Home » 2012 » settembre (Page 4)

Alan Watt, la distopia e i padroni dell’universo

Questo filmato da visionare e ascoltare attentamente,  affronta temi cruciali di vario tipo relativo al Nuovo Ordine Mondiale (NWO) e ai suoi pianificatori. Temi scottanti come la crisi delle democrazie occidentali, la democrazia intesa come scontro tra interessi di lobby e  di corporation, il ruolo dei canali mainstream quale fabbrica del consenso, l’incremento indotto della popolazione, lo …

Continue reading

La Cassazione manda Sallusti in galera. Nuovo Guareschi, come avevo scritto.

“Mi rifiuto di essere affidato ai servizi sociali, non devo essere rieducato da questo Stato, di rieducazione ne hanno bisogno gli spacciatori o qualche politico che ruba. Mi rifiuto di chiedere la grazia a Napolitano, che come capo del CSM in questi ultimi 7 anni, nulla ha fatto per frenare una magistratura tanto politicizzata, che ha deciso chi dovesse o non dovesse governare il Paese.”Alessandro Sallusti

Continue reading

L’assassinio della Ue

E intanto in grecia… di davide
Oggi tutta la Grecia si fermerà per 24 ore, con l’eccezione dei mezzi di trasporto pubblico di Atene che sciopereranno a intermittenza per portare in centro chi vorrà manifestare conto i tagli da 11,9 miliardi del governo Samaras, imposti dalla troika. E circola la voce che il governo sia pronto a reprimere duramente ogni manifestazione fuori della legalità.…
Continue reading

Ci mancava: 28 Settembre, Giornata Mondiale dell’ Aborto.

Più passano i giorni, ed il mondo intero peggiora, scivolando miseramente verso la negazione di Dio più sfrenata. Con costernazione mista ad indignazione, scopro che il prossimo 28 Settembre è stata proclamata la Giornata Mondiale dell’ Aborto. Dove gli abortisti chiederanno a gran voce di levare qualsiasi ostacolo ad ogni forma di abominio, compresa l’ interruzione di gravidanza nelle ultimissime settimane.

Continue reading

L’italia cura (gratis), ospita e coccola i terroristi islamici

Film Maometto, operazione a Roma espulsi terroristi: «Sono jihadisti libici, preparavano attentati per vendetta». Blitz della Digos: i due presunti jihadisti erano ospitati in alberghi della Capitale
ROMA – Due sospetti terroristi libici, che si trovavano a Roma, sono stati espulsi dall’Italia. I due libici, di 26 e 28 anni, sono sospettati di essere jhadisti, legati alle formazioni armate di matrice salafita cheoperano in Libia.…
Continue reading

Si starnazza come galline in libera uscita

Puoi visualizzare video anche su YouTube E’ vergognoso constatare come i media di regime italiani facciano di tutto per ignorare le proteste che stanno scoppiando numerose nei Paesi PIGS (tutti tranne l’Italia) nei confronti delle regole di austerità imposte dalle banche e dalle caste che gli girano intorno. Questi, per esempio, sono giorni di grande protesta in Spagna.…

Continue reading

Punti di vista sulla vicenda Lazio (dimenticando Lusi e Penati)

La doppia morale della sinistra di Claudio Romiti
La penosa vicenda che ha portato alle dimissioni della governatrice del Lazio Renata Polverini ha messo in fibrillazione l’intero sistema politico, scatenando l’ipocrita reazione dei soliti farisei della sinistra italiana, compresi i suoi fiancheggiatori mediatici. La tesi di questi moralisti caduti dal pero, che si richiama ancora ai fasti della diversità cromosimica del vecchio Partito comunista, è la seguente: occorre distinguere le responsabilità nello scandalo della Regione Lazio.…
Continue reading

Errare è umano? Non sempre…

L’Occidente spiana la strada agli integralisti di Valentina Meliadò
Primavera araba potrebbe essere il nome di un drink. Uno di quelli forti, che si beve ad occhi chiusi per non pensarci più. Solo che poi il risveglio è durissimo. C’è molto su cui riflettere. Ci sono tutti i nodi che l’Occidente si è rifiutato di affrontare e che ora vengono furiosamente al pettine.…
Continue reading

Ogni giorno ha la sua croce

Francesco Profumo sarebbe il “tecnico” che dovrebbe, quale ministro dell’istruzione, tutelare e coltivare la Tradizione Culturale Italiana.
Ieri, invece, ha berciato per modificare i programmi di Storia, Geografia e Religione per andare incontro a quella che lui vede come una società multietnica.
Il ministro Profumo dimentica che le nostre radici sono Romano-Cristiane
Stravolgere l’insegnamento della Storia e della Religione per dare spazio ai nuovi arrivati (spesso illegali) significa compiere l’ultimo passo verso la disgregazione della nostra Nazione e la completa devianza morale, calpestando i diritti di chi, su questa terra, la NOSTRA terra, vive da generazioni e l’ha resa fertile, ricca e accogliente.
Continue reading