Home » 2012 » dicembre (Page 7)

Natale

 Ci sono immagini che dannano l’anima e viceversa ci sono immagini che la salvano. Non lo dico io, lo dice Carl Gustav Jung. Come mi è stato fatto notare nel post precedente da Scarth e da Huxley, mostrare certi velociraptor  della Ue (Barroso, Schulz e Monti) nei giorni a ridosso del Natale, è qualcosa che ci intristisce, ci rende mesti e privi di speranza.

Continue reading

Governo Monti e Mps

Quando gli stati salvano le banche
Lunedì scorso sono arrivati i primi 3,9 miliardi di euro da parte del Tesoro Italiano con destinazione Monte dei Paschi di Siena, approvati dalla Commissione Europea in cambio di un piano di ristrutturazione del debito. Questo prestito, si legge nella nota della Commissione, consentirà alla banca di conformarsi alle raccomandazioni dell’autorità bancaria europea (Eba) e costituirà una riserva supplementare temporanea di patrimonio per contrastare la sua esposizione al rischio di debito sovrano.…
Continue reading

Legge di stabilità… o finanziaria

La nuova finanziaria di Monti di Beppe Grillo
La legge finanziaria per il 2013 si chiama Legge di stabilità. E’ scritta da dei pazzi in libertà. Chi la legge rischia l’insanità mentale. Un esempio tra i tanti, l’inizio del comma 11 dell’articolo “Finanziamento di esigenze indifferibili”:
“Al fine di finanziare interventi di natura assistenziale in favore delle categorie di lavoratori di cui gli articoli 24, commi 14 e 15, del decreto legge 6 dicembre 2011, n, 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.214, 6.…
Continue reading

Monti paga il pizzo all’India

I nostri Marò torneranno per Natale.
Lo stato canaglia che li ha tenuti sotto sequestro per quasi un anno, ha concesso il rimpatrio per due settimane in cambio di una garanzia del governicchio di Monti per quasi un milione di euro.
Ho sempre saputo che con i sequestratori non si doveva trattare, perchè così si incentivano altre azioni criminali.
Continue reading

Del ritrovarselo tra i piedi

Retroscena – Dopo la presentazione del manifesto la scelta sullo schieramento. Il Professore già pronto per la campagna in tv. Nell’agenda un pacchetto di «riforme epocali»

ROMA – Mentre i suoi uomini, la sua segreteria, il suo ufficio di gabinetto, i suoi collaboratori, partecipano in modo attivo alla formazione delle liste, o della lista, richiamando il principio che il Professore ha chiesto di osservare (massimo riserbo e meno politici possibili, un via libera di massima sui nomi decretato da lui stesso, quasi un’ultima parola), mentre succede tutto questo, con interlocutori come Casini, Montezemolo, Cesa, Olivero, Riccardi, lui, il presidente del Consiglio, quando può, quando ha tempo, scrive.…
Continue reading

Marchionne, Monti e gli operai fiat…

Fiat. Monti a Melfi tra gli applausi degli operai: «Da irresponsabili dissipare i sacrifici degli italiani». Il premier: «Da qui ripartono rapporti con Fiat». Marchionne conferma gli investimenti. Leader sindacali, Camusso non c’è
«Penso che sarebbe irresponsabile dissipare i tanti sacrifici che gli italiani si sono assunti facendo ripiombare il Paese in uno stato nirvanico».…
Continue reading

Risorse preziose

Un commento: “C’era la legge: si chiamava bossi-fini. Questa legge diceva che se sei clandestino e non te ne vuoi andare, allora vai in galera. Questa legge è stata affossata dal partito dei magistrati, I centri sociali e la sinistra (anche vendola ricordatevelo) hanno manifestato contro questa legge.”
Via Gambellino – La vittima è una 42enne che andava a prendere il tram, alle dieci di sera.…
Continue reading

No al solito ricatto di Pannella

Mi disgusta profondamente vedere nei telegiornali il pellegrinaggio delle “istituzioni” dello stato verso Pannella e la santificazione che fanno del personaggio.
Indipendentemente dai motivi (e per me Pannella è stato uno dei principali artefici del disfacimento delle fondamenta morali della Nazione con i suoi divorzio, aborto, eutanasia, liberalizzazione della droga e, da un po’ di tempo, amnistia) il ricatto “mi uccido se non mi accontentate” è da respingere.
Continue reading