Home » 2012 » settembre (Page 17)

Il dispiaciuto riccardi…

… eh, si, lui si dispiace… sarà perchè poi, meno immigrati si contano e meno soldini prendono dallo stato (ossia, da noi contribuenti) le sue associazioni benefiche a delinquere? Poi, viene da chiedersi di quali immigrati stia parlando questo emerito coglione… chissà se nel suo discorso comprende anche questi delinquenti che, si aggiungono ai clandestini delinquenti che già sono sul suolo italiano.…
Continue reading

Coglionerie tutte italiane, accoglienze forzate

Nuova rivolta nel Centro di Pozzallo. Sommossa condotta da una sessantina di tunisini provenienti da Porto Empedocle, feriti cinque agenti: 15 arresti
POZZALLO (RAGUSA) – Quindici tunisini sono stati arrestati nell’ambito delle indagini sulla nuova rivolta nel centro di pronta accoglienza di Pozzallo (Ragusa) da parte di una sessantina di migranti che erano stati trasferiti in mattinata da Porto Empedocle.…
Continue reading

La volpe Casini e il gatto (Silvestro) Vendola

Nel 2008, Daniela Santanchè, candidata premier de La Destra, ridicolizzò la formula “unione dei moderati” coniata da Berlusconi, definendo i “moderati” quali “modesti”.
Una battuta ad effetto con un fondo di verità sostanziale che vorrebbe anche scardinare l’uso “politicamente corretto” delle parole.
In realtà Berlusconi intendeva (e intende) per “moderati” i Conservatori da contrapporre, come ovunque, ai progressisti, la Destra da contrapporre, come ovunque, alla sinistra e allora ben si capirebbe cosa si intende rappresentare.
Continue reading

Sotto l’impero dello stupido (post lungo)

Sotto l`impero dello stupido di Maurizio Blondet
In questi giorni ho un po’ tralasciato l’attualità, perchè ho bighellonato nel centro Italia invitato da giovani lettori. Giovani squattrinatissimi, a cui la società darà poco o nulla, pieni di slancio; alcuni meravigliosi, che mi hanno dato (senza saperlo) lezioni spirituali e morali. Questi incontri, mentre giungevano notizie dell’Ilva bloccata per provvedimento giudiziario, di Gianfranco Fini che per andare i vacanza a Orbetello ha fatto affittare un albergo per la sua scorta per 2 mesi e mezzo mettendo a carico di noi contribuenti 80 mila euro, della sicula compagnia Windjet (di Pulvirenti, il padrone del Catania) che lascia a terra migliaia di passeggeri, ed ha staccato biglietti fino ad ottobre pur sapendo che avrebbe smesso di funzionare ad agosto… E il miliardo e 200 milioni che il Parassita pubblico collettivo continua a spendere in autoblù ed autisti, e che resiste a tagliare, mentre il debito pubbblico – sotto la guida del Grande Timoniere assegnatoci dai poteri forti europoidi – è aumentato di 75 miliardi in soli sei mesi, mentreché i 70 miliardi di pagamenti arretrati che il settore pubblico deve ai suoi fornitori privati continuano a non essere pagati (in Calabria, i soldi arrivano dopo 800 giorni se arrivano), perchè anche per corrispondere il dovuto in BOT invece che in contanti, la burocrazia avida, stupida e assassina pretende documentazioni assurde, bisogna ottenere un atto pubblico… un verminaio e uno spreco immane che continua sfrontato, nonostante gli annunci, le spending review e le promesse autorevoli, che ho sentito come un insulto per quei giovani coi loro slanci morali, senza un soldo (anche quelli che lavorano: una ragazza, commessa, non ha i soldi per un’auto usata – altro che autoblù) e pieni di nobile ansia per il bene comune, il degrado mentale dei coetanei.…
Continue reading

Ci si accusa di non accettare confronto

Parte di mia risposta ad un utente di questo blog che commenta il mio art. precedente  ” Parte da Twitter sciopero benzina dal 15 settembre ”  della quale ne faccio un nuovo post perchè serve per fare capire meglio il mio pensiero su pre e post elezioni

Inizi il tuo commento dicendo che accettare il confronto è civile e che io, di conseguenza, non sarei civile (non lo scrivi) avendo smesso di confrontarmi con te: Penso anch’io che confrontarsi sia civile, ma come tutte le cose positive il confronto può essere anche negativo, inutile, logorrea pura quando per esempio ti trovi ad interagire con un gruppeto di 3/4 persone che ti hanno condiviso fino a un attimo fa, mentre l’attimo successivo si ritrovano a fare parte integrante e iperattiva(nonchè inconsapevole, almeno al momento)di un gruppo che – mentre pensavi facesse la tua stessa battaglia contro partitocrazia e quindi a favore di unico movimento che ha già dato grossa spallata a partitocrazia, il M5S – fa invece la lotta opposta, ovvero cerca di costituire uno dei mille partitini in più di cui non si sentiva davvero la mancanza, in “concorrenza” (naturalmente solo nei sogni dei fondatori), all’unico movimento dei cittadini degno di essere chiamato con questo nome, il M5S.…

Continue reading

La luce in fondo al tunnel

Crisi, 150 tavoli aperti e 180mila lavoratori a rischio. Oltre alle vertenze Carbosulcis e Alcoa, ci sono decine di crisi ancora irrisolte, da quelle del settore elettrodomestici a quelle del settore aereo e ferroviario. 150 tavoli aperti e 180mila lavoratori a rischio. Ecco quali sono le situazioni problematiche di Domenico Ferrara
Agli inizi di agosto, il ministro Elsa Fornero lo aveva preannunciato: “Sicuramente l’autunno non sarà facile, questa crisi è molto pesante e mette a rischio il futuro industriale del nostro Paese”.…
Continue reading

Le multe della Ue

Rifiuti, patenti e pallanuoto: l’Europa ci multa su tutto. Ecco alcune infrazioni che ci vengono contestate dall’Europa: non proteggiamo come si deve le galline ovaiole; limitiamo illecitamente il numero di giocatori comunitari di pallanuoto; non sanzioniamo le reti da pesca di Fausto Biloslavo
L’Europa matrigna ci bersaglia con accuse di infrazioni di tutti i generi su fogne, galline ovaiole, numero di giocatori nella pallanuoto, sacchetti di plastica e ascensori.…
Continue reading