?
Con chi bruciava fino a ieri il Tricolore ? Quale pacificazione è possibile ?

Caro Francesco, se un Laico parla dell’ assenza del Senso di Colpa…

Stamane, ero su RAI Radio 1, dopo il giornale radio. Ospite Vittorino Andreoli, Medico, Psichiatra e scrittore. 
Ad un certo punto, interrogato dal conduttore sui recenti episodi di prostituzione minorile e suicidi di ragazzi con problemi, ha detto: “Il problema dei giovani d’oggi è che non più hanno il Senso di Colpa; e così si sentono padroni di fare tutto, anche solamente per comprarsi un cellulare ultimo tipo o abiti alla moda”.
Ecco, Andreoli, collaborando con Avvenire e SAT2000, credo sia credente, ma è pur sempre un Laico, anche se con profonda conoscenza dei problemi adolescenziali. Dunque credo pure io che, oltre alla certezza della pena, manchi il Sano Senso di Colpa, quello che ci insegnavano spesso, oltre ai Genitori, i Nonni e quelle Vecchie Zie Cattoliche che spesso hanno salvato l’ Italia. Per questo mi rivolgo con una preghiera implorante a Papa Francesco, che ho sempre definito Vescovo di Roma: Santità, La prego, oltre alla Misericodia da Lei sempre ricordata (e che io invoco per me, impenitente dubbioso e peccatore; e per Gnocchi e Palmaro…), si ricordi che può far più di tutto il Senso di Colpa, come accadde per l’ Innominato di manzoniana memoria, il Timor di Dio che scosse il Centurione alla Morte di Cristo ed il Buon Ladrone, piuttosto che il perdono sempre e comunque, anche senza il Sacramento Santo della Confessione.
La supplico. Lo dica, lo ripeta: “Ricordati che devi morire; e che non sai quando lo Sposo arriva”.
Se vuole mi telefoni, ma lo dico seriamente, non scherzo. Mi perdoni, comunque, se pensa che Le manco di rispetto, e preghi per la mia Anima che alcuni, per i miei dubbi, definiscono persa.
Come io prego per Lei. 

“La preghiera di S. Francesco” e la sua vera storia.

Signore fa’ di me uno strumento della tua pace «[…] Tutti conoscono la cosiddetta “Preghiera semplice” – quella che suona: “Signore, fa’ di me uno strumento della tua pace. Dove è odio, fa’ che io porti l’amore…” – e quasi tutti ne allegano la paternità all’autore del “Cantico delle creature”. Gli storici, peraltro, e gli […]

Logica (?) alfaniana

Alfano, soprannominato da Alessandra Mussolini AL-FINI, ritiene e dichiara che contro Berlusconi è stata messa in atto una persecuzione, una “porcata”.
Detto questo, approssimandosi il voto sulla decadenza, ribadisce il suo rispetto, sostegno e riconoscimento eterno per il Cavaliere e, quindi, dice che anche se i comunisti voteranno per la sua decadenza, il governo dovrà continuare ad andare avanti.
Io mi vedo Alfano che, tornando a casa, sorprende dei rapinatori e dice loro: guardate che ho in tasca una pistola carica, però prendete pure quello che volete, perchè fate una “porcata”, ma non ho intenzione di usarla.
La logica (?) alfaniana trascende l’umana comprensione è necessita di un “interprete “(ma che sia bravo, molto, molto bravo …).



Entra ne