Home » 2012 » novembre (Page 5)

Chiacchiere da bar

Mentre i politici si lambiccano il cervello su primarie-pagliacciata, mentre per il signor (o la signora?) Vendola, le priorità del paese sono quelle di renderci tutti uguali, i matrimoni e le adozioni gay, mentre, gli italiani pagano tasse su tasse controllati fin dentro le mutande (sporche o pulite che siano), depredati di ogni cosa, ammorbati con la spending review… i signori del parlamento hanno votato velocemente per aumentare (sebbene si dica solo per un anno) il numero di poltrone (in pelle umana) da regalare ai loro amichetti più cari… mentre nella grande unione (sovi-nazista) europea (già morta prima di nascere ma abbastanza viva da distruggerci tutti) si litiga non si sa bene per cosa fregandosene altamente della crisi (creata ad arte) dei paesi europei, mentre un idiota a capo di uno stato (derubato della democrazia e della sovranità nazionale), tenta di svendere il “territorio” per pochi spiccioli… mater lacrimarum Fornero si blinda e parla con chi le è più comodo, un altro ministro, ci dice che domani sarà una giornata “calda”… (sarà un caso ma domani, al corteo sfilerà anche CasaPound) perchè si teme l’assalto alla zona rossa.…
Continue reading

E volete anche il voto?

Quelle 90 poltrone in più per tagliare i parlamentari. Primo sì a un ddl per eleggere una commissione di riforma della Costituzione. Con stipendi da deputati: indennità incluse di Sergio Rizzo
ROMA – L’ultimo a rammaricarsi pubblicamente è stato Gianfranco Fini: «Abbiamo perso una grande occasione. La politica non ha capito che si doveva fare di più, per esempio con il taglio dei parlamentari».
Continue reading

BASTA ! Non strumentalizzate la morte ! Vergogna !

E’ bastato un giorno per far saltar fuori quello che già sospettavo dall’ inizio, e cioè che il tragico suicidio di un giovane non fosse dovuto ad un’ inesistente sua omosessualità nè a bullismo. Nonostante la VERGOGNOSA strumentalizzazione di alcune organizzazioni di invertiti e giornalisti compiacenti a caccia di omofobia a tutti i costi.

Continue reading

Le primarie non appartengono alla nostra storia.Ma c’è un ma

Ho già avuto modo di esprimermi su questa americanata delle primarie che ritengo appartengano ad un costume politico, ad una storia sociale ed umana differente dalla nostra.
Negli Stati Uniti la partecipazione alle scelte non è una vuota formula liturgica, ma una connaturata espressione della politica e della amministrazione, insegnata ai bambini sin da piccoli, con l’esempio dei loro genitori che si organizzano in comitati e partecipano alle scelte della loro scuola.
Continue reading

Per questo si sognano le albe dorate

alba-dorata

Cara Fornero e caro Monti, capisco che è dura fare i ministri, come disse la Fornero a quel malato di SLA in carrozzella al quale stava togliendo ulteriori possibilità per poter continuare a vivere. Ma anche essere semplici cittadini, spesso, non è semplice……

Continue reading

Nuovi mostri bancari…

Prima qui e poi anche qui. Passando anche per di qua…

Stato di polizia ad alta produttività di Marco Cedolin

“Non possiamo consentire alla piazza di fare delle scelte che deve fare la politica” esclama il ministro Cancellieri durante il proprio intervento al senato, aggiungendo che “sono mesi che ci stiamo preparando a momenti difficili” e “tutti dobbiamo renderci conto che siamo chiamati a fare sacrifici”.…
Continue reading

Femminicidio, boiata sinistra.

Prende sempre più piede, con l’aiuto dei soliti giornalisti sinistri, l’ orrendo neologismo “Femminicidio”. E c’è chi addirittura vorrebbe aumentare la pena per questi tipi di omicidio. Discriminando gli uomini potenziali vittime di assassinii. In realtà non è altro che il solito intervento malcelato delle femministe per dare una mano ai loro amici pederasti, lesbiche e trans per arrivare a leggi contro l’ omofobia, dividendo l’umanità non nei 2 unici sessi naturali, ma inventandosi i generi più svariati. L’ omicidio è il peggior reato che esista, dal concepimento alla ultima parte della vita, da punire anche con la Pena di Morte.

Continue reading

La panchina della tortura

 
 
 
 
 
 
 
 

E’ una bella giornata di sole, e c’è un Tizio (o una Tizia) che si fa un giretto in un parco , poi si siede al fresco degli alberi, tra fiori, farfalle variopinte che volano e uccellini che cinguettano. Apre il giornale per una lettura all’aria aperta, quand’ecco che al malcapitato che si siede, sembra di avere dei pungiglioni nel sedere.

Continue reading

Femminicidio: boiata sinistra.

Prende sempre più piede, con l’aiuto dei soliti giornalisti sinistri, l’ orrendo neologismo “Femminicidio”. E c’è chi addirittura vorrebbe aumentare la pena per questi tipi di omicidio. Discriminando gli uomini potenziali vittime di assassinii. In realtà non è altro che il solito intervento malcelato delle femministe per dare una mano ai loro amici pederasti, lesbiche e trans per arrivare a leggi contro l’ omofobia, dividendo l’umanità non nei 2 unici sessi naturali, ma inventandosi i generi più svariati. L’ omicidio è il peggior reato che esista, dal concepimento alla ultima parte della vita, da punire anche con la Pena di Morte.

Continue reading

Alemanno ed il Festival…

Dopo aver parlato di Isabella la Rossa, mi chiedo inoltre come mai il Sindaco Alemanno, sempre pronto a lamentarsi per i soldi mancanti, non abbia chiuso un Festival inutile (e doppione di Venezia) come quello cinematografico di Roma, che non solo ha costi altissimi, ma è l’ unico in Europa ad invitare SPESATI di tutto i critici cinematografici…Festival inventato da Veltroncinolupodelupis !

Continue reading