Home » 2012 » dicembre (Page 16)

Umberto Galimberti, satana ti attende…

Tornando a casa l’ altro giorno, mi son sentito alla RAI (!!!) ospite di un Fabio Canino al vetriolo e gongolante, il prof. Umberto Galimberti parlare del suo ultimo libro, “Cristianesimo, la religione dal cielo vuoto“. E’ davvero edificante venire a conoscenza di quanto odio cattofobico possa serpeggiare oggi in libreria; venendo alla solita rivalutazione, assai vetusta in realtà, di Satana come custode del mondo e simbolo del Sacro, nella sua versione maligna.

Continue reading

Il tar rende felice Bersani

No, non è un “breve” su certi magistrati di parte il cui comportamento solleva legittimi dubbi sulla credibilità e affidabilità dell’intero sistema giudiziario per l’incertezza sulla terzietà, l’imparzialità.
Chiunque non voglia essere cieco ha ben compreso la situazione.
E’ invece l’annotazione del fatto che un tar non solo, con il Lazio, ha deciso che si debba votare, ma anche la data del voto che, sicuramente casualmente, è tale da rendere improbabile l’election day chiesto dal Centro Destra.
Continue reading

Don Giovanni a cenar teco, mi invitasti…

 
 
 
 
 
Napolitano ha dichiarato che venerdi 7 dicembre  non presenzierà al Lohengrin di Wagner che si terrà alla Scala. Forse si aspettava Verdi, lui che è così “patriottico” da aver orchestrato un golpe tecnico ai danni del Paese. O  forse teme un bel lancio di uova marce davanti al Teatro.  Devo ammettere che questo governo pur nelle sue nefandezze, o forse proprio per questo, offre molto materiale agli storici per ricostruire ai posteri i tempi foschi e torbidi che stiamo vivendo.…
Continue reading

Il Pensiero Verde 2012-12-05 23:40:00

Vergogna italiana. I poliziotti costretti a pagare le parcelle degli avvocati in caso di scontri in piazza!

Siamo in Italia e dunque meravigliarsi di quel che accade nel nostro paese è un po’ come meravigliarsi del fatto che Babbo Natale non esiste. È qualcosa che non ha un grande senso. L’Italia è l’Italia, e se c’è un paese, una nazione, un popolo più antitaliano, più antinazionale, più antitutto, questo è paradossalmente il popolo italiano, che non sa difendere nemmeno i propri poliziotti quando fanno il loro dannato dovere. Viviamo in una sorta di illogica resistenza permanente, dove è facile confondere l’autorità statale per il solito regime fascista e i facinorosi, i delinquenti travestiti da manifestanti, per dei grandi rivoluzionari, italiciBrave Heart, o se vogliamo essere più socialisti style, italici Che Guevara che “lottano” per la libertà. Ma libertà de che? La libertà di spaccare vetrine, rompere auto, bruciare cassonetti e vilipendere simboli religiosi? E magari picchiare pure con randelli e bastoni chiunque capiti loro a tiro, o peggio lanciare sassi e molotov, in urla di rabbia e livore animalesco senza senso? Se questa è libertà, chiaramente sto dalla parte dei poliziotti, senza alcun dubbio.Soprattutto poi se questi poliziotti, magari feriti e umiliati in ragione del loro dovere, vedono notificarsi avvisi di garanzia da parte di zelanti magistrati, chiamati a giudicare nientemeno che l’azione di chi si espone al pericolo per proteggere i cittadini.

Continue reading

Il Pensiero Verde 2012-12-05 23:31:00

L’arresto di Sallusti? La libertà di stampa è morta in un vergognoso silenzio

E alla fine il direttore de Il Giornale è stato arrestato. Non solo! Dopo essere stato portato a casa propria per scontare la pena, egli è evaso, beccandosi un nuovo processo per il reato di evasione (da 1 a 3 anni).Non so se questo sia stato un atto coraggioso oppure stupido, ma è certo che non sarà utile.

Continue reading

Il Pensiero Verde 2012-12-05 23:26:00

Italia, 2012: si può “infibulare” una bimba se l’incisione è …minimale e simbolica…

A marzo 2006 è stato arrestata una coppia di genitori nigeriani residente a Verona, perché aveva fatto infibulare una delle sue due bambine e stava per far infibulare l’altra. E per la prima volta fu applicata nel nostro Paese la fin troppo nuova legge sulle mutilazioni genitali femminili (mgf), voluta dall’allora ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna.

Continue reading

Almeno ci diano l’eutanasia gratis…

Un paio di commenti: “Più tagli = meno ospedali; meno ospedali = meno cure; meno cure = più morti, soprattutto vecchietti; più vecchietti morti = meno pensioni; meno pensioni = più posti di lavoro per i giovani; più morti = più PIL pro capite; meno pensioni = meno spesa pubblica; meno spesa pubblica = più soldi per pagare gli interessi alle banche; Favoloso!!…
Continue reading

Sentenza molto bella…

Il ministro dell’interno dopo la decisione della corte costituzionale. Cancellieri si espone sulla Consulta. «Sentenza molto bella». La decisione di distruggere le intercettazioni tra Napolitano e Mancino sulla presunta trattativa Stato-mafia
«È una cosa molto bella e molto attesa, siamo molto contenti». Così il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri ha commentato la sentenza della Consulta che ha accolto il ricorso del Quirinale nei confronti della procura di Palermo sul caso delle intercettazioni nel procedimento sulla presunta trattativa Stato-mafia.…
Continue reading

Re Giorgio, la magistratura e le trattative stato-mafia

E brava Liana di Carlo Bertani
Sapevamo di liane sulle quali volava Tarzan, con Jane che lo aspettava e cucinava lo stufato di rinoceronte mentre Cita schiamazzava per avvertire di nuovi pericoli, sempre fra una liana e l’altra. Questa era la legge della jungla: mille pericoli in agguato. La nostra Liana, invece, è una persona ed è una giornalista di Repubblica: Liana Milella, cronista giudiziario del quotidiano di De Benedetti, la quale quando avverte pericoli non schiamazza come Cita, bensì scrive.…
Continue reading

Monti e il piano di ripresa… che non c’è?

Monti confessa: non ho il piano di ripresa di Antonio Miclavez
Se andate al sito di Aljazeera, ascoltate l’intervista con Monti che si intitola: “Mario Monti: Italy is done with austerity” che potrebbe significare o che l’Italia ha finito con l’Austerità, o piuttosto che l’Italia è finita a causa dell’austerità. Purtroppo la risposta giusta è la seconda.…
Continue reading