Home » 2013 » gennaio (Page 4)

Memoria

(Fonte immagine: http://www.provincia.milano.it/scuola/istruzione/gallery/viaggi_della_memoria_2010)

Niente striscia domenicale di Snoopy, oggi. I miei sempreverdi amici Peanuts, possono aspettare.

Oggi, senza retorica e senza che ciò diventi un mero esercizio di stile, è meglio fermarsi a riflettere.

Riflettere, come ogni 27 Gennaio da un po’ di anni a questa parte.

Riflettere, perché anche la stupida libertà di amare Snoopy ed il suo piccolo mondo moderno, potrebbe essermi negata oggi se le cose avessero preso un’altra piega.…

Continue reading

Il pd non c’entra…

L’ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini distrugge la favola dell’indipendenza politica di Mps
“Il Pd ha sempre governato il Monte dei Paschi. L’ingerenza è stata ed è notevole. L’indipendenza della banca dalla politica è una barzelletta che purtroppo non fa più ridere”. L’ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini, fa nomi e cognomi.…
Continue reading

I programmi trascurati

La campagna elettorale che ci porta al voto del 24 e 25 febbraio prossimo, manifesta la solita marea di slogan e di decibel, con i quali si pensa di conquistare il consenso dimostrando solo aggressività.
La sinistra (comunista o caudataria dei comunisti) è sempre stata in prima fila in questo sport cui è maggiormente avvezza con scarichi di fango contro il nemico, ma non abituata a sopportare la reciprocità, come vediamo con la vicenda del Monte dei Paschi di Siena (indicativa la vignetta di Giannelli del Corsera del 25 gennaio che illustra questo post) in cui nega persino l’evidenza e minaccia addirittura di “sbranare” PdL e Lega che l’hanno inchiodata alle sue responsabilità.
Continue reading

Mps, nessuno sapeva… o tutti dormivano

Mps e la scoperta dell’acqua calda di Paolo Barnard
Dal Messaggero del 23/01/2013
“«La vera natura di alcune operazioni riguardanti il Monte dei Paschi di Siena riportate dalla stampa è emersa solo di recente, a seguito del rinvenimento di documenti tenuti celati all’Autorità di Vigilanza e portati alla luce dalla nuova dirigenza di Mps», afferma la Banca d’Italia in una nota.”

“Oggi Mps in una nota ha affermato che «le analisi, avviate nel mese di ottobre 2012 inizialmente su Alexandria e successivamente estese anche a Santorini e Nota Italia…”
Notate i due grassettati.

Continue reading

Ecco il partito delle banche

E’ mai possibile che in questo momento in cui il popolo ce l’ha con le banche ed i banchieri in genere lui non abbia saputo trovare di meglio che chiamare il suo partito “rivoluzionario” con i nomi di due grandi banche? La Banca Intesa e la Banca Popolare?.…

Continue reading

Il Pensiero Verde 2013-01-26 20:42:00

Monti scarica Bersani: “Su Mps il Pd c’entra”

C’entra in questa vicenda quel grande partito che viene spesso citato, cioè il Pd, che ha sempre avuto molta influenza attraverso la Fondazione su quella banca“. Mario Montientra a gamba tesa nello scandalo di Monte dei Paschi di Siena e risponde indirettamente al segretario democratico che ieri ha rivendicato che “il Pd fa il Pd e le banche fanno le banche”. 
Dichiarazione, quella del leader Pd, che poco collima con quella di Massimo D’Alema: “Noi, e per noi intendo il Pd di Siena nella persona del sindaco Franco Ceccuzzi, Mussari lo abbiamo cambiato un anno fa, assieme a tutto il consiglio di amministrazione del Monte dei Paschi.

Continue reading

Il Pensiero Verde 2013-01-26 20:37:00

CONSULENZA AL COGNATO DEL SEGRETARIO PD

Roberti: «Il Comune di Trie­ste non è un affare di famiglia»
Nuovo attacco del segre­ta­rio pro­vin­ciale della Lega Nord Pier­paolo Roberti alla nomina di Fran­ce­sco Rosato a con­su­lente per la ricon­ver­sione della Ferriera.
«I dubbi che avevo sol­le­vato a seguito dell’affidamento dell’incarico a Rosato erano di pura oppor­tu­nità, in ragione dei suoi tra­scorsi da diret­tore dello sta­bi­li­mento di Ser­vola e dell’indagine in corso sull’inquinamento pro­dotto dall’impianto e sulle disca­ri­che abu­sive che vede coin­volto lo stesso manager.»
«Ora però apprendo dai gior­nali che Rosato è anche cognato del segre­ta­rio trie­stino del Par­tito Demo­cra­tico: un periodo par­ti­co­lar­mente for­tu­nato per tutta la fami­glia –iro­nizza Roberti-, visto che in due set­ti­mane sono pio­vuti dal cielo prima il posto da capo­li­sta al Senato per Fran­ce­sco Russo e poi una con­su­lenza da 50mila euro per Fran­ce­sco Rosato.»
«Da due anni a que­sta parte, ovvero da quando si è inse­diata la Giunta Coso­lini, abbiamo visto affi­dare inca­ri­chi di rilievo ad amici e sup­por­ter della mag­gio­ranza che ammi­ni­stra il Comune per cen­ti­naia di migliaia di euro: certo ormai la cosa non desta più stu­pore, ma con­ti­nua a susci­tare l’indignazione in chi come noi crede che la gestione della cosa pub­blica non sia un affare di famiglia.»
«Se pochi giorni fa abbiamo chie­sto al sin­daco di riti­rare la delega a Rosato –con­clude Roberti– ora, alla luce del rap­porto di paren­tela di quest’ultimo con Fran­ce­sco Russo, rite­niamo che la que­stione sia impro­ro­ga­bile e che il primo cit­ta­dino debba un chia­ri­mento e pos­si­bil­mente delle scuse a tutti i triestini.»
 http://www.pierpaoloroberti.org/
www.ilpensieroverde.com

Continue reading

Apertura dell’anno giudiziario

Carceri sovraffollate.
Troppi detenuti in attesa di giudizio.
Prescrizione.
Questi mali della giustizia secondo i magistrati che hanno aperto l’anno giudiziario.
Soluzioni ?
Meno riflettori, convegni, conferenze, libri e più dibattimenti.
Lasciar perdere i teoremi contro Berlusconi.
Smetterla di indagare sulle aziende italiane che producono alla ricerca di qualche magagna fiscale, ambientale o burocratica con la quale mettere in piedi un bel processone.
Continue reading

I poli e le corporazioni…

… ci vuole una faccia di bronzo come la sua per parlare di corporativismo…
Il premier dimissionario: «si allontana un mio coinvolgimento nella vita pubblica». Monti: «Io in politica non per governare. Noi avversari della sinistra di Vendola». «Nessuno dei due poli dà garanzie riformiste per scrostare l’Italia dagli interessi corporativi»
Mario Monti ha assicurato che il suo impegno in politica non mira a un coinvolgimento nel futuro governo.…
Continue reading

70 anni fa: l’onore di Nikolajewka

La colonna degli alpini, finalmente fuori dalla sacca del Don, dopo la strepitosa battaglia di Nikolajewka

Dopo 200 chilometri di ripiegamento a piedi e con pochi muli e slitte, sempre aspramente contrastati dai reparti nemici e dai partigiani sovietici, il mattino del 26 Gennaio 1943 gli alpini della Divisione Tridentina, alla testa di una colonna di 40.000 uomini quasi tutti disarmati e in parte congelati, giunsero davanti al villaggio di Nikolajewka.…

Continue reading