Home » 2013 » agosto (Page 3)

La guerra in Siria non ci riguarda

Non ci sono interessi in Siria che possano motivarci a sopportare il costo di un intervento militare.
Non c’è petrolio.
Non è un santuario del terrorismo, anzi, paradossalmente, potrebbe diventarlo se vincessero gli oppositori di Assad.
Non abbiamo commesse, contratti, interessi economici e strategici da difendere.
Non c’è una ragione al mondo che giustifichi l’intervento in affari interni di un altro stato.
Continue reading

I 4 criminali di guerra

I 4 dell’apocalisse di Piero La Porta

La minaccia di bombardare la Siria anche senza mandato delle NU ha almeno due scopi: 

1) saggiare la capacità/volontà di reazione di Russia e Cina; 
2) presentarsi alla conferenza di pace sulla Siria col colpo in canna. 
La messa in scena degli attacchi col gas è successiva e strumentale a un piano più ampio preparato sin da luglio (leggi qui) rivelato da Foreign Policy (leggi qui).…
Continue reading

Scarcerati 6 mafiosi

Mafia, sei boss palermitani scarcerati in anticipo. Scarcerati dalla corte d’appello che ha ricalcolato la pena inflitta escludendo la recidiva: una rideterminazione, imposta dalla Cassazione di Luca Romano

Porte del carcere spalancate per sei boss palermitani, scarcerati in anticipo dalla corte d’appello che ha ricalcolato la pena inflitta escludendo la recidiva.

Continue reading

Siamo Uomini o comunisti ?

Ieri, subito dopo i tamburi di guerra risuonati ad Arcore che dovrebbero (auspicabilmente) portare alla caduta di Letta, le consorterie finanziarie si sono trasformate nel soccorso rosso di triste memoria e, per puntellare il loro nuovo gauleiter, hanno picchiato duro sulla borsa italiana che ha perso il 2% e durissimo su Mediaset che ha perso oltre il 6%, senza motivo vista la significativa ripresa degli investimenti pubblicitari e la politica di contenimento dei costi che lo avevano premiato facendogli guadagnare oltre il 100% da inizio anno, quando la borsa non era drogata dalle “manine” delle consorterie.
Continue reading

Ciao…

… questo è ciò che vedo dal terrazzino di casa dei miei…

… e questa sono io in un momento di cazzeggio libero sul divano di casa mia. Si, lo so, ho la faccia da schiaffi, le occhiaie (difetto di famiglia) e la tinta da rifare.

Continue reading

I lavori che gli italiani non vogliono più fare

Un commento: “Vogliono trasformare l’Italia in una macro regione dello stato europeo. Per far questo devono eliminare tutto ciò che resta dell’Italia come nazione: i confini nazionali vanno aboliti (la clandestinità non è reato), le radici cristiane vanno cancellate, la sovranità monetaria l’abbiamo persa con l’ingresso nell’euro e da un pezzo siamo praticamente commissariati in tutto.
Continue reading

Integrazione…

Maltratta moglie e figlia: “Vogliono vivere all’occidentale”. L’uomo, senza lavoro da tre anni e dedito all’alcool, è stato arrestato per violenza domestica e resistenza a pubblico ufficiale di Rachele Nenzi

Tre anni fa ha perso il lavoro e si è buttato sull’alcool. Da allora un 47enne marocchino, A.Z., residente a Santarcangelo di Romagna (Rimini) ha iniziato a maltrattare la moglie e la figlia 20enne, accusandole di voler vivere all’occidentale.

Continue reading

Se non è un avvertimento intimidatorio questo …

Governo a rischio:affonda Piazza AffariRaffica di sospensioni,spread oltre 250 punti
SEGUI I MERCATI IN TEMPO REALE
Crolla Mediaset. Deboli anche gli altri listini europei INTERVISTA A FITOUSSI “L’Italia è in una trappola senza uscita, ma l’instabilità non peserà sui conti” – di Nuccio Natoli (dalla pagina online de Il Resto del Carlino del 26 agosto 2013, modificata solo aggiungendo grassetto e rosso nella emblematica frase: Crolla Mediaset).
Continue reading

Saldi di fine stagione

Cosa rimane di quest’estate che se ne va? Difficile dire nell’immaginario popolare italiano quali siano le fotografie della cronaca (politica e non) che più potrebbero colpirlo. Certamente l’emorragia immigrazionista incessante sulle nostre coste, che trasforma in un Lazzaretto le nostre più pittoresche località  turistiche di vacanze e soggiorno. Non a caso, ho parlato di “lampedusizzazione” di tutta la Penisola.

Continue reading