Home » 2013 » ottobre (Page 16)

Lo scouting autorizzato (facce come culi)

Letta: “Sia chiaro, oggi c’era comunque la fiducia”. A Montecitorio il premier minimizza il voto di fiducia del Pdl. E avverte: “Il governo ha bisogno che non ci siano ricatti” di Raffaello Binelli

Incassata la fiducia a Palazzo Madama, per Enrico Letta la strada a Montecitorio è in discesa. Il presidente del Consiglio si toglie un sassolino dalle scarpe e sottolinea che la fiducia ottenuta al Senato “sia chiaro che è un risultato che ci sarebbe stato comunque, per essere chiari in fondo”.

Continue reading

Il colpo di scena delle imbecillità

Ecco, ora sarebbe il caso che qualcuno, a noi che eravamo di centrodestra, ci venga a spiegare come mai si continua a governare con chi è convinto che si è il male assoluto. No, così, giusto per… e che sia una scusa che regga tutta ma proprio tutta l’impalcatura. Ho comunque deciso (giacchè non ci saranno MAI spiegazioni credibili) che la mia tessera elettorale la terrò per ricordo MA non andrò mai più alle urne.…
Continue reading

Il governo NapoLetta succede a se stesso

Una cialtronata come questa non si era mai vista. Si fa perfino fatica a descriverla e sintetizzarla, tanto  è squallida e deprimente. Letta2 che succede a Letta1. Scrivo mentre nell’aula del Senato è in corso il dibattito parlamentare (lungo, noioso, prolisso), il cui esito è già scontato. Dietro alle quinte di questa sceneggiata, c’è sempre lui, il Grande Vecchio plenipotenziario ovvero Vecchia Napoli, il peggior presidente della repubblica della storia di questo sventurato Paese.

Continue reading

Che Dio ci aiuti

Le dichiarazioni di voto. Casini: “Sì alla fiducia a Letta. Che Dio ci aiuti”
Subito dopo il discorso di Enrico Letta sono iniziate al Senato le dichiarazioni di voto. Il primo a parlare è stato Pier Ferdinando Casini che si era intrattenuto qualche istante con Silvio Berlusconi vicino al banco della presidenza alla fine delle comunicazioni del presidente del Consiglio; dopodichè il Cavaliere è uscito dall’Aula con Denis Verdini mentre il leader dell’Udc ha raggiunto i colleghi del suo gruppo.  “Obbedisco”, ha poi detto il leader Udc al presidente del Senato, Pietro Grasso, quando ha, di fatto, negato una sospensione di seduta dopo le comunicazioni del premier Enrico Letta all’aula di palazzo Madama.…
Continue reading

Il comico nipote dello zio

Il Capo dello Stato vuole un governo per tutto il 2014. Letta al Senato: «Italia corre un rischio fatale Sventarlo dipende da noi». Seguirà il voto di fiducia. Prima al Senato (9,30), poi a Montecitorio (alle 16). Niente faccia a faccia Alfano-Berlusconi prima del voto di fiducia

«L’Italia corre un rischio irrimediabile e fatale.

Continue reading

Del riuscire negli intenti e blaterare di ripresa

Disoccupati disorganizzati di Eugenio Orso

Ci sono riusciti. Hanno piegato la popolazione di paesi come l’Italia, dopo averla rimbecillita e infiacchita. Le giovani generazioni hanno perduto qualsiasi velleità di ribellione. Nessuno vuole più “cambiare il mondo” – saldamente nelle mani della classe globale – ma tutti ne hanno paura e accettano l’esistente come un destino inevitabile.

Continue reading

Vergogna Bonino

Non è accertata la colpevolezza, e non è accertata l’innocenza. I processi servono a questo“.
Se fosse vera questa frase riferita ai nostri Marò sequestrati in India e attribuita ad una nota della Farnesina, la Bonino dovrebbe immediatamente rassegnare le dimissioni e se non lo facesse sarebbe un motivo in più per votare la sfiducia a Letta da parte non dico del Centro Destra, che dovrebbe sentirlo come un proprio dovere, nel proprio dna, ma per ogni Italiano vero.
Continue reading

Destinazione (Svendita)Italia

Qualche commento: “Tangentopoli iniziò, perchè la sinistra oltre il potere, voleva regalere agli amici le aziende di stato! Da allora ogni governo di sinistra regala (a parte le tangenti) una parte dell’industria italiana! Vi risulta che ne sia una andata a finire bene? ahahahahahah forse ancora più divertente è immaginare chi ancora li vota perchè altrimenti con il Berlu finisce il mondo.…
Continue reading

Ormai Francesco è un problema.

“Ciascuno ha una sua idea del Bene e del Male e deve scegliere di seguire il Bene e combattere il Male come lui li concepisce. Basterebbe questo per migliorare il mondo”Adolf Hitler pensava di fare il bene della Germania. Stalin pensava di fare il bene del proletariato…

Continue reading