Home » 2012 (Page 226)

Valori senza tempo

“Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti; che tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca delle Felicità; che allo scopo di garantire questi diritti, sono creati fra gli uomini i Governi, i quali derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; che ogni qual volta una qualsiasi forma di Governo, tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o distruggerlo, e creare un nuovo governo, che ponga le sue fondamenta su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che al popolo sembri più probabile possa apportare Sicurezza e Felicità.…
Continue reading

La notte degli imbecilli

Ieri, primo giorno del nuovo anno, la gente normale si è svegliata con tutti gli arti al loro posto, tutte le dita ai loro posti, con tutti e due gli occhi, etc. Non così si sono svegliati i soliti imbecilli. Questi, al contrario, hanno dovuto fare l’inventario dei loro arti o organi perchè come ogni […] …

Continue reading

Svendita dell’italia

Così Monti darà nostre tasse a chi trama contro di noi. Il governo sta per concedere all’Europa pilotata dalla Merkel la sovranità fiscale. Senza il benestare degli elettori
Le mani della Merkel sull’Italia. Se l’indiscrezione del Wall Street Journal ha un merito è quello di aver riportato l’attenzione su quei giorni concitati, consultazioni informali ed atti fondamentali passati quasi sotto silenzio.…
Continue reading

Leccaculerie varie di governo (monti)

Se tutto va bene Monti ci ha rovinati. Paradossi di fine anno: rispetto a Berlusconi l’Italia peggiora ma sinistra, stampa, tv e sindacati sono contenti di Vittorio Feltri
La più bella notizia dell’anno è che siamo ancora vivi. La più brutta è che siamo mezzi morti. Negli ultimi mesi abbiamo assistito a uno spettacolo inimmaginabile fino all’inizio dello scorso autunno.…
Continue reading

Le origini del dissesto finanziario italiano 1

Questa serie nasce dalla curiosità di approfondire le cause che hanno portato l’Italia a sfiorare il precipizio, o l’orlo di un burrore, per usare di una frase cara al nostro attuale presidente del Consiglio Mario Monti. Pericolo non ancora scampato. La curiosità mi è nata ieri sera, mentre ascoltavo l’omelia di fine anno del parroco della chiesa centrale del mio paese di provincia.…
Continue reading

Ridotti in servitù

Avrei voluto, come primo post dell’anno, parlare di futuro, di temi da affrontare e di problemi da risolvere per realizzare una società, per me, ideale.

Invece mi sento in dovere di scrivere del passato, di quello che il Wall Street Journal ha rivelato, sgamando un complotto che tale resta nonostante le liturgiche smentite.…
Continue reading

Cetto Laqualunque, gli immigrati, i carcerati e i giovani…

 Le reazioni al discorso del presidente della repubblica Giorgio Napolitano. Schifani: «Non trascureremo i giovani, gli immigrati e i carcerati». Fini:«La sintesi più equilibrata e saggia con cui guardare al futuro». Calderoli: «Un discorso da “Cetto la qualunque”»
MILANO – «Un discorso alto, realista, coraggioso e onesto. Istituzionalmente impeccabile. Nelle parole del Presidente Napolitano emerge un forte richiamo alla capacità del nostro Paese di superare, come in passato, momenti difficili attraverso le sue articolazioni sociali, politiche ed istituzionali».…
Continue reading

L’auspicio del comunista

Takwa e Sofia l’auspicio di Napolitano: le prime nate sono di origine tunisina e vietnamita. Sono nate a Torino e a Roma

MILANO– Il presidente Napolitano lo aveva ripetuto anche durante il discorso di “fine anno”. L’importanza di riconoscere la nazionalità italiana ai figli di immigrati nati in Italia. Un auspicio per Takwa, venuta alla luce un’ora e 42 minuti dopo mezzanotte nella sala parto al secondo piano dell’ospedale Sant’Anna.

Continue reading