Home » 2013 » maggio (Page 19)

Crisi maro’: perche’ non poteva che andare cosi’

Che la vicenda dei due marò italiani trattenuti in India da ormai 14 mesi sia stata una pièce  senza copione, recitata da attori improvvisati ed improvvisatori e con una regia pari alla recitazione, è chiaro a tutti. Che sulla tragicomica accelerazione delle ultime settimane abbiano pesato calcoli pre-elettorali è molto probabile.
Continue reading

Imparare dagli omicidi di boston

Quale sarà l’impatto a lungo termine dell’attentato alla maratona di Boston e della conseguente caccia all’uomo in stile film d’azione svoltasi fra il 15 e il 19 aprile, in cui hanno perso la vita quattro persone e 265 sono rimaste ferite? Cominciamo con quelli che non saranno gli effetti di quest’atto terroristico.
Continue reading

Non fu certo il peggior DC, ma non incensiamolo…

Come sempre, l’ Italia si divide sui politici, e non solo. In questi momenti accade lo stesso con Giulio Andreotti. Mai una via di mezzo. Il quale non fu certo il peggior DC del dopoguerra. Fu meglio di De Gasperi, che regalò pavidamente alla Jugoslavia l’ Istria e che osteggiò i Comitati Civici di Luigi Gedda fortemente voluti da Pio XII.

Continue reading

Il ritorno di Carosello

Per venti anni, dal gennaio 1957 al gennaio 1977, Carosello rappresentò lo spartiacque per generazioni di bambini con il momento di “andare a letto“.

Come tutti quelli della mia età, più vicino ai sessanta che ai cinquanta, sono cresciuto con Carosello, con le sue storie che hanno allietato i nostri sogni bambini.
Continue reading

Madonna Boldrini e la soluzione al problema

Boldrini: “Violenza donne, è emergenza. Stop all’uso del corpo nelle pubblicità. “Il presidente della Camera torna a rilanciare l’allarme sulla condizione femminile in Italia, elogia il progetto della task-force contro il femminicidio e chiede un intervento legislativo per limitare la mercificazione del corpo della donna negli spot: “Fanno passare il concetto che è un oggetto e ci puoi fare quello che vuoi”

ROMA – Senza lavoro, senza protezione: la condizione delle donne in Italia è sempre più difficile, quasi insostenibile.

Continue reading

Nigel Farage, altro che grillini…

Due anni fa lo scoprii e scrissi su di lui. Oggi è il giorno del suo primo trionfo elettorale nelle amministrative inglesi e gallesi. Il leader inglese dell’ UKIP, il partito indipendentista britannico, ultra-conservatore ed euroscettico, è il vincitore delle elezioni appena terminate con il 26 %, lasciando basiti gli altri 3 partiti inglesi.

Continue reading

Il congo ha bisogno di lei. Gli italiani no.

Kyenge choc: “Andrebbe abolito il reato di immigrazione clandestina”. La Kyenge: “Coinvolgere Mario Balotelli come testimonial di una campagna a favore dello ius soli? Una buona idea” di Luca Romano 
“Il reato di clandestinità andrebbe abrogato”. È una bomba la dichiarazione che Cecile Kyenge, neo ministro per l’Integrazione, ha sganciato a In mezz’ora, alla corte di Lucia Annunziata.…
Continue reading

Un ministero per l’Identità Nazionale

Ventun ministeri, possono diventare tranquillamente ventidue.
Abbiamo un ministero, istituito da Monti, sull’integrazione perchè non dovremmo avere un ministero dell’Identità Nazionale ?
A fronte di un dicastero affidato ad una signora di nazionalità congolese, dobbiamo affiancare un ministero affidato ad un soggetto di nazionalità Italiana. La prima dovrebbe favorire l’integrazione, ma pensate che la sua azione tenda ad integrare gli stranieri perchè assimilino cultura, usi, costumi, religione, cucina della Nazione che li ospita, oppure pensate che costei voglia forzare la mano perchè gli immigrati possano conservare tutte le loro caratteristiche e, al contrario, siano gli Italiani a dover cambiare per adattarsi ai nuovi venuti ?
Continue reading