Home » 2012 » dicembre

Abbattere Monti per contrastare chi gli sta dietro

Perché Bersani è così cauto, prudente nel giudicare l’ingresso in campo politico a gamba tesa di Monti ?
Mi viene in mente un proverbio: la prudenza è la paura che cammina in punta di piedi.
Bersani ha paura.
Bersani ha visto, avendoci messo anche del suo, cosa i manovratori che stanno dietro Monti e ne muovono i fili hanno fatto a Berlusconi che sta pagando (con milioni sonanti oltre che con una ventennale persecuzione mediatica e giudiziaria ancor più palese con le candidature politiche di tanti magistrati evidentemente non super partes come avrebbero dovuto essere) la sua volontà di autonomia e di elevare l’Italia come socio alla pari al tavolo della politica mondiale.
Continue reading

Manuale di sopravvivenza per il 2013

Buon Anno!
Ci attendono ancora giorni difficili, cari Amici,  perciò  è inutile farsi illusioni che chi ci ha reso greve e  insopportabile il 2102, si fermerà miracolosamente nell’anno che verrà.  Pertanto il mio augurio è che riusciamo a trovare in noi gli anticorpi per resistere e contrattaccare. In questi giorni imperversano maghi e astrologi, per raccontarci che  futuro anno avremo.

Continue reading

Manipolazioni

Ieri i giornali radio e molti telegiornali e sicuramente lo ritroveremo nella stampa di regime odierna, hanno cercato di accreditare Casini come energico oppositore di Bersani.
E’ evidente che questo sarà un tema della campagna elettorale: proiettare una immagine della coalizione montiana come antagonista e alternativa alla sinistra per abbindolare i più sprovveduti tra gli elettori di Centro Destra e togliere voti alla vera e unica coalizione di Centro Destra, quella di Silvio Berlusconi.
Continue reading

Di agende (miracolose) montiane e di rubriche…

Agenda Monti? Più interessante la sua rubrica di Giuseppe Germinario
Alcuni amici mi hanno sconsigliato di indugiare sul promemoria di Monti http://www.ilpost.it/2012/12/24/agenda-monti/agenda-monti-01/
Una perdita di tempo per un documento dal sapore preelettorale. Quanto all’ecumenismo, ha poco da invidiare alla letteratura che ha infestato le precedenti e infesterà l’attuale campagna. Già a poche ore di distanza dalla pubblicazione, la cruda realtà degli eventi comincia a beffarsi, però, delle intenzioni pie e ipocrite impresse a futura memoria.…
Continue reading

Terzomondismi, mondialismi e massoneria…

Il centro di potere di Monti è la comunità di Sant’Egidio lobby rossa dei finti poveri. Riccardi ha messo a disposizione del premier l’organizzazione che ha fondato. Il ruolo di Paglia e la rete di contatti con governi e diplomazie di Stefano Zurlo
Pauperismo e marketing. Terzomondismo, ma senza perdere la consuetudine con il potere.…
Continue reading

Mons. Negri replica a Bagnasco.

In risposta a Massimo e Nessie, ecco arriva puntuale l’ intervista di Francesco Mastromatteo sul Blog “Papalepapale” a Mons. Negri: Domanda: “In questi giorni, però, assistiamo a prese di posizione abbastanza esplicite che fanno parlare di vero e proprio “endorsement vaticano” verso determinate forze politiche… E’ di pochi giorni fa la dichiarazione, che ha suscitato disorientamento in molti cattolici, del presidente della CEI d’appoggio esplicito alla “salita” in politica con una lista propria ed entro certe alleanze del premier Mario Monti.” Risposta: “Sinceramente credo ci vorrebbe e ci sarebbe voluta più discrezione da parte delle autorità ecclesiastiche, vaticane e non, nel fare interventi che possono essere letti come sostegno aperto per qualcuno.
Continue reading

E’ certo, fu un complotto

Silvio Berlusconi ha osato dire quel che, finora, appariva solo nei nostri blog: le dimissioni del Governo Berlusconi nel novembre 2011 e la sua sostituzione con i vassalli dei poteri finanziari internazionali furono le conseguenze di un complotto ordito ai danni dell’Italia e degli Italiani.
Noi lo avevamo subodorato da subito, ieri anche la vittima principale ha trovato il coraggio di dirlo a microfoni aperti.
Continue reading

Requisiti necessari

Il Professore non si riconosce nelle categorie «centro» o «moderati». Il premier e l’obiettivo di non rifare la vecchia Dc. I 4 requisiti dei candidati: fedina penale pulita, niente conflitto d’interessi, radicamento e alto profilo professionale

ROMA – A quanto punta Monti? A Palazzo Chigi, fra i suoi collaboratori più stretti, le cifre ballano di alcune decine di unità: si va dal 15% al 30% e passa.…

Continue reading

Conflitto d’interesse…

Leggi “ad alleatum”, il vizietto dei Prof. Chiesa, mondo cattolico, grande industria, banche. Sono gli azionisti del marchio “Monti in politica”, molto più strategici degli alleati di facciata Pier Ferdinando Casini e Gianfranco Fini, costretti a sposare il Professore per mancanza di alternative di Andrea Cuomo
Roma – Chiesa, mondo cattolico, grande industria, banche.…
Continue reading